Massaro e Siciliano
Massaro e Siciliano

Ormai è fatta. Il Novara vince per 2-0 sul campo della Giana Ermino ottenendo così la decima vittoria consecutiva e, in pratica, l’ipoteca sul campionato. Solo la matematica regala infatti qualche chance al Vicenza, obbligato a vincere ogni match da qui alla fine e sperare in 4 ko consecutivi della capolista, ad oggi unica squadra ancora imbattuta; un’utopia più che una speranza. Anche perché la squadra di Banchieri in queste 12 partite si è dimostrata una corazzata, con solo 6 gol subiti e ben 7 clean sheet da parte di Spada e compagni. La Giana Erminio ha venduto cara la pelle, soprattutto nella ripresa, ma non è bastato. Pronti via e al 7’ comincia la sfida nella sfida tra Fusto e Massaro, con il primo a ricevere in profondità da Lorenzi e il secondo a respingere sul diagonale. Ancora Fusto ci prova al 19’, approfittando dello scontro tra Prandini e Ragazzini, ma Massaro si fa trovare ancora pronto. La Giana ci prova al 22’ sugli sviluppi di un corner, ma capitan Manzoni non trova lo specchio col destro al volo. Nel finale di frazione grande paura per Pagani, che finisce contro le recinzioni ed è costretto ad abbandonare (probabile frattura alla mano per lui). Ad inizio ripresa entra Paglino, a cui bastano meno di 3 minuti per sbloccare il match: cross di Bombino dalla sinistra, la palla giunge a Paglino sul secondo palo che di testa scavalca Massaro, Prandini salva ma per l’arbitro Aloise quando la palla aveva già superato la linea: è gol. La reazione della Giana è immediata: cross dalla destra di Manzoni e Falleni di testa sfiora il palo lontano. Pomer e Kourouma non trovano lo specchio al 7’ sugli sviluppi di un’azione orchestrata da Falleni, che al 9’ invece spara alto da ottima posizione. I numerosi cambi placano poi la verve del match, con il Novara che si riorganizza e al 23’ sfiora il raddoppio con Siciliano, il cui tocco non trova lo specchio. Oggionni sfiora il pari al 31’, impegnando di testa Spada. Sulla ripartenza però il Novara chiude i conti: Ghislanzoni stende in area Siciliano, rimediando così il secondo giallo e il penalty; dal dischetto Bombino chiude il match e, in pratica, il campionato.

PAGELLE GIANA ERMINIO (4-4-2)
All. Fajdiga 6.5 Buona la reazione, è mancato il gol.
Massaro 7 Evita un passivo peggiore, grandi parate nel finale.
Possenti 6 Fatica a contenere su Pellegrini. (15′ st Previtali 6).
Triberti 6.5 Prestazione di grandissima sostanza, onnipresente.
Moro 6 Non riesce a emergere.
Prandini 6.5 Forse salva sul gol di Paglino, lotta fino alla fine.
Ragazzini 6 Qualche difficoltà nell’uno contro uno con Fusto.
Manzoni 6 Poche incursioni offensive, non brilla più di tanto.
Kourouma 6.5 Buon passo ad inizio gara, poi il calo insieme al resto della squadra. (15′ st Oggionni 6).
Pomer 6 Buoni i movimenti, meno le conclusioni verso la porta.
Rizzi 5.5 Prestazione opaca. (1′ st Ghislanzoni 5 La sua espulsione chiude il match).
Falleni 6.5 Non trova lo specchio ma cresce nella ripresa.

PAGELLE NOVARA (4-3-3)
All. Banchieri 7 Sarebbe da 10, come le vittorie di fila.
Spada 6 Impegnato solo da Oggionni nel finale, ma è attento.
Abri 6 Costretto sulla difensiva da Kourouma. (10′ st Moracchioli 6).
Baldi 6.5 Garantisce sovrapposizioni in avanti. (35′ st Argilli 6).
Bombino 7.5 Metronomo della squadra, letale dal dischetto.
Lorenzi 6.5 Concede pochissimo agli avanti padroni di casa.
Favia 6.5 Sfiora il gol del vantaggio, ottima prova dietro.
Pagani 6 Poco protagonista prima del crack, in bocca al lupo! (1′ st Paglino 7.5 Subito a segno per i suoi, provvidenziale).
Siciliano 6.5 Guadagna il rigore.
Fusto 6.5 Perde la sfida-gol con Massaro. (21′ st Gheller 6.5).
Pellegrini 7 Fa male alla Giana nella ripresa. (35′ st Ballone 6).
Iannucci 6 Non riesce a rendersi protagonista. (10′ st Pinotti 6.5).
DIRIGENTE: Gangi.

LE INTERVISTE: ASCOLTA BANCHIERI


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.