La Pro Vercelli Under 17 conquista la Fase Finale
La Pro Vercelli Under 17 conquista la Fase Finale

Marco Marone
Vercelli
I leoni della Pro Vercelli rimontano le pantere del Renate e si prendono la vittoria che serviva per festeggiare con una giornata d’anticipo la qualificazione alla fase finale. I ragazzi di Semioli lo fanno con la testa, le gambe e il cuore. Rimontando un ottimo Renate (già qualificato) che a freddo colpisce (complice anche una sbavatura locale) e che poi mostra tutta la qualità d’organico attraverso i singoli, aumentando ancor di più i meriti di una Pro Vercelli che resta in partita e riesce grazie a giocate corali e spunti dei singoli, a trovare prima il pareggi, poi il gol dell’ipotetica felicità, prima di soffrire il ritorno d’orgoglio delle pantere e ringraziare Caressa che salva miracolosamente su Moroni la qualificazione, facendosi ‘perdonare’ la sfortunata apertura. Gara bella, viva, intensa fin dai primi minuti, squarciati dal tiro-cross di Galatà che inganna Caressa, un po’ morbido nella presa alta, con palla che sfugge sulla traversa e sulla ribattuta prontissimo Ripamonti a fare lo 0-1 che avrebbe potuto offuscare i pensieri di casa. Pro Vercelli che prova a reagire puntando sugli esterni Costanzo e Maggio per aprire spazi con Valente preziosa sponda e non solo e Di Marco e un infinito Romeo a fare gli incursori. Renate musicale nel suo 4-3-3 con esterni di difesa che ringhiano e assaltano, centrali ermetici, mediana che pensa e corre e un tridente variegato nel passo e nelle qualità che si fanno apprezzare. E proprio da un’incursione di Maggio arriva il gol dell’1-1 al 38’, con fuga sulla sinistra e palla dietro per il puntualissimo Costanzo a firmare il pari. Ripresa che vede subito la voglia di casa di non portarsi all’ultima sfida ad Albissola il traguardo qualificazione e al 7’ su pennellata di Formia, è l’inzuccata di Maggio a regalare il sogno: 2-1. Renate che non ci sta, anche coi cambi che danno energie, con Moroni a cui Caressa nega due volte il pari e un bel tiro di Cisternino di poco alto. La Pro stringe maglie e denti e al triplice fischio libera l’urlo da leoni!

Pro Vercelli-Renate 2-1
RETI (0-1, 2-1): 3′ Ripamonti (R), 38′ Costanzo (P), 7′ st Maggio (P).
PRO VERCELLI (4-3-3): Caressa 7, Pastore 7.5, Formia 7.5, Fodrini 7 (11′ st Raso 7), Carosso 7, Anton 7, Costanzo 8, Romeo 7.5, Valente 7.5 (20′ st Bernaudo 6.5), Di Marco 7 (11′ st Zaffiro 6.5), Maggio 8 (41′ st Vetri 6.5). A disp. Bigotti, Mendolia, Pompilio, Belluca, Jukaj. All. Semioli 7.5.
RENATE (4-3-3): Ratto 7, Iovine 7, Manarelli 7 (32′ st Bonsi 6), Maffia 6.5 (16′ st Doumbia 6), Petito 7 (32′ st Locatelli 6), D’Ovidio 7, Fischetti 7, Colombo 6.5 (1′ st Cisternino 6.5), Galatà 7 (16′ st Arienti 6), Bianchi 7 (25′ st Moroni 6), Ripamonti 7 (25′ st Nespoli 6). A disp. Proverbio, Tramutoli. All. Robbiati 7.
ARBITRO: Lacroce di Torino  7.

Le pagelle della Pro Vercelli
Caressa 7 Sfortunato in avvio. Miracoloso nel difendere la qualificazione.
Pastore 7.5 Splendido avanti e indietro.
Formia 7.5 Pennellata qualificazione.
Fodrini 7 Lotta fino a prevalere. 11′ st Raso 7 Sostanza ed equilibrio.
Carosso 7 Capitano coraggioso.
Anton 7 Angelo custode.
Costanzo 8 Gol, giocate, qualità mai fine a se stessa.
Romeo 7.5 Guerriero e incursore.
Valente 7.5 Anima e corpo di centravanti.
Di Marco 7 Rincorre e suggerisce. 11′ st Zaffiro 6.5 Nel match.
Maggio 8 Un gol che vale una stagione.
All. Semioli 7.5 Esordio con qualificazione!

Le pagelle del Renate
Ratto 7 Bravo tra i pali e con i piedi.
Iovine 7 Stantuffo inesauribile.
Manarelli 7 Gamba a tuttocampo.
Maffia 6.5 Ragioniere e lottatore. 16′ st Doumbia 6 Occhio al temperamento.
Petito 7 Colossale.
D’Ovidio 7 Lineare e pulito in ogni intervento.
Fischetti 7 Polmoni, cuore e qualità.
Colombo 6.5 Prezioso, in aiuto. 1′ st Cisternino 6.5 Piede illuminato.
Galatà 7 Centravanti moderno: corsa e idee.
Bianchi 7 Delizioso quando accelera. Sempre insidioso.
Ripamonti 7 Esterno che ogni allenatore vorrebbe.
All. Robbiati 7 Qualità e personalità di squadra.

Il Renate Under 17
Il Renate Under 17