Con cattiveria e determinazione i risultati arrivano. Il Torino Under 16 torna a fare punti pareggiando in casa contro la Lazio quarta forza del campionato e lo fa con una rimonta clamorosa. I granata hanno saputo recuperare due gol di svantaggio grazie alla doppietta di Della Valle nel secondo tempo. C’è da dire che i torelli non hanno mai fatto mancare la cattiveria agonistica in campo, ma oggi hanno messo in mostra tutta la voglia di mettere fine al filotto di sconfitte consecutive.

PRIMO TEMPO – Questa volontà la si è vista sin dal primo minuto, perché i ragazzi di Fioratti hanno saputo partire con il piede giusto, mettendo sotto pressione una Lazio che partiva nettamente favorita. Al 3′ è subito pericoloso Pino, che va vicinissimo al gol del vantaggio, ma la sua conclusione viene fermata sulla linea di porta. La Lazio non si nasconde e prova a rispondere colpo su colpo rendendo così l’avvio di gara parecchio vibrante. Nonostante le due squadre fossero già da subito parecchio lunghe, oltre alla conclusione di Pino, le occasioni da gol non fioccano e a sbloccare il match è stato l’episodio. Pino sfugge sulla sinistra ed entra in area di rigore venendo steso da Bedini. Per il direttore di gara non ci sono dubbi e decreta il penalty. Sul dischetto a presentarsi è Vaiarelli, che con grande freddezza spiazza l’estremo difensore biancoceleste. Il gol dà la scossa alla Lazio, che prende in mano la gara e il Torino di conseguenza si abbassa lasciando troppo spazio alle iniziative degli ospiti. Inevitabile dunque il pareggio, che arriva al 27′ con una gran botta la volo da fuori area di Mancini. Qualche responsabilità in questa occasione per Palano, che accompagna con lo sguardo la sfera, senza provare fino in fondo a salvare il risultato. In questo momento della gara la Lazio sta decisamente meglio e neanche un minuto dopo il pareggio riesce a portarsi subito in vantaggio. Crespi danza sulla sfera e si libera al tiro, la sua conclusione trova la respinta di Palano, ma sulla ribattuta il più veloce è Napolitano, che insacca con grande facilità la rete del 2-1. L’uno-due micidiale dei biancocelesti toglie consapevolezze e abbatte il morale dei granata, che provano a reagire, ma non riescono a trovare le giuste giocate.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione inizia nel peggiore dei modi per i ragazzi di Fioratti, perché dopo appena un minuto la Lazio allunga le distanze. Crespi ancora una volta riesce a saltare con facilità i difensori granata e viene steso in area di rigore, conquistandosi così un penalty, che viene battuto da Mancini. Il 4 biancoceleste riesce a trasformare il rigore, nonstante Palano avesse intuito la direzione. I torelli, però, hanno iniziato la ripresa con la giusta mentalità e dopo qualche minuto di sbandamento, riesocno a prendere le redini della partita. Nonostante il forcing, i granata non riescono a trovare la rete per accorciare le distanze. Merito dei baincelesti, bravi a chiudere ogni spiraglio e rendendo innocue le iniziative granata affidate alle giocate di Vaiarelli. Proprio il fantasista granata diventa protagonista alla metà del secondo tempo, quando con un tocco delicato serve sulla testa di Della Valle la palla del 2-3 e il difensore non se l’è fatta sfuggire. Passano appena 6 minuti e il centrale di Fioratti trova un’incredibile doppietta e regala – con l’ennesimo stacco perentorio – il pareggio ai granata. Nel finale il Torino si spinge in avanti e inizia a mettere in seria difficoltà la Lazio, ma l’occasione più grande capita proprio agli ospiti, che non approfittano un’incomprensione tra Rettore e Palano.

TORINO-LAZIO IL TABELLINO

Torino – Lazio 3-3

RETI (1-0, 1-3, 3-3): 17′ rig. Vaiarelli (T), 27′ Mancini (L), 28′ Napolitano (L), 1′ st rig. Mancini (L), 22′ st Della Valle (T), 28′ st Della Valle (T).

AMMONITI: 15′ Bedini (L), 24′ Bonelli (T), 1′ st Della Valle (T), 7′ st Ruggeri (L), 44′ st Quaresima (L).

TORINO (4-3-3): Palano 5.5, Barbagiovanni 6, Cesari 6 (15′ st Ceriali 6.5), Della Valle 8, Vinotti 6.5 (15′ st Toma 6.5), Rettore 6.5, Maniscalco 7, Azizi 6, Bonelli 6 (38′ st Furlan sv), Vaiarelli 7 (38′ st Garello sv), Pino 7. A disp. Mora, Sarnelli, Spadafora, Barracane, Cafà. All. Fioratti 7.

LAZIO (4-2-3-1): Morsa 6, Bedini 6.5 (37’st Nannini sv), Quaresima 6, Mancini 8, Ruggeri 7, Del Mastro 7, Marafini 6.5 (33′ st Serafini sv), Rossi 6 (33′ st Milani sv), Crespi 6.5, Napolitano 6.5, Legnante 7 (24′ st Carboni 6). A disp. Sternini, Vecchi, Perazzolo, Nori, Amadei. All. Alboni 6.

ARBITRO: Pietro Campazzo di Genova  6.

TORINO-LAZIO LE PAGELLE

Palano 5.5 Qualche responsabilità sul primo gol. Nel finale non si intende con Rettore e rischiano di combinare rovinare la rimonta.

Barbagiovanni 6 Dalle sue parti giganteggia Legnante, lui ci mette anima e corpo per fermarlo.

Cesari 6 Molto attento a non far passare nessuno. Gara molto complicata. 15′ st Ceriali 6.5 Dà la svolta sulla sinistra, supportando alla grande Vaiarelli.

Della Valle 8 È senza ombra di dubbio l’eroe di giornata. La sua doppietta permette ai granata di tirare una boccata d’ossigeno.

Vinotti 6.5 Lotta in mezzo al campo. Qualche errore in disimpegno, ma tutto sommato prestazione positiva. 15′ st Toma 6.5 Il suo ingresso cambia la partita. Dà più peso in avanti ai granata.

Rettore 6.5 Rischia la frittata con Palano. Per il resto buona gara che dimostra ancora una volta la sua crescita.

Maniscalco 7 In campo impressiona per la sua umiltà. Corre senza sosta dal primo all’ultimo minuto e recupera un’infinità di palloni.

Azizi 6 È una partita complicatissima dal punto di vista fisico, lui prova a dire la sua.

Bonelli 6 Impegno e dedizione non mancano. Più impegnato in fase di non possesso. 38′ st Furlan sv

Vaiarelli 7 Nel secondo tempo sale in cattedra e semina il panico. Gol e assist per lui. 38′ st Garello sv

Pino 7 Sfugge più volte sulla destra, quando accelera è imprendibile.

All. Fioratti 7 La sua squadra ha carattere. Il suo lavoro è complicato, ma con pazienza e dedizione potranno arrivare i risultati attesi.

LAZIO

Morsa 6 Di base non è chiamato a grandi interventi.

Bedini 6.5 Tiene bene la posizione e si oppone a Vaiarelli. 37’st Nannini sv

Quaresima 6 Pino riesce a passare con troppa facilità da quelle parti.

Mancini 8 Doppietta che manda in estasi la Lazio. Il primo gol è una perla.

Ruggeri 7 Tiene bene Bonelli e Toma. Un difensore quasi insuperabile.

Del Mastro 7 Come il compagno di reparto. Quando il Toro prova ad attaccare sbatte spesso contro un muro.

Marafini 6.5 Dà equilibrio alla squadra. Buone transizioni. 33′ st Serafini sv

Rossi 6 Fisicamente è devastante, bella la sua sfida con Azizi. 33′ st Milani sv

Crespi 6.5 Fa sempre la stessa finta ed è spesso efficace. Risultato: un tiro che porta al tapin di Napolitano e il rigore conquistato in avvio di ripresa.

Napolitano 6.5 Gol di tapin che porta al ribaltone laziale. Si accende a sprazzi.

Legnante 7 È il più pericoloso in avanti. Dalle sue idee nascono le principali occasioni. 24′ st Carboni 6 Entra in un momento complicato e non riesce a incidere.

All. Alboni 6 La Lazio è una squadra ben costruita e solida. I due gol subiti da angolo, però, sono la pecca della partita contro il Torino. I biancocelesti hanno un predominio fisico tale, che non dovrebbero subire certe reti.