Atalanta-Chievo Under 16
Davide Stabile, Atalanta U16
Risultato rotondo per l’Atalanta che regola 5-1 il Chievo. Fioretto decide ancora per il 3-5-2 visto anche a Udine imbottendo il centrocampo e affidandosi al duo offensivo formato da Stabile e Omar. Risponde con il 4-3-1-2 Baiocchi che punta sull’estro di El Hardoudi alle spalle di Bertini e Della Francesca. Partita viva già dalle prime fasi con un’Atalanta molto aggressiva in fase di pressing e un Chievo ordinato e rapido nelle ripartenze. Come accade al minuto 11 quando un lancio in profondità mette in difficoltà Guerini che scivola e agevola Bertini. Il 9, in situazione di due contro due, imbuca per Della Francesca che a tu per tu con Bertini si lascia ipnotizzare. Colpita dallo spavento l’Atalanta alza i giri del proprio motore innalzando la qualità delle proprie giocate, soprattutto sulla trequarti. Stabile, al 15′, dialoga con il suo partner d’attacco Omar che entra di prepotenza in area, mette a sedere un difensore con una finta e col mancino trafigge Boseggia. Il Chievo però non si scompone e prova a riacciuffare il match. Al 25′ azione avvolgente dei clivensi che fanno girare con intelligenza la sfera. Basili sul centro destra pesca splendidamente Bertini sul secondo palo che stoppa ma calcia addosso a Bertini. Il calcio è un gioco crudele e la solita legge del gol sbagliato gol subito si concretizza in un giro d’orologio. Perché sul capovolgimento di fronte l’Atalanta beneficia di un calcio d’angolo. La battuta di Truosolo è velenosa e genera un batti e ribatti nell’area piccola. All’improvviso sulla sfera si avventa, come un falco, Stabile che con il sinistro gonfia la rete. Gli ospiti dimostrano comunque di voler provare a far male provandoci anche al 36′ con Bertini ma la punta clivense, con un’azione personale, calcia sull’esterno della rete non impensierendo Bertini. Il secondo tempo è praticamente tutto a marca nerazzurra. La girandola di cambi, infatti, non basta al Chievo per riaprire i discorsi. Al 5′ minuto Omar sigilla la sua doppietta personale. Ndour rompe il muro della difesa e appoggia per l’11 che emula sostanzialmente l’azione del vantaggio superando con una finta stavolta Scalco e appoggiando in gol con il destro. L’Atalanta crea anche più di quanto in realtà concretizzi perché attorno al 20′ prima Stabile e poi Ndour arrivano poco lucidi dalle parti di Boseggia calciando rispettivamente fuori e addosso all’estremo difensore clivense. Al 28′ moto d’orgoglio di Bertini, ex Giana Erminio, che si guadagna dal nulla un calcio di rigore. Il 9 sfonda di forza sulla sinistra e appena dentro l’area viene messo giù da Oliveri. Dal dischetto è freddo l’attaccante del Chievo trovando l’angolino alla sinistra del portiere. A tempo scaduto c’è tempo anche per il poker e la manita ad opera di Vitucci che dunque entra dalla panchina col piede caldo. Prima perde una palla sanguinosa El Hardoudi sulla trequarti campo, Cellerino imbuca per il 19 che con un tocco sotto infila il portiere. Dopo altro errore in disimpegno con l’attaccante atalantino che ne approfitta e sfonda la rete.
ATALANTA-CHIEVO 5-1
Reti (3-0, 3-1): 15′ Omar (A), 26′ Stabile (A), 5′ st Omar (A), 28′ Bertini (C), 43′ st Vitucci (A), 44′ st Vitucci (A).
Atalanta (3-5-2): Bertini, Ardenghi (7′ st Oliveri), Regonesi (25′ st Monterosso), Guerini, Truosolo (18′ st Tieri), Colombo, Biral, Ndour (25′ st Agliardi), Stabile (25′ st Lo Giudice), Muhameti (18′ st Cellerino), Omar (7′ st Vitucci). A disp. Maglieri, Favero. All. Fioretto
Chievo (4-3-1-2): Boseggia, Scalco (25′ st Trevisan), Egharevba, Matteucci (20′ Cordioli) Bura, Signorini (7′ st Grandi), Antolini (30′ st Martini), Basili (25′ st Mazzi), Bertini, El Hardoudi, Della Francesca (1′ st Cavalieri). A disp. Maimihai, Bianconi, Zani. All. Baiocchi
Arbitro: Fichera di Milano 8 Direzione impeccabile. Sul rigore si fa trovare pronto.
Ammoniti: Basili (C), Truosolo (A).
PAGELLE ATALANTA (3-5-2)
Bertini 7 Bravo a farsi trovare pronto nelle due occasioni del secondo tempo.
Ardenghi 6.5 Attento in marcatura su Bertini nella prima frazione. Lo perde l’unica volta in cui può essere realmente letale. (7′ st Oliveri)
Regonesi 7 Spesso l’azione parte da lui. Sbaglia veramente pochissimo. (25′ st Monterosso).
Guerini 7 Diligente, è il guardiano della difesa.
Truosolo 6.5 Spinge tanto, gli manca però la lucidità per essere pericoloso nell’ultimo terzo di campo. (18′ st Tieri).
Colombo 7 In cabina di regia imposta qualsiasi azione con eleganza e precisione.
Biral 6.5 Qualche conclusione senza senso da lunga distanza. Per il resto è una spina continua sulla destra. (25′ st Agliardi)
Ndour 7.5 Tecnicamente indiscutibile. Sulla trequarti avversaria banchetta organizzando il suo personalissimo spettacolo.
Stabile 7 Segna in mischia da tipico rapace d’area. (25′ st Lo Giudice).
Muhameti 6.5 Non una prestazione scintillante ma ampiamente sufficiente. (18′ st Cellerino).
Omar 8 Due gol perla. Sbalorditivo per la facilità con la quale dribbla gli avversari. (7′ st Vitucci).
All. Fioretto 8 Seconda vittoria. Atteggiamento super da parte di tutti.
PAGELLE CHIEVO (4-3-1-2)
Boseggia 6.5 Leader in campo. Cinque gol sono tanti ma di colpe ne ha poche.
Scalco 6 In difficoltà sulle discese di Truosolo. (25′ st Trevisan).
Egharevba 6.5 Non soffre tanto su Biral che dalla sua parte non ha molte chance per sfondare.
Matteucci sv.(20′ Cordioli 6 Entra in punta di piedi. Prova spesso la giocata facile, serve più coraggio).
Bura 6.5 Ha dalla sua Stabile che tiene bene a bada.
Signorini 6 Omar è un osso duro. Quando pensa di poterlo anticipare, ecco che si deve ricredere. (7′ st Grandi)
Antolini 6 Sovrastato completamente da Ndour. (30′ st Martini)
Basili 6.5 Tanto dinamismo in mezzo al campo, ma nulla di più. (25′ st Mazzi)
Bertini 7 L’ultimo ad arrendersi. Il gol è il giusto premio.
El Hardoudi 6 Ci si aspetta di più da lui soprattutto quando gioca tra le linee.
Della Francesca 6 Nervoso. Spreca l’occasione nel primo tempo che poteva indirizzare la partita in un altro modo. (1′ st Cavalieri)
All. Baiocchi 6.5 La squadra non si scompone nonostante il doppio svantaggio del primo tempo. Ma si disunisce nel secondo.
INTERVISTE ALLENATORI:

 


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.