Torino-Lazio Primavera: Singo decisivo nel dominio granata

Le più lette

Città di San Giuliano – Sporting L&B Under 14: Un punto per uno non fa male a nessuno

Il derby del Sud-Est, combattuto e sentito da entrambe le parti, inizia col minuto di silenzio per Loris Barchi,...

Colognese – Stezzano Under 16: Colognese a valanga, Stezzano travolto.

Una prestazione superlativa per la Colognese che in casa batte con un sonoro 9-1 un Oratorio Stezzano che non...

Il Cairate resta senza campo. Amaro Curatolo: «Ovunque andremo saremo sempre Cairate»

Il Cairate è rimasto senza il campo di Via Matteotti per una decisione dell'amministrazione. La prima squadra trasferita a Morazzone

Una vittoria per mettersi alle spalle la zona playout e per prendere una boccata d’ossigeno prima della settimana che porta al derby della Mole. La Primavera del Torino ha dominato contro la Lazio di Menichini e si è aggiudicata un successo fondamentale in ottica salvezza.

Ghazoini della Primavera del Torino contro la Lazio (foto Valletta)
Ghazoini della Primavera del Torino contro la Lazio (foto Valletta)

Primo tempo in cui si è visto solamente il Toro di Marco Sesia, che ha creato almeno 4 occasioni nitide da gol, senza però riuscirle a sfruttare. In avvio è subito Lucca divorarsi la rete del possibile vantaggio, ma la punta ex Brescia – pescato da Onisa a due passi dalla porta – non riesce a trovare lo specchio  in tuffo di testa. L’occasionissima sciupata dai granata non sveglia dal proprio torpore i laziali, che pagano un atteggiamento troppo remissivo. Il Torino, infatti, con il passare dei minuti schiaccia sempre di più la Lazio nella propria metà campo. Intorno al quarto d’ora i torelli passerebbero anche in vantaggio. Singo tenta un lancio in profondità, che però è fuori misura. La sfera viene raccolta da Furlanetto, al quale sfugge la palla tra le mani e sulla palla vagante si avventa Rauti che deposita in rete. Il direttore di gara però inspiegabilmente annulla la rete e addirittura ammonisce l’attaccante granata. Torino che continua a fare la partita e avrebbe altre due occasioni ghiottissima per segnare, ma Lucca prima e Michelotti poi sprecano malamente. La Lazio trova grandi difficoltà a pungere in ripartenza, merito dei ragazzi di Sesia bravi nelle copertura preventive e nel pressing sugli avversari.

Rauti Torino Primavera (foto Valletta)
Rauti Torino Primavera (foto Valletta)

Il secondo tempo segue, almeno nelle prime battute, ciò che si era già visto nel primo. Il Torino si rende pericoloso da subito con Rauti su punizione, ma la sua conclusione non trova lo specchio dei pali. Dopodiché inizia pian piano ad affacciarsi in avanti la Lazio. I biancocelesti, infatti, cominciano ad alzare il baricentro con il passare dei minuti e aumentando anche il pressing, cercando di mettere in difficoltà i difensori granata nel giropalla difensivo. Una scelta che si rivela azzeccata, perché i torelli iniziano a calare. Una situazione che si ripete. Già nelle ultime due partite il Torino aveva giocato un ottimo primo tempo per poi calare nel secondo, perdendo così la partita con il Chievo e rischiando con l’Inter. Proprio nel momento in cui i ragazzi stavano trovando più difficoltà, però, arriva il gol che decide la partita. Tesio mette in mezzo, ma la sua punizione è fuori misura. Sulla sfera interviene male Furlanetto, che manda in corner. Dall’angolo una sponda di Lucca serve Onisa fuori area, il centrocampista granata calcia male, ma sulla sua conclusione mette il piede Singo deviando la sfera in porta. Inevitabile a questo punto la reazione della Lazio, che trova difficoltà a calciare verso la porta difesa da Lewis e allora si affida ai piazzati. Proprio da una punizione gli ospiti vanno vicinissimi al gol del pareggio, ma il velenosissimo piazzato di Falbo trova il palo. Questo l’unico tiro in porta di una Lazio che conferma le difficoltà incontrate fin qui. Quando la partita è ormai agli sgoccioli Rauti va vicinissimo al gol della tranquillità dopo una pregevole serpentina nell’area biancoceleste, ma questa volta Furlanetto è reattivo e manda in corner.

Kone Torino Primavera (foto Valletta)
Kone Torino Primavera (foto Valletta)

Il Torino riesce così a dare continuità alla buona prestazione fornita contro l’Inter. Nelle ultime due gare i granata sono riusciti a mantenere inviolata la porta, dopo aver subito sempre gol nelle partite precedenti. Sintomi di una squadra che sta crescendo. Anche il primo tempo è stato – ancora una volta – particolarmente incoraggiante. Già contro Chievo Verona e Inter nei primi 45 minuti i torelli avevano giocato meglio dell’avversaria, ma esattamente come le precedenti due partite non è riuscito a concretizzare quanto creato. La mancanza di cinismo sotto porta e i cali (comunque fisiologici) del secondo tempo sono due aspetti su cui lavorare. Il derby della prossima settimana sarà un altro test importante.

TORINO-LAZIO IL TABELLINO

Torino-Lazio 1-0

Rete: 32’st Singo (T)

Ammoniti: 13′ Rauti (T), 16’st Michelotti (T), 39’st Celesia (T), 40’st Kalaj (L)

TORINO (3-5-2): Lewis 6; Singo 7, Celesia 6, Enrici 6.5; Ghazoini 6.5, Adopo 6.5 (33’st Garetto sv), Onisa 7, Greco 5.5 (25’st Tesio 6), Michelotti 6; Rauti 6.5, Lucca 5 (33’st Kone sv). A disposizione: Trombini, Siniega, Rotella, Ricossa, Moreo, Ibrahimi, Pirola.  All. Sesia.

LAZIO (4-4-2): Furlanetto 5, De Angelis 6, Petricca 5.5, Bertini 5.5, Armini 5.5, Kalaj 6, Shehu 4.4 (12’st Czyz 5.5), Anderson 6, Zilli 6, Moro sv (14′ Cerbara 5.5, 27’st Russo sv), Falbo 6. A disposizione: Marocco, Cipriano, Kaziewwicz, Shoti, Cesaroni, Moschini, Peruzzi.  All. Menichini

Arbitro Marcenaro di Genova 5: Annulla una rete validissima di Rauti e lo ammonisce. Bravo lui e la terna nel convalidare il gol di Singo.

TORINO-LAZIO LE PAGELLE

TORINO

Lewis 6 Mai impegnato, salvato dal palo nell’unico tiro verso lo specchio.

Singo 7 Trova un gol importantissimo. Buonissima partita la sua, nonostante qualche errore in fase di impostazione.

Celesia 6 Scivolone nel secondo tempo che rischia di costare caro. Ancora positiva la sua prestazione.

Enrici 6.5 Sostituire Buongiorno non è facile, ma lui lo fa bene. Dimostra di essere perfetto come centrale di una difesa a 3.

Ghazoini 6.5 Forse una delle sue migliori partite in granata. Copre bene e spinge con costanza.

Adopo 6.5 Se il Toro nelle ultime due partite ha cambiato volto il merito è anche suo. 33’st Garetto sv

Onisa 7 Leader di questa squadra. Elemento imprescindibile. Sbaglia qualcosa in avanti, ma è fondamentale in fase di non possesso e di impostazione.

Greco 5.5 Alterna buone giocate ad altre negative. Spreca due ripartenze importantissime. 25’st Tesio 6 Entra con il giusto piglio e buona attenzione.

Michelotti 6 Solita spinta e generosità.

Rauti 6.5 Vuole tornare al gol e lo trova anche, ma l’arbitro glielo nega. Nel finale Furlanetto compie un miracolo.

Lucca 5 Sbaglia troppo sotto porta. Può e deve fare di più a livello di finalizzazione. A volte appare anche troppo timido in area di rigore. 33’st Kone sv.

All. Sesia 7 Il Torino sta crescendo e nelle ultime tre partite ha fatto vedere segnali incoraggianti. Zero gol subiti con Inter e Lazio e quattro punti fatti. Ora bisogna migliorare sulla tenuta fisica e sul cinismo, ma inizia a vedersi la luce.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Indietro
Privacy Policy Cookie Policy