Tim Cup: Atalanta-Torino 4-3, partita pazzesca a Zingonia

Tim Cup: Atalanta-Torino 4-3, partita pazzesca a Zingonia. Sorpassi e controsorpassi, alla fine vincono i ragazzi di Massimo Brambilla. Ma tutto è ancora aperto.

266
Andrea Colpani, Atalanta

Tim Cup: Atalanta-Torino 4-3, partita pazzesca a Zingonia. Sorpassi e controsorpassi, alla fine vincono i ragazzi di Massimo Brambilla. Ma tutto è ancora aperto.

Una gara fantastica, ricca di spunti tecnici e di ribaltoni. Una gara che sembrava già chiusa al 2-0 atalantino dopo soli 17 minuti, e che nessuno si sarebbe aspettato di ritrovarla sul 2-3 al quarto d’ora della ripresa. Incassata la rimonta granata, l’Atalanta è tornata ad essere sé stessa e l’ha riportata dalla propria parte, fino al 4-3 finale. Sette gol, che potevano essere anche di più. Diverse infatti le occasioni gettate alle ortiche dai padroni di casa, mentre in casa Torino da segnalare due clamorosi legni colpiti. Tutto rimandato alla partita di ritorno, in programma tra un mese esatto.

Massimo Brambilla e Federico Coppitelli scelgono i titolarissimi per la Tim Cup, e il campo regala subito spettacolo. Al 12′ infatti l’Atalanta passa in vantaggio: Ambrogio sgambetta Zortea fallosamente, dal dischetto Colpani scarica in rete di potenza il gol dell’1-0. Nemmeno il tempo di capire di essere sotto che i granata subiscono anche il secondo gol: Peli recupera palla su De Angelis, assist corto per Kulusevski e destro in diagonale vincente dello “Zar” svedese-macedone. Il Torino non può essere questo, con Millico che prova a suonare la sveglia: l’attaccante si accende al 18′, ma la traversa gli dice di no. A questo punto a salire in cattedra sono i due portieri: Carnesecchi dice di no a Rauti (27′), poi Gemello fa il miracolo su Kulusevski (38′). A un soffio dall’intervallo, il Torino – con Coppitelli che inserisce Petrungaro per Ambrogio, spostando Onisa sulla linea difensiva- la riapre: Kone tocca dentro per Millico, che con il solito destro a girare fulmina Carnesecchi per il 2-1.

Il secondo tempo è semplicemente uno spettacolo. L’Atalanta va subito vicina al terzo gol in due occasioni: Piccoli mette a lato di testa il cross di Girgi (5′), poi da zero metri non impatta l’assist basso di Kulusevski. La Dea sembra essere tornata ad avere la partita in mano ma non è così. E infatti il Torino la ribalta in un minuto. Prima è Rauti ad anticipare Guth e correggere in rete il cross perfetto di De Angelis, poi è Petrungaro a fare tutto da solo insaccando col piattone alle spalle di Carnesecchi dopo una prorompente corsa solitaria di 50 metri. La squadra di Brambilla si trova incredibilmente sotto, e reagisce immediatamente. Al 21′ Peli mette sul destro di Piccoli una palla che il centravanti stavolta non può proprio sbagliare, e al 26′ Colley fa tutto da solo indovinando il tiro vincente con la complicità di un Gemello stavolta non perfetto. Nel finale Kulusevski si divora il quinto gol in contropiede, poi Kone sfiora il 4-4 con un sinistro da fuori che colpisce la traversa a portiere battuto.

ATALANTA-TORINO 4-3
RETI (2-0, 2-3, 4-3): 12′ rig. Colpani (A), 17′ Kulusevski (A), 45′ Millico (T), 14′ st Rauti (T), 15′ st Petrungaro (T), 21′ st Piccoli (A), 26′ st Colley (A).
ATALANTA (4-2-3-1): Carnesecchi 6, Zortea 6.5, Girgi 6, Colpani 7, Okoli 5, Guth 5.5, Peli 7, Gyabuaa 6, Piccoli 6 (24′ st Louka 6), Kulusevski 7, Colley 6.5 (41′ st Cambiaghi sv). A disp. Gelmi, Bergonzi, Milani, Brogni, Finardi, Cortinovis, Traore. All. Brambilla 6.5.
TORINO (4-3-1-2): Gemello 6.5, Gilli 6.5 (24′ st Enrici 6), Ambrogio 5 (25′ Petrungaro 7), Ferigra 6, Onisa 5.5, Sportelli 6, De Angelis 6, Adopo 6 (35′ st Michelotti sv), Rauti 7, Kone Ben 6, Millico 7. A disp. Trombini, Marcos Lopez, Ghazoini, Isacco, Giunta, Murati, Moreo, Fasolino. All. Coppitelli 6.5.
ARBITRO: Vigile di Cosenza 7.
AMMONITO: Petrungaro (T).

Tim Cup: Atalanta-Torino, gli schieramenti

CLICCA QUI PER SCARICARE LA NOSTRA APPLICAZIONE DOVE PUOI CONSULTARE RISULTATI E CLASSIFICHE