La Juventus Under 14 non riesce a replicare il successo dell’esordio contro la Virtus Entella, cadendo in casa contro lo Spezia per 0-2.

Subito un brivido per i bianconeri con Giorgi che dopo sette minuti è obbligato a distendersi in scivolata per evitare l’inserimento letale di Garibotto. Al 25′ Monteverde e Bernabè scambiano bene in area avversaria con il primo che prova a calciare in porta ma Piras manda in angolo. Ancora una volta pericolosi i liguri, di nuovo con Monteverde che approfitta di un brutto rilancio del portiere juventino per provare a segnare ma il suo destro si infrange sul fondo. Si fa vedere solo al minuto 33 la Juventus con l’ottimo spunto di Giorgi che pennella un ottimo pallone per Pisano che si coordina molto bene ma la sua conclusione è centrale. Una prima frazione che termina esattamente com’era iniziata, senza gol ma con varie occasioni a rendere il match piacevole e interessante. La Spezia tiene meglio il campo, i padroni di casa sfruttano parecchio le fasce ma difficilmente impensieriscono Francesco Plaia, portiere degli ospiti.

Il secondo tempo vede Pisano staccare di testa al nono minuto ma con la sfera che finisce sulla parte alta della rete. Al 13′ la partita cambia e il risultato si sblocca: Piras controlla male un retropassaggio e il neo-entrato Cecchinello è lesto e astuto a ribadire in porta. I ragazzi di Marchio non si danno per vinti e provano subito a riacciuffare il match con il solito Pisano ma è attento Plaia. Al 26′ Cecchinello prova il più classico dei tiri a giro che per un soffio non termina sotto il sette. Tre minuti dopo risponde ancora Pisano con un tacco volante alla Ibrahimovic, non trovando un euro-gol per questione di centimetri. All’ultimo minuto una serie di batti e ribatti in area non permettono alla Juventus di trovare un pareggio che sarebbe stato meritato sotto certi aspetti. Arriva per giunta la beffa quando al minuto 37 Piras esce scomposto su un avversario rischiando di far male: per l’arbitro non c’è dubbio ed è cartellino rosso. Sulla punizione scaturita da questo fallo arriva la rete del definitivo 0-2 con Bertoncini che toglie le ragnatele dall’angolino non dando scampo a Ferrante, entrato pochi secondi prima per garantire un portiere in vista dell’ultima azione.

Nulla da fare per la Juventus che cade all’esordio casalingo dopo l’1-0 maturato ad Entella. Bene invece i ragazzi di Mariano che dopo il 6-0 alla Pro Vercelli battono un’altra piemontese piazzandosi al primo posto a punteggio pieno dopo due giornate.

IL TABELLINO DI JUVENTUS-SPEZIA 0-2

JUVENTUS-SPEZIA 0-2

Reti: 13′ st Cecchinello, 38′ st Bertoncini.

JUVENTUS (4-1-2-1-2): Piras 5.5; Mudasiru 6 (1′ st Croce 6), Merignolo 6, Bassino 6 (15′ st Jannon 6), Giorgi 6.5 (21′ st Giordano 6.5); Boufandar 6.5; Crapisto 6.5, Ngana 6.5 (33′ st Bernardinis sv); Piccinin 6 (38′ st Ferrante sv); Nota 6.5 (15′ st Scarpetta 6), Pisano 7. A disposizione: Brossa. All.: Marchio 6.

SPEZIA (3-5-2): F. Plaia 6.5; M. Plaia 6.5, Foce 7.5, Martera 6.5; Attuoni 6 (1′ st Spella 6), Salvetti 6 (12′ st Bertoncini 7), Tognoni 6.5 (13′ st Di Martino 6), Islam 6, Monteverde 6.5; Garibotto 6 (1′ st Cecchinelli 7), Bernabè 6.5. A disposizione: Mascardi, De Simone, Vannucci, Dumani. All.: Mariano 7.

AMMONITI: –

ARBITRO:

UNDER 14 – LE PAGELLE DI JUVENTUS-SPEZIA 0-2

Pagelle Juventus

Piras 5.5 Grave errore sul primo gol e fallo pericoloso all’ultimo minuto. Giornata no per il portiere bianconero.

Mudasiru 6 Buona partita del terzino destro, limita gli attacchi dalla sua zona. (1′ st Croce 6 Rileva il compagno senza abbassare la qualità).

Merignolo 6 Difende con autorità la porta juventina, bravo a recuperare palloni.

Bassino 6 Offre qualche spunto interessante, bravo nel contenere. (15′ st Jannon 6 Offre energia e forza fisica nella ripresa).

Giorgi 6.5 Il match-winner della scorsa giornata salva un gol già fatto ad inizio gara e dimostra personalità da vendere. Prospetto davvero interessante. (21′ st Giordano 6.5 Tra i migliori dei suoi nonostante il quarto d’ora scarso a disposizione. Spinge spesso sulla fascia creando varie chance).

Boufandar 6.5 Motore del centrocampo, in mediana recupera e gioca molti palloni.

Crapisto 6.5 Numeri di alta classe, dai suoi piedi si vedono giocate da funambolo calcistico. Deve migliorare nella concretezza in certe situazione ma rimane un diamante grezzo.

Ngana 6.5 Gara di sacrificio, lottatore vero nel centrocampo bianconero. (33′ st Bernardinis sv).

Piccinin 6 Si propone spesso ma poche volte trova l’imbucata, va apprezzato l’impegno e la volontà nelle sue giocate. (38′ st Ferrante sv).

Nota 6.5 Usa spesso il fisico distrincandosi bene tra le maglie avversarie. (15′ st Scarpetta 6 Prova a dare fantasia al reparto).

Pisano 7 Il migliore dei suoi, ci prova in tutti i modi ma non riesce a segnare. Resta comunque una prova soddisfacente, un esempio per perseveranza, impegno e dedizione.

All. Marchio 6 Prepara bene la partita persa solo per due episodi. I suoi sembrano esserci e la vittoria alla prima non è stata un caso. C’è da lavorare ma si deve ripartire dal secondo tempo.

Pagelle Spezia

F. Plaia 6.5 Mette in mostra buoni interventi mantenendo inviolata la propria porta per tutta la durata dell’incontro.

M. Plaia 6.5 Ottima prova di tutta la retroguardia ligure, lui compreso. Bravo nel tenere bene la linea difensiva.

Foce 7.5 Gara da veterano, non si fa mai saltare. Guida la difesa come un leader e dimostra di essere i migliori tra i suoi.

Martera 6.5 Bravo nei contrasti e nella copertura. All’altezza della situazione.

Attuoni 6 Gara di sostanza fino alla sua sostituzione. (1′ st Spella 6.5 Copre e inventa con la stessa facilità, uno dei cambi azzeccati quest’oggi da Mariano).

Salvetti 6 Si sacrifica molto per la causa gestendo bene le forze. (12′ st Bertoncini 7 Gara di qualità arricchita da una punizione perfetta).

Tognoni 6.5 Inesauribile, corre per tre e non si lascia mai intimorire. Dimostra personalità. (13′ st De Martino 6 Fa rifiatare il compagno non facendo calare l’intensità).

Islam 6 Mezz’ala di carattere e fisicità, lotta continuamente per la riconquista del pallone.

Monteverde 6.5 Una spina del fianco continua sulla zona sinistra. Crea tanto e va più volte vicino alla gioia personale.

Garibotto 6 Si sbatte per la riconquista del pallone, facendo salire la squadra e creando densità lì davanti. (1′ st Cecchinelli 7 Il suo ingresso cambia completamente la partita. Non lo recuperano mai, bravo a sbloccare la sfida approfittando di un errore del portiere).

Bernabè 6.5 Elemento sgusciante del pacchetto offensivo ligure. Tiene sempre impegnato l’uomo e libera bene i compagni.

All. Mariano 7 Indovina i cambi e si prende una vittoria pesante su un campo difficile e prestigioso. I suoi si rivelano capaci a soffrire ripagando a pieno il lavoro in settimana. Dopo il sei a zero all’esordio, altro successo da incorniciare.