22 Ottobre 2020 - 03:07:09
sprint-logo

Tim Cup: Merola travolgente, l’Inter elimina il Palermo

Il Merolino con una tripletta stende il Palermo e firma la qualificazione ai quarti di finale. Debutto in Primavera, con doppietta, per Sebastiano Esposito.

Le più lette

Real Orione – Ardor S.F. Seconda Categoria: Arduca e compagni travolgono l’Ardor

Al "Vallette 1" di Via Gladioli arriva l'Ardor S.F determinato a rifarsi dopo la sconfitta interna di domenica scorsa,...

Folgore Caratese – PDHA Serie D: Kouda illude Longo, Lauria dal dischetto fa “specchio” e porta a casa un punto d’oro

Lo specchio alcune volte sa essere fedele alla realtà, altre volte, invece, crea una forte illusione ottica e crea...

Chieri – Legnano Serie D: Bonofiglio e Colnaghi, guanti puliti

Era la sfida per la continuità e sotto un certo punto di vista entrambe han raggiunto l'obiettivo. Da una...
Dennis Carzaniga
Dennis Carzaniga
Caposervizio Redazione Lombardia

Tim Cup: Merola travolgente, l’Inter elimina il Palermo. Con un roboante 6-2, la formazione di Armando Madonna conquista i quarti di finale della competizione. I nerazzurri passano al termine di una sfida condita da ben 8 gol, un’espulsione e tre legni colpiti dai rosanero. Una partita che sembrava chiusa a fine primo tempo, che il Palermo è riuscito a riaprire segnando il 4-2 e rimanendo con un uomo in più per l’espulsione di Van Den Eynden, e che l’Inter ha definitivamente chiuso con la doppietta di un debuttante. Si tratta del classe 2002 Sebastiano Esposito, stella della formazione Under 17 e della Nazionale.

Madonna ricorre a un mini turn-over e dà finalmente una chance dal primo minuto a Davide Merola, che non tradisce segnando una tripletta. Il Merolino agisce alle spalle di Adorante, con Mulattieri e Burgio sugli esterni. Schirò-Pompetti la collaudata cerniera in mediana mentre in difesa, davanti a Dekic, agiscono Nolan e Rizzo in mezzo, Colombini a sinistra e Van Den Eynden nell’inedito ruolo di terzino destro.

Il match comincia con un palo clamoroso di Santoro, il migliore dei suoi, dopo appena quattro minuti. Burgio risponde con un sinistro largo da fuori area, e all’11’ la partita si sblocca. Errore pazzesco di Fradella che si fa soffiare il pallone da Merola, fuga verso la porta e sinistro in anticipo su Avogadri (ex Atalanta). Passano cinque minuti e l‘Inter raddoppia: numero sulla fascia di Mulattieri e palla dentro per Adorante, tiro salvato da De Marino, ma la palla finisce sul sinistro di Pompetti che da centro area non perdona. Il Palermo scompare dal campo, e il Merolino triplica al 22′, difendendo bene il pallone e indovinando il mancino in diagonale. A questo punto i ragazzi di Scurto si svegliano e vanno vicini al gol prima con Fradella (31′: Dekic salva con l’aiuto del palo), poi con Mendola (32′: mancino da posizione laterale e il portiere dell’Inter respinge ancora con l’aiuto del montante). Passato il pericolo, arriva il quarto gol. Doppia sponda di testa di Adorante e Burgio, palla a Merola che entra in area e batte ancora Avogadri.

Nel secondo tempo, una gara che sembrava morta tutto ad un tratto si riapre. Al 9′ Lucera scappa via a Colombini su un lancio lunghissimo dalla difesa e batte Dekic, e al 23′ l’Inter rimane in dieci per il fallo di Van Den Eynden su Cannavò lanciato a rete. Dal dischetto Santoro non sbaglia e segna il 4-2. Madonna però in panchina ha un arma segreta, che porta il nome di Sebastiano Esposito. Il classe 2002, già 13 gol con l’Under 17, entra e segna una doppietta pesantissima all’esordio in categoria. Prima converge da sinistra verso il centro e fulmina Avogadri con un destro rasoterra su assist di Colombini, poi firma il gol del definitivo 6-2 correggendo in rete un tiro sporco di Demirovic.

INTER-PALERMO 6-2
RETI (4-0, 4-2, 6-2): 11′ Merola (I), 16′ Pompetti (I), 22′ Merola (I), 42′ Merola (I), 9′ st Lucera (P), 24′ st rig. Santoro (P), 37′ st Esposito (I), 45′ st Esposito (I).
INTER (4-2-3-1): Dekic 6, Van Den Eynden 5, Colombini 6, Nolan 6, Pompetti 7 (1′ st Demirovic 6), Rizzo 6, Burgio 6.5 (35′ st Ballabio 6), Schirò 6, Adorante 6.5 (1′ st D’Amico 6), Merola 8 (18′ st Esposito 7.5), Mulattieri 7 (25′ st Pirola 6). A disp. Tintori, Serpe, Rizzo Pinna, Colidio, Salcedo, Stankovic. All. Madonna 7.
PALERMO (4-3-3): Avogadri 5.5, Petrucci 5.5, Sicuro 5, De Marino 5, Fradella 4.5, Santoro 7, Ruggiero 5.5 (31′ st Louka 6), Mendola 5.5 (12′ st Gallo A. 5.5), Cannavò 5.5, Lucera 6.5, Rizzo 5.5. A disp. Al-Tumi, Gambino, Leonardi, Montaperto, Correnti, Birligea, Minacori. All. Scurto 5.
ARBITRO: Monaldi di Macerata 7.
ASSISTENTI: Lenarduzzi di Merano e Maninetti di Lovere.
ESPULSO: 23′ st Van Den Eynden (I).
AMMONITI: Nolan (I), Inter (I), Rizzo (P).

CLICCA QUI per consultare la CLASSIFICA del Campionato PRIMAVERA 1

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli