24 Ottobre 2020 - 13:59:07
sprint-logo

Atalanta – Inter Under 16: doppio Sarr abbatte la Dea

Le più lette

Le società scendono in piazza, era ora: all’iniziativa del Mapello aderisce anche l’Accademia Isola Bergamasca. Avanti tutta

Questa la lettera del presidente dell'Accademia Luigi Maffeis che ha inoltrato a tutti i suoi tesserati per dare il...

Piemonte: fermi provinciali, scuola calcio e Terza Categoria

E' di stamattina l'ufficialità da parte del comitato regionale piemontese e valdostano: si fermano tutti i campionato di carattere...

Arconatese, Bienate è la nuova casa degli oroblù. Il racconto di Marco Rossi

Da quest'anno l'Arconatese ha una nuova "casa"; tutto il settore giovanile e la Scuola Calcio oroblù si sono trasferiti...

Sorride all’Inter il derby tutto nerazzurro contro l’Atalanta. I ragazzi di Bonacina si impongono infatti a Zingonia per 2-0 grazie alla doppietta di Sarr, che all’inizio ed alla fine del primo tempo trova due deviazioni vincenti su calcio d’angolo. A contorno però tante altre occasioni per i nerazzurri milanesi, che si dimostrano più compatti in campo e si rilanciano quindi nelle zone nobili della classifica. Primo stop, e prima partita senza riuscire a segnare, per l’Atalanta di Fioretto, che perde anche il primato in classifica ai danni della SPAL, ma con la partita da recuperare domenica prossima contro il Cagliari che potrà ridare la vetta alla Dea. Atalanta che si dispone in campo con un 3-5-2, con Truosolo e Biral a tutta fascia sugli esterni e la coppia Vitucci-Omar in attacco; 4-3-3 d’ordinanza invece per l’Inter, con Sarr a fare da riferimento in avanti e Semenza e Menegatti pronti ad inserirsi sugli esterni. Primi dieci minuti di studio, con l’Atalanta che gestisce il possesso palla senza alzare troppo i ritmi e l’Inter compatta nella propria trequarti e pronta a ripartire. A sbloccare la situazione poi, come spesso capita, ci pensa una palla inattiva: corner di Bonavita dalla sinistra, sul primo palo sbuca Sarr che trova la deviazione vincente (con un leggero tocco di Guerini) per il vantaggio interista. Il vantaggio permette poi ai milanesi di serrare ancora di più le tre linee, con la Dea che fatica a trovare spazi di manovra nella trequarti interista. Basta un errore in impostazione atalantino per permettere all’Inter di ribaltare immediatamente il fronte d’attacco, con Semenza che poco prima del 20’ ha due buone occasioni per il raddoppio. Nell’altra metà campo l’Atalanta colleziona calci piazzati, senza però riuscire da Bonucci, con l’occasione migliore che nasce da una seconda palla conquistata su azione d’angolo e la testa di Biral su invito di Regonesi che centra la parte alta della traversa. L’uomo più in forma per la Dea, Omar, si dimostra poi poco lucido nelle occasioni decisive: al 24’ è bravo a saltare Zambelli in area, ma poi lezioso a cercare il dribbling di troppo su Bonucci che lo ferma in scivolata, poi al 27’ si addormenta sul più bello su perfetto invito di Vitucci. L’Inter non sta invece a dormire, e prima sfiora il raddoppio sull’asse Motti-Pelamantti, poi al 40’ il raddoppio lo trova con un’azione fotocopia del primo e Sarr ad esultare nuovamente insieme ai compagni. Fioretto inserisce Stabile ad inizio ripresa per uno spento Oliveri, passando al 4-3-1-2 con Biral terzino e Omar trequartista. La morsa Atalantina dura però troppo poco, meno di un quarto d’ora, e senza produrre occasioni rilevanti se non un colpo di testa di Stabile alto su invito di Truosolo. A metà ripresa esce poi nuovamente la maggiore lucidità interista, che a campo aperto crea numerose occasioni per chiudere il match. Semenza al 21’ impegna Maglieri in diagonale, bravo ad opporsi, ma ancor più bravo il portiere bergamasco lo è al 29’, quando devia di quel tanto che basta per mandare la conclusione a botta sicura di Semenza sul palo interno. Poco importa però, l’Inter si impone lo stesso con merito sul campo della (ex) capolista.

IL TABELLINO DI ATALANTA – INTER UNDER 16

ATALANTA – INTER 0-2
RETI: 10’ Sarr (I), 40’ Sarr (I).
ATALANTA (3-5-2): Maglieri 7, Oliveri 5.5 (1’ st Stabile 6), Regonesi 6, Guerini 6, Truosolo 6, Colombo 6.5, Biral 6 (25’ st Ardenghi 6), Ndour 6, Vitucci 6, Muhameti 6.5, Omar 5.5 (38’ st Lo Giudice sv). A disp. Pasqualini, De Palma, Monterosso, Cellerino, Invernizzi. All. Fioretto 6.
INTER (4-3-3): Bonucci 6.5, Marocco 6, Perin 6 (34’ st Clerici 6), Bonavita 6.5, Nava 6, Zambelli 6, Menegatti 6.5, Motti 6.5, Sarr 7.5, Pelamatti 6.5, Semenza 7. A disp. Raimondi, Silba, Bailo, Grieco, Ortelli, Moratti, Uberti, Curatolo. All. Bonacina 7.
AMMONITI: Truosolo (A), Perin (I), Ndour (A), Bonucci (I).
ARBITRO: Vacca di Saronno 6. Più autoritario che autorevole, dirige però senza troppi patemi il match.
ASSISTENTI: Longoni di Seregno, Stracquadaini di Seregno.

 

L’arbitro Vacca di Saronno coadiuvato dagli assistenti Longoni e Stracquadaini di Seregno.

LE PAGELLE DI ATALANTA – INTER UNDER 16

ATALANTA (3-5-2)
All. Fioretto 6 La squadra tiene il possesso del pallone ma non riesce a cambiare di ritmo, primo ko.
Maglieri 7 Non ha colpe sui gol subiti, si fa trovare sempre pronto sulle altre occasioni interiste.
Oliveri 5.5 Dalle sue parti Semenza e Pelagatti si dimostrano brutti clienti, out dopo il 40’ (1’ st Stabile 6).
Regonesi 6 Anticipato secco sul 2-0 da Sarr, per il resto pochi errori ed un buon cross per la testa di Biral.
Guerini 6 Forse una deviazione che spiazza Maglieri sul primo gol, imposta da dietro con precisione.
Truosolo 6 Arrembante a sinistra, suoi infatti i cross più pericolosi, a volte però un po’ troppo irruente.
Colombo 6.5 Smista bene i palloni che gli recapitano i compagni, non trova però il guizzo vincente.
Biral 6 Sua l’occasione più pericolosa per la Dea, traversa, per il resto match altalenante (25’ st Ardenghi 6).
Ndour 6 Impegna Bonucci su calcio piazzato, per il resto non sempre lucidissimo nelle giocate in mediana.
Vitucci 6 Non riesce a concludere, e gira spesso troppo lontano dalla porta; suo un bell’assist per Omar.
Muhameti 6.5 Si muove molto sull’out di destra, dialogando bene palla a terra con i compagni.
Omar 5.5 Grande potenziale tecnico unito a momenti di appannamento, da rivedere (38’ st Lo Giudice sv).

 

La formazione dell’Atalanta prima del match contro l’Inter.

INTER (4-3-3)
All. Bonacina 7 Non regala nulla all’Atalanta, anzi la aggredisce con lucidità trovando tre punti meritati.
Bonucci 6.5 Non deve compiere grandi interventi ma si dimostra molto reattivo nelle uscite alte e basse.
Marocco 6 Si concede poche sgroppate ma tiene bene la posizione e non lascia spazi agli avversari.
Perin 6 Buone percussioni sull’out di sinistra, gli manca però l’ultimo tocco per i compagni (34’ st Clerici).
Bonavita 6.5 Partita difficile per giocare palla a terra, gestisce però bene i pochi palloni che gli girano.
Nava 6 Rischia in copertura su Vitucci, poi però prende bene le misure agli attaccanti bergamaschi.
Zambelli 6 Omar gli fa girare la testa di tanto in tanto, lui però non la perde e difende sempre con ordine.
Menegatti 6.5 Buoni inserimenti partendo largo da destra, pecca di precisione al momento di concludere.
Motti 6.5 Recupera tantissimi palloni in mediana, corre moltissimo e quindi perde lucidità sotto porta.
Sarr 7.5 Non tocca molti più palloni di quelli che trasforma in gol, al posto giusto al momento giusto.
Pelamatti 6.5 Partita di qualità e quantità per il Capitano, conduce i suoi al successo con buona personalità.
Semenza 7 Sfiora più volte il colpo del ko nella ripresa, si dimostra imprendibile quando ha lo spazio.

 

I ragazzi di Bonacina in posa a Zingonia.

LE INTERVISTE DEL DOPO GARA: MARCO FIORETTO (ATALANTA)
LE INTERVISTE DEL DOPO GARA: GABRIELE BONACINA (INTER)

Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli