Brescia: Morstabilini, Raia e Congia
Brescia: Morstabilini, Raia e Congia

Tutto nel terzo tempo, anche i tre gol: nonostante Monza e Brescia abbiano giocato per 40 minuti prima dell’ultima frazione di gioco, solo nell’ultimo terzo della gara sono riuscite a segnare e a regalare le emozioni più intense. Non che in precedenza la gara sia stata noiosa: il tiro di Raia alto di poco, lo scambio fra Berretta e Gubitoso che ha liberato Lamorte per un insidiosissimo cross basso che non ha trovato alcun compagno che lo deviasse in porta, il rinvio di Ravasio che per poco non sorprendeva un Fusi ingannato dal rimbalzo o dal sole, l’uscita bassa di Zapparoli che si è rivelata provvidenziale al fine di fermare Faglia… Queste sono solo alcune fra le moltissime occasioni costruite dalle due parti, che però a causa di un po’ di imprecisione degli attaccanti o di eroici interventi difensivi non sono state coronate da una rete; a un certo punto del match a molti sarà sembrato, incluso il sottoscritto, che la gara sarebbe finita con uno 0-0 un po’ bugiardo, quando ecco che dal nulla nasce il vantaggio ospite, con una triangolazione sublime fra Colgia e Raia culminata nel passaggio del numero 9 che ha messo il compagno in condizione di battere a rete. Niente da fare per Ravasio, è 0-1. I tifosi bresciani non avevano neanche finito di esultare che è arrivato il temporaneo 1-1 dei padroni di casa: Fusi e Bedussi provano a far ripartire l’azione partendo palla a terra, ma ecco che il difensore, probabilmente tradito da una zolla, perde palla a causa della pressione alta di Aversa, il quale però non riesce a segnare. Il pallone tuttavia rimane lì, a galleggiare beffardamente sulla linea di porta, fino a quando non viene spedito in rete dal sopraggiunto Pinotti. Ma per una seconda volta i tifosi che avevano appena esultato vengono costretti al silenzio dallo stupore generato da un gol della squadra avversaria, questa volta giunto su rigore: il direttore di gara vede un fallo di mano nel tentativo di Brugora di opporsi a Ghidini e dunque decide per il tiro dagli undici metri. Decisione generosa, ma irremovibile, di cui approfitta Raia siglando il secondo gol personale che vale l’1-2 finale. Il commento di Oggioni, un po’ amareggiato per il rigore concesso al Brescia e per una rete di testa annullata a Mascheroni nel finale di secondo tempo: «Complimenti al Brescia, sceso in campo con la cattiveria giusta e per fare risultato, ma il pareggio sarebbe stato il risultato giusto». Più soddisfatto il tecnico ospite Coltrini: «Quello che hanno dimostrato i ragazzi mi è piaciuto molto, perché abbiamo sempre provato a giocare la palla, senza rifugiarci in lanci lunghi».

PAGELLE MONZA (3-2-3)
All. Oggioni 6.5 La sconfitta non rispecchia quanto fatto vedere dai suoi ragazzi.
Ravasio 7 Sfiora addirittura il gol su rinvio. Dice di no a Morstabilini nel terzo tempo.
Beretta 6.5 Una buona gara.
Antonini 6.5 Al centro della difesa.
Viscardi 6.5 Con ordine.
Ceresola 6.5 Non sfigura.
Lamorte 7 Fra i più positivi. Presente in entrambe le fasi.
Pinotti 7 Ci crede più di tutti in occasione del gol.
Notareschi 7 Importante il suo pressing per la rete brianzola.
Gubitoso 7.5 Giocatore a servizio della squadra. Tanti spunti interessanti.
Mascheroni 7 Il suo gol è la maggiore recriminazione dei padroni di casa.
Berretta 7.5 Il pallone fra i suoi piedi non scotta mai.
Zapparoli 7 Buona uscita su Faglia.
Afferri 6.5 Si fa sentire.
Valdese 6.5 Ala veloce.
Attinasi 7 Un paio di grandi chiusure.
Brugora 6.5 Con attenzione.
DIRIGENTE: Villa.

BRESCIA (3-2-3)
Pagelle Brescia
All. Coltrini 6.5 Le intuizioni dei suoi ragazzi e un po’ di fortuna valgono la vittoria.
Fusi 6.5 Niente da rimproverargli.
Morstabilini 7 Migliora in precisione e intraprendenza con il passare dei minuti.
Omofonmwan 6.5 Usa le cattive.
Righetti 6.5 Dà il suo contributo.
Savalli 7 Molto bene nel lavoro difensivo.
Bedussi 6.5 Non si fa sorprendere.
Belotti 7 Sfuggente sulla destra.
Aversa 6.5 Non male.
Congia 7.5 Al pari di Gubitoso, gioca molto a servizio della squadra. Assist da leccarsi i baffi.
Raia 7.5 La doppietta vale la vittoria.
Carboni 6.5 Prova a rendersi pericoloso.
Facchini 6.5 Da premiare il coraggio nel giocare sempre la palla.
El Fadil 6.5 Difficile saltarlo.
Ghidini 6.5 La ripresa è sua.
Baliani 6.5 Con la voglia giusta.
Faglia 7 Costringe Zapparoli alla buona parata.
Caliendo 6.5 Prova a dire la sua.
DIRIGENTE: Gandini.

 

LE INTERVISTE: ASCOLTA COLTRINI

LE INTERVISTE: ASCOLTA OGGIONI


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.