Roma-Napoli: Bove e Ciervo lanciano la sfida all’Inter

416
Roma-Napoli al Benelli di Ravenna
Roma-Napoli al Benelli di Ravenna

Sarà la Roma a sfidare l’Inter nella finalissima di giovedì a Ravenna. La formazione giallorossa ha superato 2-1 il Napoli guadagnandosi l’ultima partita per lo Scudetto al termine di una gara tiratissima e caratterizzata da legni, gol e spettacolo (direzione perfetta del fischietto comasco Caldera, con Bonacina di Bergamo impegnato come Quarto Ufficiale).

Il primo tempo è piuttosto bloccato, con le due formazioni che comunque provano a creare palle gol ma a vincere sono le difese. In avvio il Napoli sembra più convincente, ma è la Roma a uscire alla distanza e ad andare due volte vicina al vantaggio sul finale di frazione. Al 36′ Bove mette alto il colpo di testa su assist di Tripi, due minuti dopo una grande azione avviata da Agostinelli e rifinita dalla finta di Bove porta al tiro Cancellieri, che calcia a botta sicura col mancino ma il pallone termina a lato.

Nella ripresa è il festival del montante. Comincia già al 2′ con una fantastica conclusione di Cavallo, prosegue al 9′ con un tiro velleitario di Marrazzo che però spaventa Boer colpendo la parte alta della traversa. Dall’altra parte tocca a Milanese maledire il palo sul suo destro a girare all’11’. La partita si sblocca al 21′: assist di Ciervo per Bove, che si sposta la palla sul destro e in diagonale dal limite dell’area trova il pertugio giusto per portare la Roma in vantaggio. Il Napoli reagisce 6 minuti dopo: Cavallo in contropiede colpisce – manco a dirlo – il palo, ma sul tap-in D’Agostino non fallisce e pareggia. Palla al centro e la formazione capitolina si riporta subito avanti con lo stesso Ciervo, che trova la buca d’angolo complice la deviazione di Romano. Il Napoli prova il forcing disperato, ma i tentativi di Ceparano e Carbone terminano alte. I partenopei finiscono la loro corsa in semifinale, a sfidare l’Inter sarà la Roma.

ROMA-NAPOLI 2-1
RETI: 21′ st Bove (R), 27′ st D’Agostino (N), 28′ st Ciervo (R).
ROMA (4-1-4-1): Boer, Tomassini, Suffer, Tripi, Buttaro, Astrologo (40′ st Ciucci), Cancellieri (12′ st Ciervo), Bove, Agostinelli (29′ st Travaglini), Milanese, Zalewski. A disp. Trovato, Morichelli, Muteba, Aglietti, Carlucci, Tueto Fotso. All. Piccareta.
NAPOLI (4-3-3): Maione, Parisi, Romano, Ceparano, Costanzo, D’Onofrio, Cavallo (36′ st Carbone), Virgilio (36′ st Altomare), Montaperto (16′ st Mancino A.), Marrazzo (24′ st D’Agostino), Cioffi. A disp. Mancino V., Musella, Sepe, Somma, Cretella. All. Carnevale.
ARBITRO: Caldera di Como.
ASSISTENTI: D’Angelo di Perugia e Cravotta di Città di Castello.
QUARTO UOMO: Bonacina di Bergamo.
AMMONITI: Agostinelli (R), D’Agostino (N), D’Onofrio (N).