Milan-Empoli: le due formazioni prima del calcio d'inizio
Milan-Empoli: le due formazioni prima del calcio d'inizio

Per capire chi fra Milan ed Empoli avrebbe affrontato il Benevento nello spareggio del 26 maggio ci sono voluti ben più dei 90 minuti regolamentari, perchè i Diavoli sono riusciti ad avere la meglio dei toscani solamente grazie ai tempi supplementari. Orfano di Colombo, reduce dalla brillante avventura con la Nazionale di categoria schiantatasi però rovinosamente contro l’Olanda, il Milan è riuscito a eliminare i rivali anche e forse soprattutto perchè ha dimostrato di volerlo di più, di avere più grinta, insomma perchè è riuscito a buttare il cuore oltre un ostacolo molto ostico. Le statistiche infatti parlano chiaro: l’Empoli, terminato quinto nel Girone A, poteva comunque vantare la difesa più solida del campionato; stesso primato lo avevano anche i Rossoneri, in coabitazione però con i primatisti cugini dell’Inter. Che sia Milan sia Empoli fossero organizzate dal punto di vista difensivo lo si è poi riscontrato sul campo, anche perchè lo 0-0 dei primi 90 minuti parla da sè: soprattutto nella prima frazione di gioco ci sono state poche occasioni, proprio per merito dei due reparti arretrati. E’ stato il Milan a tenere maggiormente il pallino del gioco, ma senza mai riuscire ad affondare, e la prima azione degna di nota arriva solamente al 37′, anche se estremamente pericolosa, con Robotti che ha lanciato Locurto sulla fascia e con quest’ultimo che ha trovato bene Signorile in area, la cui conclusione di prima intenzione è però stata intercettata dai guantoni di Hvalic. L’Empoli del primo tempo è stato invece tutto nella conclusione terminata alta, senza dunque impensierire minimamente Moleri, provata dal capitano Asllani.
Nella ripresa le due compagini hanno cominciato ad aprirsi maggiormente, complice anche un atteggiamento un po’ più offensivo da parte degli ospiti e il caldo e la fatica che con l’andare del tempo hanno certamente fatto allungare le squadre. Al 18′ i toscani hanno addirittura sfiorato il vantaggio grazie ad Arapi, che ha controllato un traversone terminato oltre il secondo palo e ha colpito il palo esterno con la propria conclusione mancina. I Rossoneri non si sono scomposti, e nel finale hanno pareggiato il conto dei legni colpiti per merito di Nasti, bravo a sorprendere l’estremo difensore azzurro con un destro improvviso che però ha solamente scheggiato il palo esterno.
Al 90′ dunque il risultato era ancora inchiodato sullo 0-0 e le due squadre hanno proseguito con i supplementari: come già successo a inizio secondo tempo, è stato l’Empoli a rendersi pericoloso per primo, cercando di approfittare di un’uscita imprecisa di Moleri senza però riuscirci perchè sulla conclusione a botta sicura di Fontarosa ci ha pensato Cretti a salvare sulla riga. Questa grande occasione fallita dai toscani peserà enormemente: probabilmente non essere riusciti a passare in vantaggio nonostante la circostanza così favorevole ha minato un po’ quelle che erano le certezze e le sicurezze della compagine allenata da Pergolizzi, che non trova la vittoria in gare ufficiali addirittura da fine marzo, e che dunque può darsi sia calata a livello psicologico oltre che fisico. Ad approfittare dello scoramento degli ospiti ci ha pensato infatti Robotti, che sugli sviluppi di un angolo ha siglato il vantaggio: Stanga ha provato a impattare il pallone in semirovesciata, la sua conclusione in acrobazia è stata murata e il numero 10 Rossonero è stato il più famelico di tutti nell’avventarsi sulla sfera, superando Hvalic con un destro preciso. Appena cominciato il secondo tempo supplementare, il Milan ha certificato la propria partecipazione al secondo spareggio grazie al raddoppio siglato da Cudjoe, bravo a farsi trovare pronto e a spedire sotto le gambe di Hvalic un assist impacchettatogli da un ancora più bravo Oddi, irresistibile sulla corsia di sinistra.
Al 120′ il triplice fischio vede un risultato finale di 2-0: sarà il Milan ad affrontare il Benevento, anche se i ragazzi di Terni dovranno fare in fretta a recuperare le energie, a maggior ragione considerati i tempi supplementari disputati, perchè l’incontro con i campani sarà fra soli 4 giorni. L’Empoli è fuori a testa alta, seppure con qualche rimpianto di troppo, perchè ha dimostrato di poter fare del male al Diavolo ma in avanti ha creato troppo poco, adottando un atteggiamento troppo prudente.

TABELLINO:

RETI: 11′ pts Robotti (M), 1′ sts Cudjoe (M).

MILAN: Moleri 6, Bosisio 7, Locurto 6.5 (19′ st Oddi 7), Cretti 7, Stanga 6.5, Di Gesù 6.5 (46′ st Magli 6), Luscietti 6 (19′ st Giosuè 6.5), Bassoli 6.5, Capone 6.5 (1′ pts Cudjoe 7), Robotti 7 (1′ sts Malinverno 6), Signorile 6.5 (28′ st Nasti 6.5). A disp. Desplanches, Angeli, Cattaneo. All. Terni 6.5.

EMPOLI: Hvalic 7, Pezzola 6 (2′ sts Morelli sv), Chinnici 6.5, Asllani 6, Folino 6.5, Fontarosa 6.5, Riccioni 6, Pulina 6 (2′ sts Fiumaldi sv), Ekong 6.5, Lombardi 6 (4′ st Vannucci sv, 17′ st Martini 6), Arapi 6.5 (48′ st Simone 6, 2′ sts Rossi sv). A disp. Lupi, Guarino, Mauthe. All. Pergolizzi 6.5.

ARBITRO: Restaldo di Ivrea 6. Non ci sono stati episodi dubbio, ma ha sempre il controllo della situazione.
Ammoniti: 25′ Arapi (E), 45′ Ekong (E), 12′ st Robotti (M), 1′ sts Cudjoe.

PAGELLE MILAN
Moleri 6 Termina la gara con i guantoni praticamente intonsi. Per sua fortuna quella uscita a vuoto è stata indolore.
Bosisio 7 Un gigante in difesa, prova a pungere al 24′ del secondo tempo con un colpo di testa parato da Hvalic.
Locurto 6.5 Spinge moltissimo sulla sinistra, servendo palloni di qualità agli attaccanti. (19′ st Oddi 7 Supera Riccioni e serve a Cudjoe la palla del 2-0).
Cretti 7 Il salvataggio sulla linea è un capolavoro in quanto a concentrazione e senso della posizione.
Stanga 6.5 Prende in custodia gli attaccanti dell’Empoli senza soffrirli quasi mai.
Di Gesù 6.5 Esce esausto dopo aver dato tutto. (46′ st Magli 6 C’è anche il suo contributo sulla vittoria).
Luscietti 6 Qualche alto, troppi bassi. Probabilmente il lavoro difensivo che è stato chiamato a fare gli ha tolto efficacia e ludicità quando si trattava di offendere. (19′ st Giosuè 6.5 Una ventata di freschezza sulla fascia).
Bassoli 6.5 Si rende pericoloso all’inizio del secondo tempo con un buon destro da fuori.
Capone 6.5 Tiene in apprensione la difesa toscana con i suoi movimenti. (1′ pts Cudjoe 7 Sigla la rete della certezza, ma l’ammonizione era evitabile).
Robotti 7 C’è la sua intuizione e la sua fantasia sulla azione più pericolosa del Milan nel primo tempo, c’è la sua rapidità nella rete dell’1-0. (1′ sts Malinverno 6 Fa rifiatare il compagno nel finale).
Signorile 6.5 Sfortunato, trova un Hvalic molto attento. (28′ st Nasti 6.5 Entra in campo con lo spirito giusto).
All. Terni 6.5 La prestazione ha convinto, ma per arrivare in fondo ci vorrà qualcosa di più.

PAGELLE EMPOLI
Hvalic 7 Da assolvere su entrambi i gol, anche perchè prima è stato super contro Signorile.
Pezzola 6 Si concentra praticamente solo alla fase difensiva. (2′ sts Morelli sv).
Chinnici 6.5 E’ il terzino dell’empoli che spinge di più, contenendo al contempo Luscietti.
Asllani 6 Ci si aspettava di più dal capitano e capocannoniere toscano.
Folino 6.5 A lungo le iniziative offensive del Milan si sono interrotte davanti a lui e a Fontarosa.
Fontarosa 6.5 Non è un attaccante e si vede, perchè quella occasione l’avrebbe sfruttata se fosse stato una punta di ruolo.
Riccioni 6 Anche Pergolizzi gli dice che avrebbe potuto dare di più. Viene saltato da Oddi in occasione del secondo gol dei Rossoneri.
Pulina 6 Non riesce a brillare e a far risaltare le proprie qualità. (2′ sts Fiumaldi sv).
Ekong 6.5 Si sacrifica effettuando la prima pressione dei toscani, ma quando si tratta di attaccare ha pochi palloni giocabili.
Lombardi 6 E’ il primo a venire sostituito dal suo tecnico, probabilmente non soddisfatto dalla sua prestazione. (4′ st Vannucci sv In una parola? Sfortunato; 17′ st Martini 6 Autore di qualche guizzo).
Arapi 6.5 Rischia di venire espulso già a fine primo tempo, poi colpisce quel palo clamoroso. (48′ st Simone 6, 2′ sts Rossi sv).
All. Pergolizzi 6.5 Fonte continua di indicazione e consigli per i suoi ragazzi.