5 Luglio 2020 - 07:21:17

Inter – Spal Under 17: basta Casadei, i nerazzurri fanno tredici

Le più lette

Vergiatese, conferme per Manzini e Gabban. Di Nenno volto nuovo Under 14

Un solo dubbio nell'agonistica della Vergiatese che anche la prossima stagione sarà protagonista con una squadra per categoria. Il presidente...

Legnano Serie D, altro colpo under per i lilla: Marco Josè Bingo

Legnano molto attivo sul mercato e negli ultimi giorni lo è molto su quello degli under. Dopo l'arrivo dei...

TrovaMister il “Tinder” per gli allenatori

Rocco Nucera, allenatore con patentino Uefa B, dopo tanti anni sulle panchine del milanese e del lodigiano ha deciso...

Successo interno per l’Inter, che risolve a domicilio la pratica Spal con il punteggio di 1-0. Tre punti importanti per la truppa di Chivu, che continua la sua corsa alla capolista Atalanta inanellando il suo tredicesimo risultato utile consecutivo. Nulla da fare, invece, per i ragazzi di Perinelli, che raccolgono la seconda sconfitta del 2020 dopo quella sul campo del Bologna. Pronti via la sfida inizia sotto il segno dei padroni di casa, che approcciano bene la gara e si fanno vedere subito dalle parti di Rigon. A rompere il ghiaccio ci prova Peschetola, che non inquadra lo specchio della porta con un tentativo in diagonale da buona posizione. Nonostante ciò la grande chance per il vantaggio arriva al minuto numero quattordici. Tutto nasce da una magia sulla linea di fondo ancora di Peschetola, che supera due avversari e mette un pallone d’oro in area piccola, dove Carboni viene fermato sul più bello dalla diagonale difensiva di Borsoi. Lo stesso numero tre spallino, pochi istanti dopo, è ancora decisivo nel negare la gioia del gol al tiro a botta sicura di Sarr, sul quale si immola in maniera provvidenziale. Ma, come spesso si dice, la terza volta è quella buona ed infatti al ventunesimo i nerazzurri mettono la testa avanti. La firma è quella di Casadei, che realizza con freddezza un calcio di rigore assegnato per un presunto fallo di Csinger ai danni di Carboni. Il gol è una doccia fredda per la selezione ospite, che comunque ha il merito di non disunirsi riuscendo ad arrivare all’intervallo ancora sul punteggio di 1-0. La pausa porta consiglio alla selezione emiliana, che negli spogliatoi rimette a posto le idee rientrando in campo con un piglio decisamente diverso. In particolare da sottolineare il maggiore coraggio della selezione biancoblu, che si dimostra, complice anche il risultato, più propositiva. Ad aprire le danze ci prova subito Fiori, che dalla distanza scalda i guantoni di Bonucci con un fendente terrificante. Dal canto suo, però, l’Inter non sta a guardare e risponde presente con la chance di Ballabio, che, ben servito da Peschetola, getta alle ortiche un rigore in movimento. Con il passare dei minuti, tuttavia, la Spal alza pian piano il suo baricentro e così i nerazzurri incontrano qualche difficoltà in più nella gestione del risultato. In particolare sono due le occasioni spalline da segnalare: la prima arriva con un piattone alto di Szyszka sugli sviluppi di un corner, mentre la seconda porta la firma di Faggi, che non trova lo specchio della porta con un tiro dal limite per questione di centimetri. Scampato il doppio pericolo l’Inter alza le sue difese portando in porto i tre punti senza più concedere nulla agli avversari, comunque generosi nel tentare un forcing finale. Soddisfatto a metà Chivu, che così commenta la prestazione dei suoi ragazzi nel post-gara: «Primo tempo di ottima fattura, poi nella ripresa siamo calati dimostrando alcuni errori di scelte in determinate situazioni di gioco. Ci teniamo la vittoria, ma lavoreremo per migliore questo aspetto».

IL TABELLINO DI INTER SPAL UNDER 17

INTER-SPAL 1-0

RETI: 21’ rig. Casadei (I)

INTER (4-2-3-1): Bonucci 7, Monti 6.5 (30’ st Chierichietti 6), Fontanarosa 6.5 (30’ st Peruchetti 6), Fabbian 6.5, Cepele 7, Hoti 7, Carboni 7, Casadei 7.5, Sarr 6.5 (14’ st Politi 6), Ballabio 7 (14’ st Benedetti 6.5), Peschetola 7.5 (30’ st Radaelli 6). A disp. Rovida, Pozzi, Uccellini, Branzini. All. Chivu 7.

SPAL (4-3-3): Rigon 6.5, Mari 6, Borsoi 7, Roda 6.5, Szyszka 6.5, Csinger 6, Basile 6.5 (34’ st Selleri sv), Fiori 7, Causevic 6 (1’ st Capasso 6.5; 30’ st D’Andrea 6), Faggi 6.5, Laos 6. A disp. Romagnoli, Maneo, Santini. All. Perinelli 6.5.

ARBITRO: Totaro di Lecce 6.5 Ottimo arbitraggio, tiene sempre in mano le redini della gara.

ASSISTENTI: Toniutto di Como (1°)/Volpe di Busto Arsizio (2°)

LE PAGELLE DI INTER SPAL UNDER 17

INTER (4-2-3-1)

Bonucci 7 Sempre attento quando chiamato in causa, molto attivo in fase di possesso.

Monti 6.5 Ordinato, raramente si fa cogliere fuori posizione. (30’ st Chierichietti 6)

Fontanarosa 6.5 Solido in copertura, dalla sua parte non ci sono spazi per sfondare. (30’ st Peruchetti 6)

Fabbian 6.5 Mente saggia in cabina di regia, il metronomo della squadra neroazzurra.

Cepele 7 Nel primo tempo annulla Causevic, poi nel momento del bisogno alza il muro.

Hoti 7 Pulito, preciso e puntale in chiusura, chiude ogni spiraglio in maniera efficace.

Carboni 7 Si conquista il rigore con mestiere, una spina nel fianco della difesa spallina.

Casadei 7.5 Dimostra un tempismo notevole negli inserimenti, glaciale dal dischetto.

Sarr 6.5 Tiene in apprensione i centrali avversari, bravo nel lavorare in fase di costruzione. (14’ st Politi 6)

Ballabio 7 Danza tra le linee alla ricerca del guizzo vincente. Gli manca solo la ciliegina sulla torta, ovvero il gol. (14’ st Benedetti 6.5)

Peschetola 7.5 Frizzante sull’esterno, ogni volta che riesce a trovare il fondo sono dolori per gli avversari. (30’ st Radaelli 6)

All. Chivu 7 Tredicesimo risultato utile consecutivo. Squadra in crescita, anche se va migliorata la fase di gestione in alcuni momenti della gara.

SPAL (4-3-3)

Rigon 6.5 Tiene in partita i suoi sino alla fine con i suoi interventi.

Mari 6 Peschetola cliente ostico, cerca di arginare in ogni modo le sue folate offensive.

Borsoi 7 Provvidenziale, una sicurezza con le sue diagonali difensive.

Roda 6.5 Schermo davanti alla difesa, selezionatore di palloni.

Szyszka 6.5 Mette in scena un bel duello con Sarr, pericoloso sui calci piazzati.

Csinger 6 Mezzo punto in meno per l’ingenuità (seppur dubbia) sul rigore. Difensore arcigno.

Basile 6.5 Partenza in salita, poi alla lunga scioglie le riserve e mostra le sue qualità. (34’ st Selleri sv)

Fiori 7 Nella ripresa è lui a suonare la carica, prova a trascinare la Spal verso il pareggio.

Causevic 6 Chiuso nella morsa letale dei centrali difensivi interisti. L’atteggiamento della squadra nel primo tempo di certo non lo aiuta. (1’ st Carpasso 6.5; 30’ st D’Andrea 6)

Faggi 6.5 Anche lui cambia faccia nel secondo tempo, insidioso con le sue conclusioni dal limite.

Laos 6 Chiamato ad una gara prettamente difensiva vista l’esuberanza di Peschetola.

All. Perinelli 6.5 Squadra dai due volti: primo tempo timoroso, ripresa coraggiosa. Peccato non basti per strappare almeno un punto.

LE INTERVISTE DEL DOPO-GARA: CHRISTIAN CHIVU, ALL.INTER

SCARICA L’APP PER I RISULTATI LIVE


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli