Due reti nella ripresa fissano sull’1-1 il risultato finale di Torino-Genoa: le squadre non si fanno male, e il Toro porta a casa un punto inutile per tentare l’allungo in classifica, mentre i rossoblù vanno a pochi minuti dal cogliere la vittoria, facendosi raggiungere a ridosso del recupero. I ragazzi di Gemiti soffrono il Torino in avvio, ma poi crescono, sfruttando soprattutto una buona superiorità territoriale a centrocampo, e la velocità di Fini, sempre ben supportato da Casagrande e Panzarella. Le prime grandi chances, sono, infatti, di marca rossoblù, la prima delle quali clamorosa. Dopo mezz’ora di gioco, la punizione calciata da Licco produce una carambola, col pallone che finisce sui piedi di Sarpa all’interno dell’area piccola. Il centrocampista del Genoa conlcude a botta sicura, ma centra la traversa. Sarpa è uno dei protagonisti della gara dei suoi, formando un tandem ben assortito a destra, insieme a Bosia. Sessanta secondi dopo il legno colpito da Sarpa, deve pensarci Virano a scongiurare il vantaggio ospite: il portiere granata è attento in uscita su Lipani, ben imbeccato da Licco. Il buon finale di tempo genovese fornisce spinta al Grifone per fare ancora meglio dopo l’intervallo. A tratti, grazie anche, e soprattutto, al lavoro in mediana di Lipani, Sarpa e Panzarella, i genoani dominano il campo, e devono aspettare 20’ nella ripresa per cogliere i frutti del loro lavoro, quando Fini combina con Sarpa, che conclude di potenza, trovando i guantoni di Lando. Sulla respinta, è lo stesso Fini, lesto, a segnare il vantaggio in diagonale. Fini, dopo la bella prestazione culminata con la rete, è one-man-show, nel bene e nel male, del secondo tempo: già ammonito per essersi tolto la maglia durante l’esultanza, entra in modo irruento da dietro su Broccanello, al 31’. Inevitabili il secondo giallo, sventolato da Giaveno, e l’espulsione. Spinti dalla ricerca del pari e dall’uomo in più, i torinesi disputano un buon finale di gara, e spingono con decisione verso l’area avversaria. Il pari arriva però da fuori area, ad opera del migliore dei suoi, il centrale Serra, già insuperabile dietro. Il tiro e potente e improvviso, e sorprende Ascioti, che tocca e forse può nell’occasione fare meglio, ma non evita il pareggio in extremis del Torino.

TORINO-GENOA IL TABELLINO

Torino-Genoa 1-1

Reti (0-1, 1-1): 20’ st Fini (G), 35’ st Serra (T).

Torino (5-3-2): Lando 7; Manissero 7 (1′ st Ferreri 6), Albertario 6.5 (34’ st Panetta sv), Serra 9, Omorogbe 6.5, Colletta 6, Broccanello 6.5, Ciammaglichella 7.5, Scariano 6.5; Patruno 6 (10’ st Ceica 6), Jarre 7. All. Menghini 7. A disp.: Pietrolungo, La Rosa, Ascoli, Gallea Beide, De Simone, D’Abramo.

Genoa (4-3-1-2): Calvani 6; Bosia 7, Scartoni 7, Colucci 6.5, Lurani 6.5; Lipani 8, Sarpa 7.5, Licco 7.5; Panzarella 7; Casagrande 7 (40’ st Manservigi sv), Fini 7. All. Gemiti 7. A disp.: Politano, Ferrari, Pilato, Alloisio, Mata, D’Amico, Perria, Tassone.

Arbitro: Giaveno di Pinerolo 7.

Ammoniti: 22’ st Jarre (T), 30’ st Colletta (T).

Espulsi: 31’ st Fini (G).

TORINO-GENOA LE PAGELLE

Pagelle Torino

All. Menghini 7 Toro solido e quadrato, reagisce bene nel finale.

Lando 7 Interventi importanti, oltre che non semplici. Presente.

Manissero 7 Aggiunge un buon supporto in avanti. Ficcante. 1′ st Ferreri 6 Si impegna ma non modifica gli equilibri in mezzo.

Albertario 6.5 Gara dura, di sacrificio. Puntuale nelle chiusure. 34′ st Panetta sv.

Serra 9 Baluardo e leader, livelli altissimi per tutta la gara. Trova un gran gol.

Omorogbe 6.5 Duello bello e difficile con Fini. Tiene testa come può.

Colletta 6 Partecipa a centrocampo, fa molta legna.

Broccanello 6.5 Ruolo fondamentale in molte fasi d’attacco. È lucido.

Ciammaglichella 7.5 È il più pericoloso quando il Toro si trova a spingere in avanti.

Scariano 6.5 Si inserisce e prova a creare. Buona prova.

Patruno 6 Offre un buon aiuto a Scariano e Jarre. Manca d’incisività. 10′ st Ceica 6 Qualche spunto, dei tocchi errati. Non lascia il segno.

Jarre 7 Rapidità e concretezza. Spina nel fianco genoano.

Pagelle Genoa

All. Gemiti 7 Gioco rapido, a tratti controlla. Raggiunto nel finale.

Calvani 6 Non si aspetta il tiro di Serra, è un po’ incerto. Amministra il resto.

Bosia 7 Sulla destra spinge che è un piacere. Ottima la collaborazione con Sarpa.

Scartoni 7 Il più attento in retroguardia. Tiene gli attaccanti e controlla.

Colucci 6.5 Preciso e puntuale, resiste e fa bene nei duelli.

Lurani 6.5 Due fasi svolte con diligenza.

Lipani 8 Faro della mediana. Non sbaglia mai e fa sempre le scelte giuste.

Sarpa 7.5 Motorino continuo. Importante nell’azione dell’1-0.

Licco 7.5 Lavoro di raccordo che conta. Positivo in ogni occasione.

Panzarella 7 Svolge bene il suo ruolo dietro la punta. Rapido di piede e di pensiero.

Casagrande 7 Interpreta ottimamente il ruolo e lotta. Motivo di apprensione per il Toro. 40′ st Manservigi sv.

Fini 7 Crea chances per tutta la partita, con tecnica e rapidità, merita il gol. Rosso che rovina la prestazione.

Arbitro: Giaveno di Pinerolo 7 Parsimonioso con i gialli, non fa male. Gli altri sono giusti, compresi i due dati a Fini.

LE INTERVISTE DEL POST PARTITA: MENGHINI (TORINO)

LE INTERVISTE DEL POST PARTITA: GEMITI (GENOA)

SPRINT e SPORT lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia e sullo STORE DIGITALE.