Diavolo, l’attesa è più Longhi del previsto: Cremonese-Milan 0-2

213

Cremonese e Milan non hanno dovuto attendere a lungo per giocare il recupero della prima gara del girone di ritorno, gara che doveva essere disputata sabato scorso, ma paradossalmente i rossoneri hanno dovuto attendere Longhi per quei gol che potessero sbloccare e far vincere un incontro decisamente difficile. E in effetti la sfida non avrebbe potuto essere più complicata: i giovani diavoletti di Bertuzzo erano reduci dalla vittoriosa campagna in terra bielorussa, culminata nella conquista della Minsk Cup grazie alla vittoria per 1-0 riportata sulla Dinamo Kiev, pagata però al prezzo di molti influenzati per via delle temperature polari che caratterizzano la Repubblica ex Sovietica. A questo inconveniente si è sommato inoltre un atteggiamento estremamente risoluto da parte della Cremonese di Vona, la quale, forse memore della scottante sconfitta patita dai rossoneri per 7-0 nel girone di andata, ha deciso di lottare su ogni pallone e rendere la vita dura ai rossoneri. Le due squadre, a seguito dell’agonismo messo in campo, a lungo non sono riuscite a prevalere una sull’altra, e infatti il primo tempo è terminato a reti inviolate e all’insegna dell’equilibrio.

La partita ha una svolta decisiva all’inizio della ripresa, quando il numero 14 degli ospiti si toglie la pettorina ed entra in campo: giusto il tempo di fare qualche passo sul manto erboso della Cremonese, ed ecco che Longhi sfrutta al massimo un’azione corale trafiggendo l’incolpevole Rapacioli. Una volta passati in svantaggio, i padroni di casa cominciano a premere in cerca del pareggio, fino a quando, a pochi minuti dal termine, non hanno un’occasione ghiottissima: Sartori si conquista un rigore, si appresta a batterlo ma ci pensa una strepitosa parata di Torriani a dire di no al numero 8 dei Grigiorossi. Tirato un enorme sospiro di sollievo, il Milan trova la forza per raddoppiare ancora grazie a Longhi, con il folletto rossonero che a tempo ormai scaduto sfrutta una sbavatura della difesa di casa e insacca la rete che gli vale la doppietta personale. Il tabellino finale di questo Cremonese-Milan riporta dunque un prestigioso 0-2 a favore degli ospiti.

Sicuramente la Cremonese può tenere la testa alta dopo una sconfitta per certi aspetti immeritata, figlia di una prestazione nel complesso positiva macchiata solamente da un paio di errori personali: molti hanno avuto la sensazione secondo la quale se la squadra di Vona fosse riuscita a pareggiare su rigore avrebbe anche potuto ribaltare il risultato, quindi per il futuro bisognerà fare maggiore attenzione e lavorare sui dettagli. Per quanto riguarda il Milan, il problema più grande sarà quello di fare spazio in bacheca per l’ennesimo trofeo; per il resto i ragazzi di Bertuzzo hanno dimostrato di saper vincere sfoderando un pizzico di cinismo, senza dover essere costretti a giocare per forza meglio dell’avversario. Ulteriore nota positiva viene proprio dalla constatazione che la difesa è riuscita a lavorare molto bene, sia per quanto riguarda Torriani, coautore di questa vittoria importante, ma sia per quanto concerne i due centrali Paloschi e Perrucci, abilissimi nel tenere a bada la fisicità dell’attacco della Cremonese.

CREMONESE-MILAN 0-2
RETI: 10′ st Longhi (M), 37′ st Longhi (M).
CREMONESE: Rapacioli, Silvani (22′ st Bignotti), Spoti (3′ st Donarini), Brignoli, Fantoni, Malcisi (32′ st Orlandi), Ventura (19′ st Ricci), Sartori, Ricciardi (25′ st Chiesa), Galafassi (23′ st Tosca), Concari (14′ st Pentimone). A disp. Galante, Bentamar. All. Vona.
MILAN: Torriani, Cecotti (27′ st Pittino), Bartesaghi, Paloschi, Perrucci, Tonon, Nahrudnyy (33′ st Stampi), Nicotra (27′ st Cappiello), Mangiameli (20′ st Sala), Zeroli, Benedetti (9′ st Longhi). A disp. Lionetti. All. Bertuzzo.

CLICCA QUI PER SCARICARE LA NOSTRA APPLICAZIONE DOVE PUOI CONSULTARE RISULTATI E CLASSIFICHE