12 Agosto 2020 - 23:24:49

Torino – Atalanta Under 18: Derbali e Viviani risolvono il match in 1′

Le più lette

Svelati i gironi di Prima Categoria, ecco le neopromosse e le ripescate

A pochi giorni dalla formulazione dei gironi di Eccellenza e Promozione, ecco svelati i sette gironi di prima categoria...

Verbano giovanili, Barbarito definisce le panchine: Under 19 a Cortazzi, Di Marco-Murano per Under 16 e Under 14

Sarà ancora Giovanni Cortazzi a guidare l'Under 19 del Verbano nel prossimo campionato regionale fascia B. La decisione è...

Verbano, lascia il direttore sportivo Enzo Genco: «Non mi vedevo più in certe situazioni»

Notizia inaspettata da Besozzo dove, nelle scorse ore, il direttore sportivo Enzo Genco ha rassegnato le dimissioni. «Non mi...

L’Atalanta si conferma squadra solida conquistando tre punti senza troppa fatica, arrivano nei minuti finali del primo tempo i due gol che permettono di gestire per il resto della partita un Torino che graffia ma non colpisce. I bergamaschi arrivano all’incontro forti del buon campionato svolto finora e replicano il copione dell’andata senza subire reti, vittoria che permette di portarsi momentaneamente a +9 sulla seconda Sassuolo che ha comunque due partite da recuperare. Granata in spolvero quantomeno sul profilo del gioco, offrendo a tratti l’impressione di poter far male agli avversari, di fatto però le occasioni concrete sono state poche e malamente sprecate.

Partenza da brividi per il Torino, su un retropassaggio di Foschi per Pirola che anticipa Reda lanciatissimo sul pallone vagante in area. Le squadre sono ordinate e rispettano principi di gioco ben impostati, a premere da subito sull’acceleratore sono gli uomini di Lorenzi, sfruttando le fasce per creare pericoli in zona avanzata in particolare dalla corsia destra dove Ruggeri spadroneggia per tutta la gara, sia in copertura che in proposizione. Gran parte della creazione di gioco bergamasca proviene dai piedi di Sidibe che si abbassa spesso a metà campo per impostare l’azione per poi farsi subito trovare in fase offensiva. La squadra di Capriolo regge senza concedere provando subito a ripartire con le fiammate di Favale, protagonista ogni volta che si presentava l’occasione, di coast to coast spedite verso la porta ma puntualmente bloccate dai rocciosi Cittadini e Scanagatta. A rompere la linea difensiva del Torino riesce senza molti patemi Reda, incontrastabile nella protezione della palla e successiva sponda per il compagno accorrente. Ottimo anche nelle triangolazioni con Sidibe, arrivato al tiro più volte proprio da questo schema. L’Atalanta cresce man mano che passano i minuti costringendo ai falli il Torino, solo richiami però dall’arbitro Longo come nel caso di Foschi, graziato sull’entrata a Sidibe. La prima vera occasione arriva da quest’ultimo alla metà della prima frazione: ruba palla ad Aita e tira un rasoterra preciso ma Pirola si allunga salvando momentaneamente il risultato. Di nuovo Pirola pochi minuti più tardi sicuro sul tiro da fuori di Ruggeri. Altra occasione sulla testa di Reda che da calcio d’angolo colpisce sopravanzando tutti senza però prendere la mira. Al 43′ i nerazzurri riescono finalmente a concretizzare le due occasioni che decidono la partita. Da spiovente in area di Ruggeri arriva la zampata vincente di Darbeli che approfitta della confusione in area, poi è Viviani a ricevere la sponda di Reda dalla linea di fondocampo lanciando un razzo dal limite dell’area che atterra sotto al sette.

Seconda frazione in cui il Torino cerca la reazione entrando in campo con più grinta cercando di accorciare il punteggio. A provarci prima Bedetti approfittando di un errore della difesa nerazzura colpisce di testa chiamando in causa Dajcar, costretto a metterla in angolo. Poi Favale che su punizione guadagnata dal subentrato Tordini tira poco sopra la traversa. Sempre Favale a rendersi pericoloso sugli sviluppi di una punizione, tiro al volo che costringe Dajcar al tuffo spettacolare. L’Atalanta potrebbe ulteriormente allungare con il contropiede di Sidibe, la palla arriva a Cristophe Renault che a botta sicura becca però la traversa. Pochi minuti più tardi è sempre Sidibe ad appoggiare con il petto su Faye, tiro al volo che termina alto. I minuti scorrono mentre i bergamaschi gestiscono il risultato facendo addormentare la gara, mantenendo comunque il possesso palla nella metà campo avversaria e procurando le ultime due occasioni, prima con Manfredi che spara fuori, poi con Faye, stoppato da un attento Morra.

IL TABELLINO DI TORINO – ATALANTA UNDER 18

TORINO-ATALANTA 0-2
RETI: 43′ Viviani (A), 43′ Derbali (A).
TORINO (3-5-2): Pirola 6.5, Aita 6, Bedetti 6, Foschi 5, Novelli 5.5, Morra Bean 6, Peirano 6.5 (17′ st Larotonda 6), Savini 5.5 (1′ st Pane 6), Stauciuc 5 (1′ st Tordini 6), Favale 6.5 (35′ st Sylla SV), Gerbino 6 (35′ st Formia SV). A disp. Matysiak, Mirabelli, Obu, Cocola. All. Capriolo 5.5.
ATALANTA (3-4-3): Dajcar 7, Scanagatta 6.5, Ruggeri 7.5, Roma 6.5 (40′ st D’Alessandro SV), Derbali 7.5, Cittadini 7, Renault G. 6.5 (20′ st Faye 6.5), Viviani 6.5 (28′ st Mallamo 6), Reda 7 (28′ st Manfredi 6), Sidibe 7 (40′ st Marcaletti SV), Carrà 6 (20′ st Renault C. 6.5). A disp. Nozza Bielli, Gennari, Beugre. All. Lorenzi 7.
ARBITRO: Longo di Cuneo 6,5 Fischia poco facendo scorrere il gioco, troppo clemente in alcuni episodi.

LE PAGELLE DI TORINO – ATALANTA UNDER 18

TORINO (3-5-2)
All. Capriolo 5.5 Riesce a contrastare in minima parte gli ingranaggi avversari, squadra che rischia di essere demotivata per il resto del campionato.
Pirola 6.5 Buone parate nei minuti iniziali, non riesce a rimediare ai disastri della difesa sul primo gol, imparabile il secondo.
Aita 6 Non riesce a sfondare in fascia dove soffre Ruggeri, disattenzioni anche in fase difensiva.
Bedetti 6 Meglio dalle sue parti, si fa vedere in fase di proposizione.
Foschi 5 Inizia male con un retropassaggio horror, rimedia in parte con qualche chiusura su Sidibe ma la confusione sul primo gol nasce da un suo colpo di testa indirizzato nella propria porta.
Novelli 5.5 Reda è un avversario duro nel corpo a corpo, cerca di giocare d’anticipo ma non sempre gli riesce.
Morra Bean 6 Il più attento in difesa, impossibile mettere sempre la pezza.
Peirano 6.5 Cerca in continuazione di scuotere la squadra, bene nel recupero palla, meno nell’impostazione.
17′ st Larotonda 6 Entra nel momento migliore del Torino per dare l’arrembaggio, pochi comunque gli spunti dai suoi piedi.
Savini 5.5 Imballato dalla qualità del centrocampo avversario, non incide.
1′ st Pane 6 Aggiunge imprevedibilità in mezzo al campo, la reazione del Torino propiziata anche dal suo ingresso.
Stauciuc 5 Vaga nella metà campo avversaria aspettando dei palloni che non arrivano, impalpabile la sua presenza.
1′ st Tordini 6 Porta vivacità all’attacco con degli strappi in percussione e dando una mano a Favale.
Favale 6.5 L’unico a provarci per tutta la partita, se accompagnato adeguatamente dai compagni avrebbe potuto fare di più.
35′ st Sylla SV
Gerbino 6 Scherma aiutando la difesa, reattivo anche in attacco.
35′ st Formia SV

ATALANTA(3-4-3)
All. Lorenzi 7 Allena una corazzata e ne sfrutta appieno le potenzialità.
Dajcar 7 Partita tutto sommato tranquilla per lui, non per questo si distrae, mettendoci i guantoni quando necessario.
Scanagatta 6.5 Quasi libero da compiti difensivi, si prende spesso la libertà di avanzare in attacco.
Ruggeri 7.5 La fascia è il suo habitat e ci vive da vero padrone, attaccante aggiunto per tutto il primo tempo.
Roma 6.5 Recupera palloni facendo ripartire l’azione, sostituito per farlo rifiatare.
40′ st D’Alessandro SV
Derbali 7.5 Non commette errori in difesa, segna da punta opportunista sbucando tra i difensori.
Cittadini 7 Conduce i suoi con sicurezza, muro ogni qual volta Favale si indirizzava in porta.
Renault G. 6.5 Offre sempre l’alternativa sulla fascia buttando una mole di traversoni in mezzo all’area.
20′ st Faye 6.5 Freschezza e reattività per chiudere definitivamente la partita, non trova il gol per poco.
Viviani 6.5 Mantiene freddezza nella gestione palla della sua squadra, fondamentale nel momento migliore dei granata.
28′ st Mallamo 6 Polmoni per non correre rischi inutili.
Reda 7 Partita di sostanza e sacrificio per la squadra, coronata dall’assist del secondo gol.
28′ st Manfredi 6 Potrebbe segnare ma spara fuori, buoni spunti dalle sue giocate.
Sidibe 7 Non si ferma mai svariando tra centrocampo e attacco, fornisce continuamente opportunità per andare a segno, sfiora anche lui il gol.
40′ st Marcaletti SV
Carrà 6 Incide parzialmente in attacco, non rifinisce le buone occasioni capitategli.
20′ st Renault C. 6.5 Subito in partita, trova la traversa invece di un gol che sembrava già fatto.

LE PAROLE DI CAPRIOLO NEL POST-PARTITA

LE PAROLE DI LORENZI NEL POST-PARTITA

FOTOGALLERY TORINO-ATALANTA

(foto: Maurizio Valletta)

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli