6 Luglio 2020 - 02:26:50

Brescia-Atalanta Under 17: orobici vincenti per 4-1 e ancora imbattuti

Le più lette

France Sport all’insegna della continuità: il 2020/21 sarà la stagione che porterà i Regionali?

Panchine definite alla France Sport Maccagno del presidente Marco Franceschetti. Confermati tutti i tecnici

Lumezzane Eccellenza, si separano le strade della società e di Quaresmini

Giunge al termine l'avventura di Andrea Quaresmini sulla panchina del Lumezzane. Il tecnico, capace di guidare i rossoblù a...

Muggiò Promozione, presentato Luca Polledri: classe ’96, arriva dal Cavenago

Luca Polledri è un nuovo giocatore del Muggiò. Difensore classe 1996, arriva dal Cavenago che ha appena vinto il...

Decima vittoria su dieci partite per la sensazionale Atalanta di Bosi, che si impone per 4-1 sul campo del Brescia. L’approccio iniziale è tutto degli uomini di Aragolaza però, che sfiorano il vantaggio al 2′ con un tiro di Del Barba in contropiede. Il grande pressing e l’aggressività delle rondinelle mette inizialmente in difficoltà l’Atalanta, che adotta un atteggiamento spregiudicato In attacco invece gli uomini di Bosi interpretando il 3-5-2 del proprio tecnico in modo molto interscambiabile, in cui i giocatori non hanno un vero e proprio ruolo ma giostrano molto liberi. I bergamaschi, smaltita l’empasse iniziale, si appropriano del pallino del gioco attaccando velocente e sempre ad un tocco. Al 13′ gli orobici passano in vantaggio con Mehic A, che dopo aver impattato sul portiere di testa su cross di Bonfanti, si riscatta segnando sulla corta ribattuta dello stesso Prandini. I giocatori dell’Atalanta non danno punti di riferimento ai bresciani che non riescono a chiudere sulle folate offensive degli avversari. Il Brescia dal canto suo non riesce ad amministrare il pallone a centrocampo, ingabbiati dalla densità imposta dagli avversari. L’Atalanta arriva con continuità vicino alla rete del pareggio ma il Brescia riesce, almeno per il momento, a reggere. Dalla mezz’ora i padroni di casa cercano di prendere campo e possesso palla dando l’impressione di esser ancora vivi nonostante la grande pressione subita in questo primo tempo. Al 35′ conferma la sensazione Danesi, che colpisce di testa da posizione defilata trovando la respinta sulla linea di un difensore appostato. Al 40′ arriva il raddoppio che stoppa immediatamente le velleità bresciane. Il gol viene segnato da Giovane, autore di una bellissima parabola direttamente da calcio di punizione dal limite dell’area. L’ultima emozione del primo tempo è il gol del 3 0: Ceresoli giostra sulla sinistra lascia in area per il solito Mehic A che a sua volta appoggia per Falleni, il quale spedisce il pallone sotto la traversa. Nel secondo tempo Aragolaza adotta un atteggiamento più offensivo per dare la carica. Del Barba arriva subito al tiro al primo minuto dopo una bella azione corale sulla sinistra, Vismara però è attento e risponde presente. Gli episodi condannano nuovamente il Brescia che capitola al 11′ per la quarta volta col gol di Oliveri. Questa volta la punizione è sul centrodestra e il centrocampista orobico disegna una parabola perfetta che finisce sotto la traversa. Intorno al quarto d’ora la partita vive una fase di stanca in cui gli ospiti abbassano i ritmi addormentando la gara. Sugli sviluppi di un corner Del Barba viene atterrato in area: per l’arbitro è senza dubbio rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso numero 9 che spiazza Vismara per il gol della bandiera. Gli ultimi venti minuti scorrono lentamente fino al fischio finale che cala il sipario sull’ennesima grande prova degli atalantini, autori di un inizio di stagione fenomenale.

IL TABELLINO DI BRESCIA-ATALANTA UNDER 17

BRESCIA-ATALANTA 1-4

RETI (0-4; 1-4): 13′ Mehic A (A), 40′ Giovane (A), 45′ Falleni (A), 11′ st Oliveri (A), 26′ st Del Barba (Bs).

BRESCIA (5-3-2): Prandini 6, Boafo 6 (dal 1′ st Bacchin 6.5), Danesi 6.5, Moja 6.5, Maccherini 7, Castelnuovo 6.5 (dal 20′ st Cristini 6.5), Castellini 6 (dal 1′ st Bianchetti 7), Bertoni 6.5 (dal 26′ st Caruso 6.5), Del Barba 7, Mor 6.5, Trezza 6.5 (dal 26′ st Forlani 6.5). A disp. Gandini, Cristini, Bianchetti, Caruso, Bacchin, Forlani.

All. Aragolaza 6.5 Dir.

ATALANTA (3-5-2): Vismara 7, Bonfanti 7.5 (dal 36′ st Moraschi s.v.), Grassi 7, Mehic A 8.5, Scalvini 7, Berto 7.5, Ceresoli 7 (dal 27′ st Diaby 6.5), Giovane 7.5, Rosa 6.5 (dal 27′ st Polloni 6.5), Oliveri 8 (dal 36′ st Mehic D s.v.), Falleni 7.5 (dal 36′ st Lozza s.v.). A disp. Sassi, Moraschi, Diaby, Zuccon, Mehic D, Polloni, Lozza, Pagani.

All. Bosi 7.5 Dir.

ARBITRO: Ceriello sez. Chiari 6.5 Gestisce con tranquillità una partita con molti contrasti e episodi.

ASSISTENTI: Neri e Aurelio Benvenuto sez. Busto Arsizio. 

AMMONITI: 11′ Moja (Bs), 34′ Mor (Bs), 3′ st Danesi (Bs), 30′ st Bacchin (Bs). Aragolaza (Tecnico bs).

PAGELLE BRESCIA

Pagelle Brescia

Prandini 6 Ha delle responabilità sui gol che arrivano da calcio di punizione.

Boafo 6 Gioca un primo tempo un pò anonimo venendo sostituito. Dal 1′ st Bacchin 6.5 Non si risparmia.

Danesi 6.5 Sfiora il gol del pareggio nel primo tempo. Per il resto non sfigura.

Moja 6.5 Gioca una partita pulita considerando che dal 10′ viene ammonito.

Maccherini 7 Ultimo a mollare dei suoi marca molto bene lo spento Rosa.

Castelnuovo 6.5 Fa enorme fatica nella prima mezz’ora. Esce alla lunga. Dal 20′ st Cristini 6.5 Venti minuti e qualcosa di più di sostanza-.

Castellini 6 Non replica la prestazione dei pari ruolo orobici che sverniciano a più riprese. Dal 1′ st Bianchetti 7 Spinge, arriva al tiro e ripiega. Ottimo cambio di Aragolaza.

Bertoni 6.5 Lotta come un leone a centrocampo ma non basta contro questo avversario. Dal 26′ st Caruso 6.5.

Del Barba 7 Al di la del rigore è l’uomo più pericoloso dei suoi. Redivivo.

Mor 6.5 È Il più piccolo in campo ma non si nota assolutamente. Grande personalità.

Trezza 6.5 Duetta a corrente alternata con Del Barba. Può fare di più. Dal 26′ st Forlani 6.5.

All. Aragolaza 6.5 La sua squadra reagisce nel secondo tempo riuscendo a evitare un imbarcata.

La squadra di Aragolaza ha giocato un buon secondo tempo.

PAGELLE ATALANTA

Vismara 7 Il Brescia qualche occasione la crea ma lui si fa trovare sempre pronto.

Bonfanti 7.5 Sarebbe un difensore ma attacca come un ossesso dal primo all’ultimo minuto. Dal 36′ st Moraschi s.v.

Grassi 7 Nella prima parte di gara è immarcabile. Cross e corsa a profusione.

Mehic A 8.5 Recupera, imposta, tira e segna. È dappertutto e non sbaglia un pallone che sia uno.

Scalvini 7 Meno appariscente di altri ma rimane fondamentale per il suo tecnico.

Berto 7.5 Forse l’unico vero e proprio difensore di questa squadra. Roccioso.

Ceresoli 7 Corre tantissimo ma fa sempre la cosa giusta. Prezioso. Dal 27′ st Diaby 6.5.

Giovane 7.5 Tutte le azioni di contropiede partono dai suoi piedi. Il gol su punizione è una perla.

Rosa 6.5 Forse il meno brillante dei suoi ma comunque molto positivo. Gli manca il gol. Dal 27′ st Polloni 6.5 Lavoro sporco per tenere il pallone in avanti.

Oliveri 8 Gioca col numero 10 ma non lo è per caratteristiche. Veloce, fisico e dinamicio, il centrocampo è roba sua. Dal 36′ st Mehic D s.v.

Falleni 7.5 Sguscia via più volte alle grinfie dei bresciani. Mette la ciliegina sulla torta segnando il 3-0. Dal 36′ st Lozza s.v.

All. Bosi 7.5 Atalanta mozzafiato quella del tecnico di Faenza, autentica dominatrice del girone B.

L’Atalanta ha scollinato quaranta gol in stagione dopo sole dieci giornate disputate.

LE PAROLE DEL DOPOGARA: ARAGOLAZA

LE PAROLE DEL DOPOGARA: BOSI


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli