Bertagnon Inter
Bertagnon Inter

La capolista Inter deve sudare sette camicie per avere la meglio su una coriacea Pro Patria. Vittoria di misura grazie alle reti di Faggiano e Bertagnon; a rendere meno amara la sconfitta per i padroni di casa ci ha pensato Mattia Milan. Dopo soli 2 minuti gli ospiti potrebbero passare in vantaggio con Faggiano che calcia di controbalzo in area di rigore, ma Dell’Aiera con un intervento in spaccata è provvidenziale a salvare sulla linea. Al 6’ corner per l’Inter, piatto destro insidioso di Mafezzoni, ma è bravo Riello a distendersi e a bloccare la sfera. Un minuto più tardi risponde la Pro Patria con il destro di Fazio respinto da Andreoli. Al 13’ occasionissima per i locali: Corazzesi, lanciato in profondità, si ritrova solo davanti al portiere e il suo tiro non inquadra lo specchio. Nella ripresa gli ospiti premono alla ricerca del vantaggio e Brambilla in 4 minuti è costretto agli straordinari per blindare la porta: prima neutralizza un sinistro potente di Natoli, poi devia in corner la conclusione di Marchetti e infine è strepitoso a negare allo stesso Marchetti la rete da pochi passi. Al 20’ i nerazzurri passano in vantaggio: cross dalla destra di Natoli, sul secondo palo arriva Faggiano che con un sinistro sul palo più lontano trafigge Brambilla. Nel terzo tempo la Pro Patria prova a reagire e al 5’ va vicinissima al pareggio con un colpo di testa a botta sicura di Foti alto di un soffio. Al 12’ arriva però la doccia gelata per i locali: punizione dalla distanza sulla sinistra di Bertagnon che sfida le leggi della fisica e si insacca con uno strano effetto all’incrocio sul secondo palo. A pochi istanti dal termine la Pro Patria prova a rientrare in partita: Rucaj, spalle alla porta, serve con un filtrante Milan che trafigge Castelnuovo con una botta sotto la traversa. Al termine dell’incontro è rammaricato Sarpa: «E’ un po’ di tempo che giochiamo bene, non concretizziamo e veniamo puniti. Contro l’Inter ci sta perdere». Contento del risultato che vale la vittoria del campionato Tumiatti: «Complimenti alla Pro Patria per la prestazione e al loro portiere per le grandi parate. La vittoria ci dà grande soddisfazione».

PAGELLE PRO PATRIA 3-2-3
All. Sarpa 6.5 Un’ottima Pro Patria, sconfitta con onore.
Riello 6.5 Sempre attento.
Foti 6.5 Il suo colpo di testa termina sopra la traversa.
Basilico 6.5 Partita diligente.
Fornaro 6.5 Protagonista di un intervento acrobatico difficilissimo.
Dell’Aiera 7 Salva sulla linea una conclusione di Faggiano.
Tosi 7 Muro a difesa della porta.
Barbieri 6.5 Con un poderoso colpo di testa spaventa Andreoli.
Ferrario 6.5 Battaglia con il centrocampo più fisico dell’Inter.
Fazio 7 Prova sempre a colpire.
Corazzesi 6.5 Si divora la rete del vantaggio; utile in fase difensiva.
Brambilla 7.5 E’ strepitoso a difendere i pali con grandi interventi.
Milan 7 Addoldisce la sconfitta.
ALTRI: Ferdani 6.5, Zago 6.5, Albè 6.5, Rucaj 6.5, Caprera 6.5, Fazzari 6.5.
DIRIGENTE: Fornaro.

PAGELLE INTER (3-2-3)
All. Tumiatti 6.5 Coronata la cavalcata vincente.
Andreoli 7 Una sicurezza nel primo e nel terzo tempo.
Bordoni 6.5 Nel secondo tempo diventa una vera furia.
Faggiano 7.5 Con la sua rete abbatte il muro della Pro Patria.
Garonetti 6.5 Difficile superarlo.
Mafezzoni 7 Sfiora il vantaggio in apertura, ma Riello gli dice no.
Milan Matteo 6.5 Non sbaglia praticamente nulla.
Bertagnon 8 Rete super da posizione praticamente impossibile.
Garavello 6.5 Dai suoi piedi nascono molti pericoli.
Tigani 7 Dribbling ubriacanti.
Marchetti 7 E’ sfortunato a trovare un Brambilla insuperabile.
Natoli 6.5 Assist per Faggiano.
ALTRI: Castelnuovo 6.5, Serafino 6.5, Tosku 6.5, Lavelli 6.5, Zini 6.5.
DIRIGENTE: Tabacchi.