16 Maggio 2021

Pergolettese-Piacenza Under 17: i Lupi sfruttano gli errori dei Cannibali e calano il tris

Le più lette

Pavia-Accademia Pavese Eccellenza: ribaltone Balestra, Catania è il trascinatore!

L’Accademia Pavese ribalta tutti i pronostici della vigilia e regola in esterna il Pavia di Nisticò. Balestra ritrova l’entusiasmo...

L’ex Ministro Spadafora sbotta: Riforma dello Sport rinviata al #duemilamai!

La decisione (con votazione in Parlamento) di rinviare al 2024-2025 l’entrata in vigore della Riforma dello Sport che ha...

Eccellenza italiana: Arena Nationala di Bucarest, erba mista MIXTO firmata Limonta Sport

Bucarest, Aprile 2021 – In meno di 5 giorni l’area di gioco ha cambiato faccia grazie alla tecnica LAY...

Sfruttando cinicamente gli errori della Pergolettese, il Piacenza vince 3-0 a Madignano e si aggiudica la sua prima vittoria in campionato. Match giocato per larghi tratti ad armi pari, senza che nessuna delle due squadre sembrava potesse prevalere sull’altra. Ma poi, nel secondo tempo, blackout totale dei cremaschi, che di fatto regalano i primi due gol e incassano il terzo, a punteggi già deciso. Primi tre punti, dunque per i Lupi, che riscattano la manita incassata per mano del Renate una settimana fa. La Pergo, invece, non riesce a dare continuità alla vittoria ottenuta in casa della Pro Sesto, pur avendo disputato una discreta partita.

Equilibrio. La gara è piacevole, con entrambe le squadre che optano per una costruzione ragionata, palla a terra. Ma le due difese, grazie anche al lavoro di interdizione dei centrocampisti, chiudono gli spazi e concedono poche occasioni, che comunque non mancano. Il Piacenza sfiora due volte il vantaggio: la prima con Dalcerri che, servito da Russo, rientra sul destro e calcia. La seconda con capitan Baia, che devia in spaccata su cross basso di Cabella. In tutte e due le circostanze, Montagnari respinge in corner. Nel mezzo, anche la Pergolettese si rende pericolosa, con un destro dal limite di Grassi, alzato sopra la traversa da Tortora.

Exploit Piacenza. Nella ripresa i ritmi si abbassano e le due squadre faticano a macinare gioco. Nella prima parte della ripresa, le occasioni stentano ad arrivare e i reparti arretrano sembrano gestire senza patemi d’animo. Fino a quando, Castano combina la frittata che segna l’inizio della fine per la Pergo. Su un pallone innocuo, destinato ad uscire sulla linea di fondo, il numero 5 gialloblù si fa scippare da Russo ed è costretto a stenderlo in area, il direttore di gara non ha dubbi e concede la massima penalità. Dagli undici metri si presenta Ruiz che di sinistro batte Montagnari. Da qui in poi, la Pergolettese sparisce dalla gara e il Piacenza dilaga. Il secondo gol degli ospiti nasce da un’altra disattenzione dei ragazzi di Pala. Parati, entrato in campo da pochi minuti, sbaglia completamente l’appoggio al suo portiere, Turrà si avventa sulla sfera, salta l’estremo difensore cremasco e insacca il 2-0. In zona Cesarini, i Lupi calano il tris. Riva verticalizza per Dalcerri che mette al centro per Ghilardotti, in campo da una manciata di secondi. Il centravanti deve solo spingere in rete il pallone che archivia definitivamente la gara.

IL TABELLINO

PERGOLETTESE-PIACENZA 0-3
RETI: 23’ st rig. Ruiz, 36’ st Turra, 44’ st Ghilardotti.
PERGOLETTESE (4-3-1-2): Montanari 6, Riboli 6 (26’ st Parati 5.5), Malanga 6.5 , Grassi 6.5(32’ st Tacchinardi sv), Castano 5.5, Della Giovanna 6, Schiavini 6, Carra 6, Esposti 6 (26’ st Tedoldi sv), Fugazzola 5.5 (5’ st Guerini 6.5), San Giovanni 6 (32’ st Ajdini sv). A disp. Locatelli, Facchi, Pezzotta. All. Pala 6.5.
PIACENZA (4-3-3): Tortora 6, Lucanto 6 (26’ st Piacentini 6), Ruiz 7, Villoni 6, Dramis 6.5, Baia 6, Dalcerri 6.5 (46’ st Hrom sv), Riva 6, Turrà 6, Cabella 6, Russo 6.5 (41’ st Ghilardotti 6.5). A disp. Cassulo, Riccardi, Brusamonti, Fedeli, Maselli, Mantegazza. All. Forlini 7.
ARBITRO: Cordini di Lodi 7.
ASSISTENTI: Gasparini di Mantova e Ghita di Voghera.
AMMONITI: Carra (Pe), Guerini (Pe).

LE PAGELLE

PERGOLETTESE
Montanari 6 Bell’intervento su Dalcerri nel primo tempo, non può nulla sui gol.
Riboli 6.5 Ordinato e pulito nei contrasti. Dalle sue parti non si passa.
25’ st Parati 5.5 Non l’ingresso in campo dei sogni. Manda in porta Turrà con un retro passaggio da incubo.
Malanga 6 Si preoccupa principalmente di coprire, e lo fa bene. Si spinge pure in avanti, di tanto in tanto.
Grassi 6.5 Muove il pallone molto bene e prova anche la conclusione, sfiorando il bersaglio grosso. (32’ st Tacchinardi sv).
Castano 5.5 Leader della difesa gialloblù, guida il reparto difensivo con chiusure precise. Fino a quando commette una sciocchezza imperdonabile, che costa caro ai suoi.
Della Giovanna 6 Meno appariscente del compagno di reparto, ma comunque efficace.
Schiavini 6 Lotta come un leone in mezzo al campo, perdendo pochi contrasti.
Carra 6 Bene in fase di interdizione, a corrente alterna nelle giocate palla al piede.
Esposti 6 Lavora sporco, giocando di sponda. Poco altro per il resto. (26’ st Tedoldi sv).
Fugazzola 5.5 Gioca alle spalle dei due attaccanti, ma non riesce a trovare la giocata in più che farebbe saltare il banco.
5’ st Guerini 6.5 Entra col piglio giusto, non mollando mai.
San Giovanni 6 Svaria e si muove molto, anche se spesso manca in concretezza. (32’ st Ajdini sv).
All. Pala 6.5 I suoi fanno bene per un tempo, poi collassano per errori propri.

PIACENZA
Tortora 6 Solo un tiro in porta incassato e niente più.
Lucanto 6 Ordinato e in partita, prestazione sufficiente.
26’ st Piacentini 6 Dà tutto per venti minuti, attaccando e difendendo.
Ruiz 7 Ara la fascia sinistra con le sue falcate. Difficilmente gli avversari riescono ad arginarlo.
Villoni 6 Scherma bene le iniziative centrali della Pergo.
Dramis 6.5 Come Castano per la Pergo. Mette la museruola agli attaccanti gialloblù.
Baia 6 Sulla scia di Dramis, va anche vicino al gol nel primo tempo.
Dalcerri 6.5 Sfiora il gol per primo con un bel tiro a giro. Alla fine fornisce l’assist per il terzo gol. (46’ st Hrom sv).
Riva 6 Polmoni del centrocampo piacentino, corre dal primo all’ultimo minuto.
Turrà 6 È largo il doppio di tutti gli altri, ma non riesce a far valere la sua straripante fisicità. Bravo e furbo, però, in occasione del secondo gol.
Cabella 6 Preciso in alcune situazioni, frettoloso in altre.
Russo 6.5 Non si nota a lungo, ma il rigore nasce dalla sua generosità, che recupera un pallone apparentemente perso.
41’ st Ghilardotti 6.5 Entra e chiude i conti dopo pochi minuti.
All. Forlini 7 I suoi sembrano averne di più dal punto di vista fisico e sono bravi a sfruttare gli errori della Pergo.

ARBITRO Cordini di Lodi 7 Sicuro, deciso, impeccabile.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli