26 Novembre 2020 - 19:48:26

Torino-Genoa Under 18: Favale gol, secondo tempo fatale ai granata

Le più lette

Muggiò Promozione, l’esperto Cavalli e il cambio di ruolo “alla Pirlo” per una lunga carriera: «Ho ancora il fuoco dentro»

Nella finestra di mercato prima dell’inizio del campionato se c’è una squadra nel Girone B di Promozione che è...

Sprint e Sport Podcast: intervista ad Arturo Di Napoli, trascinatore di Messina e Salernitana e ora tecnico del Cologno

È ora online il quarto appuntamento con "Le Interviste di Sprint e Sport" che vede come protagonista Arturo Di...

Errare è umano, perseverare diabolico. La vittoria con la Fiorentina non ha eliminato i problemi dell’Under 18 del Torino. Contro il Genoa i torelli hanno nuovamente perso una partita complicandosi da soli la vita e venendo puniti per errori propri. A fine partita ai granata rimane il rammarico di non essere riusciti a dare continuità all’ottimo primo tempo, nonostante un buon finale di partita giocato con un uomo in meno.

A inizio gara Capriolo lancia Cocola dal primo e opta per il 4-3-3 che aveva portato al successo contro la Fiorentina. La novità è la presenza dal primo minuto del 2003 Giorgio Savini, mentre torna titolare anche Diego Morra Bean. Ruotolo, invece, lancia a sopresa dal primo il polacco Zielski, che aveva giocato solamente nel roboante 6-0 con il Milan. Il tecnico genoano conferma in avanti Diakhate, capocannoniere del girone, e Conti.

La partita si fa sin dalle prime battute ruggente. Le due squadre si affrontano a viso aperto e tra il terzo e il quarto minuto arrivano già le prime occasioni. Prima è Diakhate a provarci dalla distanza, ma la sua conclusione dalla distanza trova la risposta di Pirola. Immediata l’occasione per i ragazzi di Capriolo. Un ispirato Favale trova il corridoio giusto per Cotruta, che però non riesce a dare potenza a una conclusione troppo centrale. I ritmi aumentano con il passare dei minuti. Il Genoa prova a sfruttare la velocità e la fisicità del trio offensivo, mentre i granata si affidano alla rapidità nel palleggio dei propri interpreti. Inoltre, i torelli si dimostrano bravi anche nell’attaccare la profondità. L’arma in più dei ragazzi di Capriolo, però, è Favale. Il fantasista al 16′ semina il panico sulla destra, si accentra e prova la conclusione sul secondo palo, trovando la respinta di Wozniak. La risposta del Genoa arriva poco dopo. Cavalli supera Foschi con uno stop a seguire di petto e serve Conti in mezzo all’area, ma è fondamentale Novelli, che salva il Torino. Gol mangiato e gol subito. Al 26′ Tordini viene fermato da Mukaj a due passi dall’area di rigore. Della punizione si incarica Favale, che sorprende Wozniak sul suo palo. L’estremo difensore sbaglia la posizione e il fantasista granata è bravissimo a punirlo. Il gol blocca mentalmente il Genoa, che inizia ad attaccare a testa bassa e non riesce a impensierire i torelli, che arrivano con continuità e pericolosità nell’area rossoblù, senza riuscire però a concretizzare il proprio momento positivo.

Durante l’intervallo Ruotolo corre ai ripari sostituendo Zielski con Rancati. La scelta si rivela azzeccata. Il neo entrato prima sfiora il gol del pareggio con un colpo di testa ravvicinato e poi riesce ad andare in gol. Morra sbaglia in disimpegno, Conti vince il contrasto in area di rigore con il centrale granata e la palla carambola dalle parti di Rancati, che deve solamente battezzare l’angolo giusto per superare Pirola. Il Torino risponde immediatamente, ma la sorte non è dalla sua, perché Tordini colpisce la traversa in pieno dai 25 metri.A trovare la rete è il Genoa e lo fa ancora una volta con il subentrato Rancati, che ribadisce in rete una respinta di Pirola dopo il colpo di testa di Chiricallo. Poco dopo il gol il Torino rimane in dieci. Tesio viene espulso per un intervento ritenuto troppo duro. Rimangono dubbi sulla decisione di Calzavara di Varese, che è apparso troppo severo nei confronti del centrocampista granata. Nonostante l’inferiorità numerica i ragazzi di Capriolo provano a continuare ad attaccare, ma il Genoa ha vita facile nel gestire le sfuriate dei torelli e riescono anche a chiudere i conti al 34′ con Conti. Il risultato pare una punizione eccessiva per il Torino, che paga un avvio di ripresa sottotono e conferma le difficoltà messe in mostra in passato.

TORINO-GENOA IL TABELLINO

Torino-Genoa 1-3

RETI (1-0, 1-3): 26′ Favale (T), 14′ st Rancati (G), 18′ st Rancati (G), 34′ st Conti (G).

TORINO (4-3-3): Pirola 6.5, Foschi 6, Cotruta 6 (39′ st Sganzerla sv), Tesio 6, Morra Bean 5.5, Novelli 7, Cocola 6.5 (22′ st Rimpa 6), Savini 7, Tordini 6.5, Pane 6 (39′ st Peirano sv), Favale 6.5. A disp. Matysiak, Bedetti, Formia, Crivellaro, Stauciuc, Sylla. All. Capriolo 6.

GENOA (4-3-1-2): Wozniak 6, Dellepiane 6.5, Cavalli 5.5, Cenci 6.5 (32′ st Lipani 6), Chiricallo 7, Mukaj 6, Maglione 6.5 (32′ st Turchet 6), Besaggio 6 (39′ st Insolito sv), Diakhate 6, Conti 7 (39′ st Incerti sv), Zielski 5.5 (1′ st Rancati 8). A disp. Agostini, Pascali, Colombo, Piu. All. Ruotolo 7.

ARBITRO: Calzavara di Varese  5.5.

ESPULSO: 26’st Tesio (T)

TORINO-GENOA LE PAGELLE

TORINO

Pirola 6.5 Buone risposte e ottimi riflessi. Compie una bellissima parata su Chiricallo, ma viene punito da Rancati.

Foschi 6 Spinge bene nel primo tempo, nel secondo cala con tutta la squadra.

Cotruta 6 Gara più diligente del collega a destra. Rischia poco. 39′ st Sganzerla sv

Tesio 6 Mezzo punto in meno per l’espulsione (anche se è sembrata veramente eccessiva). Prestazione positiva, dimostra di essere di una categoria superiore.

Morra Bean 5.5 Partita macchiata da un errore che apre alla rimonta genoana.

Novelli 7 Salva i torelli nel primo tempo, tiene bene la coppia offensiva del Genoa.

Cocola 6.5 Parte dal primo. A volte si perde, ma la sua rapidità è fondamentale. 22′ st Rimpa 6 Entra in un momento complicato, Capriolo gli chiede più coraggio e lui prova a soddisfarlo.

Savini 7 Non sembra avere un anno in meno. Ottima partita. Rincorre chiunque e gioca con semplicità.

Tordini 6.5 Partita di grande sacrificio, ma il fato non è dalla sua. Colpisce una traversa clamorosa, avesse segnato sarebbe stato un gol bellissimo e forse avrebbe portato a un risultato diverso.

Pane 6 Dinamismo, grinta e grande sacrificio. 39′ st Peirano sv

Favale 6.5 Gol bello e illusorio. Nel primo tempo è devastante e i genoani non riescono mai a prenderlo, cala nella ripresa.

All. Capriolo 6 Ottimo primo tempo e avvio di ripresa un po’ difficoltoso. La sua squadra è bella quando sta bene, ma compromette tutto nel giro di pochi minuti. Urge una soluzione a questi problemi.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli