La Giana Erminio brilla, ma 2 minuti di black-out costano caro

481
Massimo Cicconi

La Giana Erminio fa tremare la capolista Novara eppure non raccoglie alcun punto: un po’ come è successo ieri sera in Ajax-Real Madrid, quando si ha a che fare con squadre importanti spesso il cinismo vince sulla bellezza, la concretezza ha la meglio sull’audacia e la maggiore qualità permette di sfangarla anche quando non si è stati particolarmente brillanti. I Biancazzurri hanno infatti giocato quantomeno alla pari con i Gaudenziani, passando in vantaggio al 9′ del primo tempo grazie ad una punizione di Arnanno e mettendo in seria difficoltà i padroni di casa. Ma non è finita qui, perchè Nappo ha avuto sui piedi anche l’occasione per un clamoroso 0-2, ma fallendo ha tenuto aperto uno spiraglio sulla partita che il Novara, dall’alto della sua qualità tecnica di primo livello, è riuscito a sfruttare appieno: su calcio d’angolo è Moretti a staccare più in alto di tutti e a colpire il pallone, mandando la sfera alle spalle di De Carlo. La squadra di Cicconi ha dunque ripreso fiducia in se stessa, quella che poi ha tremendamente pesato in occasione del secondo gol: Iemmi ha ricevuto palla leggermente defilato sulla sinistra, e dai 30 metri ha lasciato partire un missile che si è infilato all’incrocio dei pali. Un eurogol insomma, imparabile per chiunque, ipotizzabile solo con tanto coraggio e con il pizzico di follia di un giocatore e di una squadra totalmente in fiducia. Il gol preso al 44′ segna un piccolo black-out per la Giana Erminio: la luce si spegne per i ragazzi di Barzaghi, che un minuto dopo hanno subito il secondo (e fortunatamente ultimo) gol di giornata di Iemmi, che ha coronato con la rete una azione proveniente dalla fascia sinistra.

Nella ripresa il risultato non cambia: il 3-1 fa sicuramente comodo ai padroni di casa, che scelgono di non scoprirsi per non rischiare e si limitano ad amministrare, mentre gli ospiti, forse un po’ demoralizzati dai due gol subiti proprio prima dell’intervallo, non sono riusciti a trovare i pertugi giusti per fare del male al Novara. Inoltre, il pensiero della prossima gara da disputare, la terza in soli sette giorni, ha fatto in modo che entrambi i tecnici facessero rifiatare un po’ i titolari, e questo, specialmente in ottica Giana, ha significato abbassare leggermente la qualità della squadra, la quale dunque non è più riuscita a trovare argomenti per riproporre quel gioco convincente che nel primo tempo aveva spaventato i Gaudenziani.

Il tecnico ospite Barzaghi commenta così la sconfitta patita dai suoi ragazzi: «Una partita più equilibrata di quanto dica il risultato, infatti abbiamo giocato alla pari, se non meglio, per più di 70-80 minuti, e se fossimo riusciti a raddoppiare con Nappo avremmo anche potuto vincerla. Il Novara ha poi pareggiato ed è anche riuscito a portarsi sul 2-1: abbiamo avuto qualche istante di black-out e abbiamo subito anche il 3-1, un gol che è arrivato troppo presto e troppo ravvicinato al loro raddoppio. E’ naturale demoralizzarsi un po’ se dal potenziale 0-2 ti ritrovi sul 3-1, ma a parte per quei pochi minuti in cui abbiamo staccato la spina sono molto soddisfatto dei ragazzi, che hanno fatto molto bene contro la capolista, per giunta in trasferta, e che comunque hanno continuato a giocare anche nel secondo tempo». Fatal black-out, dunque, ma il riscatto è dietro l’angolo: la squadra di Barzaghi si rifarà sicuramente domenica, quando affronterà la Virtus Entella per vendicare la sconfitta dell’andata.

TABELLINO:

Reti: 9′ Arnanno (G), 25′ Moretti (N), 44′ e 45′ Iemmi (N).

Novara (4-3-3): Ferrara, Giovagnini (1′ st Barbieri), Vimercati, Barbui (38′ st Viganò), Bartoli, Moretti, Nappi (20′ st Di Chio), Paschalides (20′ st Vincenzi), Iemmi (15′ st Bianco), Caricati (20′ st Binaghi), Cicciù (15′ st Mazzoni). A disp. De Rosa, Bertoletti. All. Cicconi.

Giana Erminio (4-3-3): De Carlo, Marzullo, Auletta (36′ st Besana), Martelli (1′ st D’Elia), Marcandalli, Caferri, Cereda (15′ st Cunegatti), Panzeri (15′ st Motta), Nappo (36′ st Nembri), Arnanno, Ferrigno (36′ st De Rosa). A disp. D’Aniello, Pedrini. All. Barzaghi.

CLICCA QUI PER SCARICARE LA NOSTRA APPLICAZIONE DOVE PUOI CONSULTARE RISULTATI E CLASSIFICHE