mercoledì, 27 Maggio 2020

Roma-Inter, le parole di Zanchetta ed Esposito

Le più lette

Allenatori Lucento 2020/2021: Tonus e Ursoleo, novità dal Rivoli

Il Lucento corre nel programmare la stagione 2020/2021 e ufficializza i suoi allenatori dalla prima squadra all'Under 14 B....

L’estate calda del calcio italiano, anche per i dilettanti

Un parare legale degli Avv. Domenico Filosa e Avv. Niccolò Beccari Lo scorso 20 maggio, il Consiglio Federale della FIGC...

FIFA Sprint eSport Piemonte, 7ª edizione: Francia subito out, volano Spagna e Inghilterra

Solito giovedì dedicato alla parte destra del tabellone, con la seconda parte di ottavi di finale che prometteva spettacolo...

Dopo la vittoria nella finale Scudetto Under 17 Roma-Inter, bisogna ovviamente fare tutti i complimenti possibili al gruppo nerazzurro dei 2002 capace di mettere le mani praticamente su ogni competizione su cui abbia posato gli occhi, ma parole di riguardo dovrebbero andare anche ad Andrea Zanchetta, tre stagioni alla guida dell’Inter e al secondo titolo nazionale Under 17 dopo quello conquistato nella stagione 2016-2017 strappandolo all’Atalanta. Il tecnico che ha fatto migliorare i ragazzi in modo da permettere la ricompensa dopo il titolo della stagione scorsa: «Riconfermarsi è sempre la cosa più difficile, ma anche quella più importante per crescere. Oggi i ragazzi hanno dimostrato di essere un grande gruppo e di essere diventati una squadra importante, aiutandosi l’un l’altro e riuscendo a soffrire nei momenti di difficoltà. E’ vero, abbiamo avuto un briciolo di fortuna in occasione della traversa e del rigore parato, ma potevamo chiuderla decisamente prima perchè per un’ora abbiamo giocato alla grande e per quanto avevamo prodotto meritavamo di essere avanti almeno di tre gol, chiudendo di fatto la partita molto prima». Su quattro finali giocate dal settore giovanile nerazzurro (Primavera, Berretti, Under 17 e Under 16) il gruppo di Zanchetta è l’unico a essere riuscito a portare a casa un trofeo, quindi alla gioia della vittoria si somma ulteriore soddisfazione: «Ovviamente quando si disputa una finale la si vuole sempre vincere, e la vittoria ribadisce come questi ragazzi abbiano tante qualità e un atteggiamento che l’anno prossimo li porterà a un’annata importante in Primavera».

FINALE ROMA-INTER, ASCOLTA LE PAROLE DI ZANCHETTA

A un anno dalla vittoria dello Scudetto Under 16, abbiamo intervistato anche Sebastiano Esposito, che con la sua tripletta ha di nuovo segnato in finale meritandosi il titolo di uomo partita. Queste le sue sensazioni: «Bellissima vittoria, bellissime emozioni, sono contento di questo grandissimo club e di questa grandissima squadra, che ogni giorno, anche in allenamento, ha dato il cento per cento». I Nerazzurri si sono portati sullo 0-3, poi c’è stata la traversa e il rigore: «Nel primo tempo abbiamo raccolto meno di quanto costruito, nessuno ci avrebbe detto niente se fosse finita 0-3 dopo 45 minuti. Ad ogni modo alla fine l’abbiamo portata a casa con grinta e cattiveria, ma l’Inter si chiama pazza proprio per questo, perchè fino alla fine deve sempre rischiare ma riesce a conquistare tanti trofei».

FINALE ROMA-INTER, ASCOLTA LE PAROLE DI ESPOSITO


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy