24 Novembre 2020 - 13:47:02

Alessandria-Torino Under 13, Ierinò apre i conti, Hoxha li pareggia

Le più lette

Società in rivolta: Vogliamo contare di più, servono risposte concrete, a casa chi pensa alla poltrona

Brescia alza la voce. Tredici società (che presto potrebbero diventare molte di più), dieci punti e tanta voglia di...

Villaclarense Under 15, la storia dell’attaccante Carlo Sanzogni alla corte di Silvano Pasinetti

Alla corte dell'allenatore Silvano Pasinetti, nella Villaclarense Under 15 gioca da ormai 5 anni come attaccante Carlo Sanzogni. Con...

Vighignolo, Luca De Vivo sul fermo campionati: «Vorremmo più certezze. Per i miei 2007 è stato difficile il passaggio in Agonistica»

«Ci piacerebbe avere più certezze, percepire più sicurezza nelle direttive che ci arrivano riguardo ad una possibile ripresa futura»:...

Sessanta minuti di gioco a tambur battente e non poteva essere diversamente vista la caratura tecnica e la preparazione atletica dei due fighter. Proprio così, due combattenti che non si sono concesse pause o distrazioni. Ad ogni carica  del Toro rispondeva l’orso grigio sollevandosi che, brandendo grinta a piè fermo dava dimostrazione di non avere timori riverenziali.

Vicini al gol, nel primo tempo, ci arrivano prima i  torelli, così incoraggiati dai propri tifosi, con la fiondata al 4′ di Grandi che viene sfiorata di quel tanto da Colla da deviarla sulla traversa e quindi in corner. Ripartenze veloci e  recuperi altrettanto repentini caratterizzano i primi minuti di gioco, ma anche l’intera partita. E non potrebbe essere altrimenti, con palloni presto controllati e prestissimo rimessi in gioco con passaggi rapidi e precisi. Al 10′ l’episodio che apre le danze: Ierinò palla al piede corre verso la porta e Labardo lo carica alle spalle con troppa foga, Alibrandi assegna il rigore che lo stesso attaccante con lucidità e freddezza mette nel sacco. L’orsetto non sembra accusare il colpo, e sostenuto a gran voce da un pubblico caloroso e corretto si butta in avanti. Una percussione centrale  di Dotta con scarico a sinistra mette Battista in condizione di scaricare il suo sinistro sull’esterno della rete, quasi gol. Ierinò al, 14′, lavora un bel pallone tra un nugolo di avversari, ed apre a destra per Muscatello che colpisce troppo sotto la palla, spedendola oltre la traversa. Manca qualche minuto alla fine del primo tempo:  Mapelli verticalizza sulla fascia sinistra per  Merlo che dopo pochi passi con un sinistro secco trova l’angolino tra palo e mano di Anino. La ripresa si rivela ancora equilibrata si ribatte colpo su colpo, l’Alessandria costruisce e spreca qualche palla gol che  non finalizza adeguatamente. Palloni che finiscono fuori di poco, come al 10′ su conclusione di Stefanelli, o neutralizzati da  Proietti a terra, come al 14′ sulla staffilata in diagonale di Dotta. Ultimo giro di lancette l’arbitro vede un fallo su Spadonie fischia, punizione. S’incarica dell’esecuzione lo specialista Sammouni, dai venti metri circa, prende una bella rincorsa e di sinistro dopo due impercettibili deviazioni la palla entra nel sacco appena sfiorata da Butteri. Diversamente da tante squadre che fanno sostituzioni volanti a seconda delle esigenze di squadra, il Toro, Demaria, per ogni tempo schiera una squadra diversa ( nove giocatori ). Entrano, quindi, in campo i giocatori del primo tempo, che rinvigoriti cominciano a macinare gioco. Zago dopo cinque minuti chiede  il time out, per fare il punto sulla situazione e far prendere fiato ai suoi ragazzi. Forse!

Nessuna delle due contendenti trova la porta benché la cerchino con insistenza, difficile arrivare sotto porta.. Al 14′ Girau serve centralmente Hoxha che controlla e dalla distanza fa partire una rasoiata che s’infila nell’angolino basso a sinistra di Anino. Finisce così un incontro combattuto fino alla fine con i grigi che realizzano due gol su azione ed il Toro invece su palle inattive.

ALESSANDRIA-TORINO IL TABELLINO

ALESSANDRIA – TORINO 2-2 

RETI (1-1, 0-1, 1-0): 10′ Ierinò ( T ), 18′ Merlo ( A ), 20’st Sammouini ( T ), 14′ tt Hoxha ( A ).

ALESSANDRIA: Colla, Girau, Battista, Gozzoli, Baha, Stefanelli, Bonicco, Dotta, Hoxha, Bernardi, Merlo, Butteri, Riccardi, Torre, Labardo, Dalmazio. All. Zago. Dir. Celestre.

TORINO: Anino, Dimitri, Mapelli, Gallo, Casadei, Ierinò, Ressia, Syll, Muscatello, Ierinò, Sammouni, Spadoni, Proietti, Gai F., Ferraris, Gatto, Grandi, Osenga, Gai D.. All. Demaria. Dir. Cardone.

ARBITRO: Alibrandi di Alessandria 6.5 Qualche incertezza, nel complesso dirige con polso.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli