Youth League, vince il Barcellona: Inter con un piede e mezzo fuori dall’Europa

Inter e Barcellona prima del calcio d'inizio
Inter e Barcellona prima del calcio d'inizio

Il Barcellona espugna il Breda di Sesto San Giovanni. All’Inter di Armando Madonna ora servirà un mezzo miracolo per centrare la qualificazione.

La Primavera dell’Inter si arrende ai blaugrana al termine di una partita anche dominata per lunghi tratti, e nella quale di sicuro la fortuna non è stata alleata della squadra nerazzurra. Il Barcellona vince 2-0, ma il risultato è sicuramente bugiardo e non rispecchia quanto visto in campo. L’Inter esce con le ossa rotte da una sfida nella quale ha colpito un palo e una traversa e il passaggio del turno adesso è praticamente impossibile.

A partire meglio è il Barcellona che scalda le mani di Dekic due volte: il portiere però è bravo a respingere su Antonio Jesus prima (5′) e sul colpo di testa di Martinez Marsà poi (18′). L’Inter risponde con una fantastica punizione di Salcedo che si stampa sul palo (27′). Pochi minuti dopo (33′) Salcedo va via sulla sinistra e tocca dentro per Persyn, finta a rientrare sul sinistro e traversa clamorosa del belga. A tre minuti dall’intervallo, il Barcellona va in vantaggio: angolo di Orellana, mischia e colpo vincente di Peque, fino a quel momento reso nullo dalla coppia Rizzo-Nolan.

Nel secondo tempo Madonna inserisce Colombini al posto di un frastornato Corrado (messo in difficoltà dalle puntate di De La Fuente) e Vergani al posto di Adorante cambiando il riferimento offensivo. I nerazzurri mettono all’angolo i blaugrana e al 20′ il gol pareggio sembra cosa fatta: Salcedo colpisce a botta sicura ma Jaime salva sulla linea, sulla ribattuta ci prova Colombini ma il capitano spagnolo salva ancora. E’ il segnale che la partita è stregata, e nel recupero il Barcellona la chiude con Gonzalez, che conclude un contropiede perfetto rientrando sul destro e battendo Dekic.

INTER-BARCELLONA 0-2
RETI: 42′ Peque (B), 46′ st Gonzalez (B).
INTER (4-2-3-1): Dekic 6.5; Zappa 6, Nolan 6.5, Rizzo 7, Corrado 5 (1′ st Colombini 6); Roric 6.5 (19′ Pompetti 6.5), Schirò 6.5, Persyn 5.5 (34′ st Mulattieri sv), Gavioli 6.5, Salcedo 7 (34′ st Merola sv); Adorante 5 (1′ st Vergani 6.5). A disp. Pozzer, Van Den Eynden. All. Madonna.
BARCELLONA (4-3-3): Tenas 6; Jaime 7.5, Comas 6.5 (21′ st Marcos Lopez 6.5), Rojas 8, Martinez Marsà 7; Antonio Jesus 6.5 (1′ st Kourouma 5.5), Sanz 7 (27′ st Gonzalez 7), Orellana 7; De La Fuente 7 (42′ st Serrano sv), Peque 6.5 (27′ st Mortimer 6), Fati 6. A disp. Tristan Jimenez, Bravo. All. Silva Puig.
ARBITRO: Frankowski (POL). ASSISTENTI: Golis e Winkler (POL).
AMMONITI: Roric, Schirò e Rizzo (I), Comas, Sanz e Mortimer (B).