Questo è un articolo PREMIUM che abbiamo deciso di rendere di libera consultazione per spiegare ai nostri lettori i vantaggi di diventare un abbonato del giornale. Questa partita infatti, per i nostri lettori, è disponibile già la domenica sul sito.

«È stata una buona gara contro un Parma che ha sempre provato a giocare. Siamo stati positivi in entrambe le fasi, sia nella costruzione e nella finalizzazione, sia in copertura». Così Paolo Beruatto, allenatore della Juventus, al termine della gara vinta con il Parma. 3-0 importante che proietta i bianconeri sempre più in vetta alla classifica, centrando così il quarto successo consecutivo. Solidità, chiusure ermetiche in difesa unite alle straordinarie qualità nel reparto avanzato: è stato questo il copione della partita dei bianconeri. Due emozioni scuotono subito la partita: Turicchia sfiora il palo con un mancino in diagonale, Ruggeri risponde con un tiro-cross che non trova compagni liberi. La Juve continua a premere sull’acceleratore, andando molto vicino al vantaggio prima con il destro alto di Chibozo, poi il calcio d’angolo direttamente verso la porta di Salducco. L’1-0 diventa realtà alla mezz’ora, quando Chibozo indirizza nell’angolino il calcio di punizione telecomandato di Miretti, bucando i guantoni di un incolpevole Bukova. Il sipario sul primo tempo cala con un’altra emozione a tinte bianconere, questa volta targata Giorgi, il cui tap-in a botta sicura viene murato sulla linea da Ruggeri. Nella ripresa, i padroni di casa amministrano il vantaggio, contenendo con granitica solidità gli attacchi dei ducali. Al momento opportuno, però, un uno-due micidiale chiude a doppia mandata l’incontro. Bonetti raddoppia con un poderoso colpo di testa da posizione ravvicinata, a sublimare il perfetto traversone di Mulazzi. 16^ rete in campionato per l’attaccante, alla ricerca della vetta della classifica marcatori perduta. Due giri d’orologio dopo, Omic cala anche il tris. Prima meraviglia in Italia per il centrocampista austriaco, arrivato a gennaio dal Red Bull Salisburgo. Inserimento con i tempi giusti e tocco morbido da rapace a fulminare Bukova e consegnare le chiavi dei tre punti alla Juventus.

TABELLINO
Juventus-Parma 3-0

Reti: 31′ Chibozo (J), 26′ st Bonetti (J), 28′ st Omic (J).
Juventus (4-3-3): Basso Palmiero 6, Savona 6.5 (14′ st Mulazzi 7), Turicchia 6.5 (30′ st Mauro sv), Salducco 6.5, Fiumanò 7 (30′ st Giorcelli sv), Saio 6.5, Chibozo 7.5, Omic 7.5 (30′ st Andreano sv), Bonetti 7 (30′ st Lofrano sv), Miretti 7 (18′ st Pisapia 6), Giorgi 6.5 (1′ st Bevilacqua 6.5). A disp. Oliveto, Ferraris. All. Beruatto 7.5.
Parma (4-2-3-1): Bukova 6.5, Lasagni 5.5, Ruggeri 6.5, Benassi 6, Aissaoui 6.5 (35′ st Manghi sv), Ferrari 6.5, Campaniello 5.5 (18′ st D’Alpa 5.5), Bonacini 6 (35′ st Bolzoni sv), Lusha 5.5, De Rinaldis 6 (40′ st Rudi Bonotti sv), Sementa 6. A disp. Frattini, Ghisoni, Marzoli, Zucconi. All. Monguzzi 6.5.
Arbitro: Longo di Cuneo  7.
Ammoniti: 16′ Fiumanò (J).

PAGELLE JUVENTUS
Basso Palmiero 6
Dà sicurezza.
Savona 6.5 A destra con personalità. 14′ st Mulazzi 7 Assist vincente.
Turicchia 6.5 Svolge con grande diligenza entrambe le fasi di gioco.
Salducco 6.5 Dirige lui la sinfonia.
Fiumanò 7 Arma letale quando si sgancia in avanti nei calci d’angolo.
Saio 6.5 Concede soltanto le briciole agli attaccanti del Parma. Muro.
Chibozo 7.5 Cos’altro aggiungere? Il giocatore brilla davvero di luce propria.
Omic 7.5 Battesimo di fuoco. Trova il primo gol all’esordio in bianconero.
Bonetti 7 Killer instinct sotto porta: di testa difficilmente sbaglia. Cecchino.
Miretti 7 Disegna una parabola magica a baciare la testa di Chibozo. 18′ st Pisapia 6 Mette ordine in mediana.
Giorgi 6.5 Quanti pericoli con i suoi lampi… 1′ st Bevilacqua 6.5 Impatto devastante. Un vero talento puro.
All. Beruatto 7.5 Vetta blindata. Zero rischi difensivi e qualità nel palleggio.