10 Luglio 2020 - 19:25:55

Milan – Brescia Under 14: Vescovi e Posniak, il Brescia vola al Vismara

Le più lette

Trevigliese Under 14, scelto il nuovo tecnico: dall’Ausonia ecco Vincenzo Zagari

Vincenzo Zagari è la scelta della Trevigliese per la panchina della propria Under 14. Nell'ultima stagione ha guidato l'Under...

Rozzano Under 17, una potenza di fuoco: dieci acquisti per i 2004 di Luca Crippa

Mauro Garoli, Direttore Generale del Rozzano Calcio, ha ultimato la campagna di rinforzo per i 2004 guidati da Luca...

Virtus Feralpi Lonato, Alessandro Testa ricomincia dal camp estivo del Guidizzolo

Se si potesse misurare la voglia di ricominciare che persiste tra allenatori e addetti ai lavori, un buon punto...

A una settimana dalla prova peggiore del campionato – parole del tecnico Coltrini – il Brescia Under 14 si riscopre bello, battendo il Milan a domicilio. Una vittoria in rimonta, cercata e sudata per le rondinelle che in classifica accorciano proprio sui rossoneri, in questa gara di fatto in campo solo per i primi 35 minuti.

I due 4-2-3-1 schierati in modo speculare da Merlo e Coltrini danno vita a 10 minuti iniziali di studio, in cui nessuna delle due formazioni riesce a prevalere sull’altra. Poi, all’11’, va in scena l’applicazione della legge più antica del calcio: gol sbagliato, gol subito. Posniak si avventa su un passaggio impreciso di Parmiggiani e si lancia in due contro uno insieme a Raia. Uno-due con il numero 10 e il gol sembra fatto, ma Rutigliano in uscita compie un miracolo e fa partire il contropiede rossonero. Il capovolgimento dell’azione porta al gol Scotti, che infila Fusi sul primo palo: in 15 secondi cambia il match. Il Brescia, ora, lascia molto campo alle ripartenze del Milan, letale sulle fasce con Scotti e Sia. Sono proprio loro due che al 23’ costruiscono l’azione del possibile 2-0. Scotti sfrutta un’indecisione di capitan Savalli e corre verso la porta di Fusi. Giunto a tu per tu con il portiere sceglie di appoggiare per Sia, per il più facile dei gol. Sul destro dell’11, però, si immola Baliani, che salva a un centimetro dalla linea. È l’ultima occasione di un primo tempo che termina con 10 minuti brutti dal punto di vista del gioco, con entrambe le squadre che a centrocampo non fanno girare la palla in maniera precisa.

La ripresa inizia con il botto. Al 3’ il Brescia, che a destra spesso ha via libera, pareggia. Uno-due rapidissimo tra Posniak e Vescovi, che si infila alle spalle di Grilli e batte un incolpevole Rutigliano. Il gol sveglia le rondinelle e manda mentalmente negli spogliatoi i rossoneri, incapaci di mantenere il possesso palla e di innescare le folate offensive di Scotti. La squadra di Coltrini, di contro, pressa a tutto campo con la giusta e aggressività. Al 16’ Rutigliano si supera su Posniak e, sul corner successivo, il destro di Maffeis termina a lato di poco. Un minuto dopo Coltrini effettua il cambio che dà ancora più vivacità alla squadra: dentro Belotti per Baliani e Morstabilini che va a fare il terzino destro. Gli ospiti insistono ancora su quella corsia e al 21’ raddoppiano. Su un traversone di Vescovi Rutigliano, fin lì impeccabile, sbaglia l’uscita e regala a Posniak un tap-in facile. Il Milan si getta in avanti con la forza della disperazione, ma il solo Scotti non può bastare a far male a una difesa praticamente perfetta. A cinque minuti dalla fine è ancora il Brescia a sfiorare il gol con il solito Vescovi, ancora da destra, che calcia fuori di poco.
Vittoria meritata per i ragazzi di Coltrini, che riscattano come meglio non avrebbero potuto fare la pesante sconfitta per 6-1 in casa con la Cremonese. Male, invece, i rossoneri, partiti bene, ma incapaci di reagire al gol del pareggio di Vescovi.

Un gol e un assist per Vescovi: è lui l’MVP del match

IL TABELLINO DI MILAN-BRESCIA 1-2
RETI (1-0, 1-2): 11’ Scotti (M), 3’ st Vescovi (B), 21’ st Posniak (B).
MILAN (4-2-3-1): Rutigliano 6, Guffanti 6.5, Grilli 6 (10’ st De Bonis 6), Vitali 6.5 (23’ st Raimondi sv), Parmiggiani 6.5, Magni 6.5, Scotti 7.5, Mancioppi 6 (15’ st Brescianelli 6), Martinazzi 6.5, Bonomi 6 (23’ st Perina sv), Sia 6.5. A disp.: Colazni. All. Merlo 6.
BRESCIA (4-2-3-1): Fusi 7, Baliani 7.5 (17’ st Belotti 6.5), Maffeis 7.5, Ghidoni 6.5, Savalli 7, Bedussi 7, Morstabilini 7.5, Vescovi 8.5, Posniak 8, Raia 7, Congia 7 (29’ st Righetti sv). A disp.: Bandera, Aversa, Caliendo, Faglia. All. Coltrini 8.
AMMONITI: 36’ Congia (B), 19’ st Maffeis (B).
ARBITRO: Murad di Cinisello 7 dirige la gara con tranquillità.
LE PAGELLE DEL MILAN
Rutigliano 6: decisivo nel primo tempo, ma pesa molto l’errore sul 2-1.
Guffanti 6.5: soffre poco Posniak e dalle sue parti il Brescia raramente passa.
Grilli 6: Morstabilini lo salta spesso ed è sulla sua fascia che gli ospiti creano i pericoli maggiori. (10’ st De Bonis 6).
Vitali 6.5: qualche imprecisione in fase di impostazione, ma nel primo tempo legge bene il gioco. (23’ st Raimondi sv).
Parmiggiani 6.5: primo tempo sempre a testa alta. Nel secondo tempo va in difficoltà anche lui, ma è la squadra a non girare.
Magni 6.5: da terzino non fa vedere palla a Congia, come mezzala perde troppi palloni sanguinosi.
Scotti 7.5: gol a parte, è l’unico rossonero a creare problemi al Brescia per tutti i 70 minuti.
Mancioppi 6: un primo tempo sufficiente, seguito da una ripresa in cui non fa il filtro giusto. (15’ st Brescianelli 6).
Martinazzi 6.5: fa molte sponde, dimostrando grandi doti tecniche.
Bonomi 6: dovrebbe illuminare la manovra, ma viene schiacciato dal centrocampo del Brescia. (23’ st Perina sv).
Sia 6.5: velocità e qualità sulla sinistra. Ha la colpa di sbagliare il gol del possibile 2-0.
Merlo 6: i suoi ragazzi giocano bene un tempo, poi la metamorfosi e la sconfitta meritata.

La foto del Milan, sconfitto tra le mura amiche

LE PAGELLE DEL BRESCIA
Fusi 7: protegge il risultato con una grande parata su Sia. Bene anche nelle uscite alte.
Baliani 7.5: salva la squadra dal tracollo con un salvataggio miracoloso. Contiene Sia come può.
17’ st Belotti 6.5: il suo ingresso cambia la partita. Sulla destra è sgusciante.
Maffeis 7.5: Scotti gli fa perdere la testa per un tempo. Poi prende le misure e giganteggia sulla fascia.
Ghidoni 6.5: partita di lotta in mezzo al campo. Non tira mai indietro la gamba.
Savalli 7: commette qualche errore all’inizio, ma si riscatta alla grande. Nel finale fa emergere tutta la sua grinta.
Bedussi 7: con Savalli forma una coppia difensiva molto rodata.
Morstabilini 7.5: a destra fa il bello e il cattivo tempo. Molto bene anche da terzino.
Vescovi 8.5: prende in mano il centrocampo con sicurezza da leader. A ciò aggiunge un gol e un assist.
Posniak 8: si muove su tutto il fronte offensivo, pressando i difensori avversari. Il gol è la giusta ricompensa.
Raia 7: protegge palla nei momenti difficili e usa la sua tecnica per far girare la palla.
Congia 7: Magni lo marca strettissimo, ma quando passa mezzala gli lascia campo per andare. (29’ st Righetti sv).
Coltrini 8: i suoi ragazzi riacciuffano il match con grande carattere.

Le parole del tecnico Coltrini
Le parole del tecnico Merlo

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli