Coppa Brianza: Atalanta di rimonta, domato il Cortulà

737
Coppa Brianza, vince all'esordio l'Atalanta di Lorenzi
Coppa Brianza, vince all'esordio l'Atalanta di Lorenzi

Nel secondo match di Coppa Brianza Atalanta e Cortulà sono una di fronte all’altra per cercare di ottenere una preziosissima vittoria. Ad avere la meglio alla fine sono gli orobici che nel finale ribaltano il momentaneo vantaggio colombiano, iniziando con il piede giusto questa competizione. Nonostante tutto, però, l’inizio di gara è a ritmi molto blandi. A tenere in mano il pallino del gioco sono i ragazzi di Lorenzi, ma la loro manovra è troppo lenta e farraginosa e non trova di fatto alcun varco nella retroguardia colombiana. Sul fronte opposto il Cortulà mette in campo tanta garra e tanta fisicità che, per lo meno in mezzo, mette un pochino in difficoltà i nerazzurri. Nonostante questo il match stenta a decollare: troppi errori in fase di impostazione da parte di entrambe le squadre. Con il passare dei minuti gli atalantini però alzano i giri del motore e provano a portarsi all’intervallo in vantaggio. Il primo squillo del match è di marca bergamasca e porta la firma di Repa che, servito benissimo al centro dell’area da un cioccolatino di sinistra da parte di Ruggeri, allarga troppo la conclusione e spara così a lato dalla porta difesa da Loaiza. Nel finale i colombiani faticano ad arginare la manovra orobica e allo scadere, sempre con una grande azione sviluppata a sinistra, i ragazzi di Lorenzi sfiorano nuovamente il vantaggio con Reda che da ottima posizione manda a lato con un colpo di testa un cross che meritava di essere semplicemente spinto in rete.
Pronti via e nella ripresa il copione del match non cambia, con sempre l’Atalanta a partire forte. A differenza dei primi 35’ di gioco, nella ripresa il match inizia subito con ritmi piacevoli. Dopo appena tre giri di lancette gli orobici sfiorano per la terza volta la rete con Repa, che lotta su un pallone lungo e in estirada prova a superare Loaiza che però è attento e con coraggio salvata tutto. La risposta del Cortulà arriva prontamente al 6’ con capitan Paz che, s’impossessa della sfera sulla propria trequarti e inizia un bellissimo coast to coast che lo porta al limite dell’area, ma complice anche la stanchezza il suo tiro ad incrociare risulta debole e fuori misura. Con lo squillo del Cortulà il match improvvisamente s’accende, con i nerazzurri che iniziano a spingere forte sull’acceleratore. Le azioni più pericolose sono sempre di marca nerazurra, come al 10’ quando da una mischia nata da un corner Cittadini calcia alto da dentro l’area piccola. Come già detto, però, il Cortulà è finalmente entrato in partita e al 12’ Castillo con un gran numero al limite dell’area si gira e calcia un destro potente che s’infrange sulla traversa. Le emozioni ora non mancano e sul ribaltamento di fronte Faye viene lanciato in campo aperto, ma una volta giunto davanti a Loaiza spreca tutto calciando addosso al portiere colombiano. Gol sbagliato, gol subito la regola del calcio non perdona mai. Infatti al 18’ uno scatenato Castillo recupera un gran pallone in mezzo e spinge centralmente fino al limite, dove con un passaggio ben calibrato sulla sinistra pesca Villalobos che da ottima posizione allarga il destro e supera Nozza Bielli per il vantaggio colombiano. Dopo tutto quello che ha creato, però, l’Atalanta non ci sta e rialza subito la testa portandosi immediatamente avanti. Passano appena 3 minuti dal vantaggio colombiano ed ecco che i bergamaschi trovano la rete del pareggio con Carrà, bravissimo a ribadire in rete una pericolosa mischia in area dopo una sbavatura di Loaiza su un cross radente proveniente da destra. Nel finale di gara, a pareggio ottenuto, i bergamaschi provano a riversarsi con tutte le loro forza in avanti alla ricerca della vittoria. Il sistema prediletto per arrivare a rendersi pericolosi resta sempre la spinta sulla sinistra, corsia presieduta da un Ruggeri in forma smagliante. Malgrado gli sforzi, però i sudamericani reggono l’urto e, non senza difficoltà, riescono a contenere per cercare di pungere in contropiede, come al 30’ quando da una mischia offensiva in favore dell’Atalanta il Cortulà ribalta velocemente la situazione presentandosi in area con Castillo, che però spara addosso a Nozza Bielli. Lo spavento sembra rinvigorire i bergamaschi che nell’azione seguente si portano avanti con Sidibe che, lasciato da solo al centro dell’area piccola, insacca facilmente una splendida torre area di Carrà, con così partecipa ad entrambe le marcature. Il vantaggio atalantino, però, non smorza il match visto che praticamente all’ultimo minuto solo una grande uscita di Nozza Bielli salva l’Atalanta da un clamoroso pareggio, quando il neo entrato Mosquera si presenta in area lasciato colpevolmente solo.

ATALANTA 2
CORTULÀ 1
RETI: 18’ st Villalobos (C), 21’ st Carrà (A), 33’ st Sidibe (A).
ATALANTA: Nozza Bielli, Renault G., Cittadini, Mallamo (34’ st Manfredi), Sidibe, Faye (16’ st Carrà), Reda, Repa (14’ st Viviani), Scanagatta, Ruggeri, Giovane (16’ st Roma). A disp. Derbali, Reanult C., Roma, Pisoni, Carrà. All. Lorenzi.
CORTULÀ: Loaiza, Valencia, Angulo, Ortiz, Sinister, Perez, Velasco, Mera, Paz, Villalobos, Ditta (1’st Castillo). A disp.: Amador, Mosquera, Vergara, Angulo Q., Katime, Quinones.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.