4 Marzo 2021

Torino Genoa Under 18: i granata di Franco Semioli inciampano in casa contro il Grifone

Le più lette

Serie D: Pellegrini si sfoga, al Derthona arriva Zichella; Masitto alla Lavagnese

In queste ore dovrebbe arrivare l'ufficialità. Giovanni Zichella si siede sulla panchina dell'HSL Derthona. Nella giornata di ieri è arrivato...

Highlander Stefano Straforini e i Miraflowers, i talenti cresciuti nella cantera del Mirafiori

Quando si parla di bandiere il pensiero corre a quei giocatori che hanno fatto la storia di una società,...

Fanfulla – Villa Valle Serie D: Palmieri risponde Castelli, a Lodi finisce in parità

Finisce 1-1 la sfida fra Fanfulla e Villa Valle alla Dossenina di Lodi nella 20° giornata del Girone B...

La prima ora di gioco opaca condanna i padroni di casa ad una sconfitta meritata contro un Genoa ben posizionato in campo dal tecnico Gennaro Ruotolo. I rossoblù chiudono avanti di un gol la prima frazione di gara; nella ripresa i granata provano a risollevare la testa ma gli ospiti rischiano poco e nel finale legittimano la vittoria con una rete allo scadere su calcio piazzato.
Il Torino scende in campo con un 4-3-3 che nelle intenzioni del tecnico Franco Semioli dovrebbe dare equilibrio in difesa e imprevedibilità in fase offensiva: Fiorenza estremo difensore, Todisco terzino destro, Gregori terzino sinistro, Anton e Chiarlone difensori centrali; Dolcini ha il compito di far da schermo davanti alla linea di difesa, mentre De Matos e capitan Savini sono le due mezze ali; ala destra Eordea, centravanti Barbieri e La Marca ala sinistra con grande libertà di svariare su tutto il fronte offensivo. Gli ospiti rispondono con con un 3-4-1-2 d’ispirazione Gasperiniana: Allarmati tra i legni, linea a tre composta da Paoloni, Bolcano e Ghigliotti; Parodi esterno sinistro, Nesci esterno destro, Vassallo e Zenelaj a centrocampo; davanti Ruotolo si affida al numero 10 Giacchino ad ispirare le punte Bamba e Fossati.
Il Torino parte forte e dopo una manciata di secondi il pressing vincente di Barbieri libera Savini che chiude troppo il destro sulla conclusione da fuori; qualche minuto più tardi però la pressione granata perde intensità e il Genoa, più ordinato, prende in mano il pallino del gioco. Parodi è incontenibile sull’out di sinistra, Vassallo regna a centrocampo e il trio d’attacco lascia intendere di essere in giornata di grazia, Fossati su tutti. Le occasioni da gol scarseggiano fino al 34′, quando la verticalizzazione improvvisa di Vassallo sorprende la retroguardia granata e libera in campo aperto Fossati; il numero 11 rossoblù a tu per tu con Fiorenza si lascia ipnotizzare dal portiere granata, abilissimo nell’uscita bassa. L’enorme chance non capitalizzata conferisce ulteriore fiducia agli ospiti e al minuto 36′ l’asse Bamba-Fossati trova la via del vantaggio: spizzata del primo e magia del secondo che con un sombrero si disfa di Chiarlone e libera un sinistro non esattamente irresistibile ma abbastanza efficacie da beffare Fiorenza. Si va dunque al riposo con gli ospiti avanti e un Torino che fatica a imporre il proprio gioco, fatta eccezione per qualche accelerazione di La Marca. L’avvio di ripresa sembra confermare quanto visto finora, tant’é che al 53′ i genoani raddoppiano. Corner magistrale dell’ispiratissimo Fossati per Giacchino, colpevolmente dimenticato dai ragazzi di Semioli; il fantasista rossoblú impatta di testa con forza e spedisce il pallone sotto la traversa. 0-2 e Torino alle corde. I granata hanno bisogno di nuova linfa per ipotizzare una rimonta e il tecnico lo sa bene. Decide così di correre ai ripari e inserisce Della Valle, Di Marco e Ordisci richiamando in panchina Todisco, De Matos e Eordea. La reazione c’è e si concretizza al 75′ quando bomber Barbieri si avventa su un pallone vagante in conseguenza ad uscita sbagliata della difesa ospite e fulmina Allarmati in una sorta di rigore in movimento. I padroni di casa ora ci credono, alzano il baricentro e chiudono il Genoa nella sua metà campo. Le sostituzioni del gigante Bamba e l’imprendibile Fossati facilitano il lavoro dei centrali di difesa granata; gli ospiti però si posizionano in linea a 5 in fase di non possesso costringendo La Marca ad abbassarsi per trovare palloni giocabili e limitando con raddoppi istantanei Ordisci e Barbieri. Tra il minuto 83′ e 87′ i granata confezionano due palle gol su calci di punizione dalla tre quarti su cui Anton prima con il destro e poi di testa non inquadra lo specchio. Con i granata all’arrembaggio si aprono spazi per gli ospiti e i due attaccanti subentrati Piccardi e Bilel provano ad approfittarne per far rifiatare i compagni. Entrati nei minuti di recupero i granata sono stremati e su un calcio piazzato dal limite sinistro dell’area capitolano. Punizione geniale con il destro di Insolito, palla che aggira la barriera a 3 e s’insacca nell’angolino basso alle spalle di Fiorenza. Il Torino ha un ultimo sussulto d’orgoglio e quando il cronometro segna 95′ Gheralia, penetrato caparbiamente in area, atterra dopo un contrasto con Ghigliotti; Omar Giaveno di Pinerolo fa ampi cenni di proseguire e spegne le tiepide proteste granata con l’inesorabile triplice fischio. Granata sconfitti tra le mura amiche di Grugliasco da un Genoa solido, in grado di imporsi per lunghi tratti della gara. Resta l’amaro in bocca alla banda di Semioli, soprattutto per aver disputato un primo tempo sotto tono.

IL TABELLINO 

TORINO – GENOA 1 – 3
RETI (0-2, 1-2, 1-3):
36′ Fossati (G), 8′ st Giacchino (G), 30′ st Barbieri (T), 48′ st Insolito (G)
TORINO (4-3-3): Fiorenza 5.5, Todisco 5.5 (12′ st Della Valle 6), Gregori 6 (28′ st Juricic sv), Anton 6.5, Chiarlone 6, Dolcini 6.5 (28′ st Gheralia 6), De Matos 6 (12′ st Di Marco 6), Savini 6 ( 28′ st Andretta 6), Eordea 6 (12′ st Ordisci 6), La Marca 7 (41′ st Albisetti sv) Barbieri 6.5. All. Semioli.
GENOA (3-4-1-2): Allarmati 6.5, Paoloni 6 (28′ st Vessella sv), Ghigliotti 6, Bolcano 6.5, Nesci sv (13′ Orvieto 6), Parodi 6.5, Vassallo 7, Zenelaj 6 (28′ st Broso sv), Giacchino 7 (28′ st Insolito 7), Fossati 7.5 ( 16′ st Bilel 6), Bamba 7 (16′ st Piccardo 6). All. Ruotolo.
AMMONITI: 30′ Orvieto (G), 33′ Dolcini (T), 45′ st Anton (T).
ARBITRO: Omar Giaveno di Pinerolo 6.
COLLABORATORI: Sartori di Collegno e Contro di Torino.

 LE PAGELLE 

TORINO
Fiorenza 5.5 Formidabile al 34′ nel murare in uscita bassa Fossati. Da rivedere invece pochi minuti più tardi in occasione del vantaggio genoano.
Todisco 5.5 A volte incerto nelle chiusure. Patisce le continue sovrapposizioni di Parodi nella prima metà di gara. 12′ st Della Valle 6 Prova a farsi vedere in proiezione offensiva quando il Torino chiude gli avversari nella fase centrale della ripresa.
Gregori 6 Si concentra di più sul non concedere nulla dalla sua parte che sul supportare le manovre offensive 28′ st Juricic sv.
Anton 6.5 Il migliore della difesa di casa. Si fa valere sul gioco aereo in entrambe le aree.
Chiarlone 6 Contenere Bamba fisicamente non è un compito semplice. Lui fa del suo meglio ricorrendo anche a qualche fallo.
Dolcini 6.5 E’ la diga della mediana. Lotta su tutti i palloni e cerca di portare ordine quando la manovra è confusa. 28′ st Gheralia 6 Su una sua incursione nasce l’episodio discusso nel finale. Entra bene in partita.
De Matos 6 Si incarica di tutti i calci piazzati e prova a dare qualità in ogni possesso. Non sempre riesce ad incidere come vorrebbe. 12′ st Di Marco 6 Entra con grinta e qualità a metà campo quando il Torino prova il forcing.
Savini 6 Il capitano prova a combinare con La Marca ma gli ospiti si difendono con attenzione e ne limitano le scorribande. 28′ st Andretta 6 Ci prova dalla distanza ma trova sulla sua strada un attento Allarmati.
Eordea 6 Dimostra di avere un gran passo ma fatica a far vedere tutta la sua esplosività. Ordisci 6 Prova a dare peso alla manovra offensiva ma gli spazi sono davvero pochi tra le tante maglie rossoblù.
La Marca 7 E’ il più pimpante tra i ragazzi di Semioli. Prova spesso l’uno contro uno e quando accelera è imprendibile. Parte ala sinistra ma spesso si accentra per ricevere il pallone tra i piedi e cercare la giocata. 41′ st Albisetti sv.
Barbieri 6.5 Nel primo tempo fatica a imporsi, nella ripresa con un guizzo da rapace riapre la partita. Al triplice fischio è stremato, incarna lo spirito toro.

GENOA
Allarmati 6.5 Sempre attento quando chiamato in causa. Non sbaglia mai in uscita e con i piedi. Incolpevole sul gol di Barbieri.
Paoloni 6 Attento in chiusura, a volte impreciso in fase di costruzione. 28′ st Vessella sv.
Ghigliotti 6 Non commette sbavature per l’intera gara. Rischia tanto nell’ultima azione in occasione del contrasto con Gheralia.
Bolcano 6.5 Leader del pacchetto difensivo genoano. Coordina benissimo i movimenti dei compagni.
Nesci sv Si fa male dopo meno di venti minuti ed è costretto a lasciare il campo. 13′ Orvieto 6 Nel primo tempo così così, nella ripresa prende coraggio e risponde presente quando chiamato in causa.
Parodi 6.5 Esterno a sinistra macina chilometri durante tutto il primo tempo. Nella ripresa scala difensore centrale sembrando altrettanto a suo agio.
Vassallo 7 Detta i tempi di gioco dei suoi con personalità da veterano. Da sottolineare l’imbucata con cui regala una ghiotta occasione a Fossati.
Zenelaj 6 Grande grinta e senso della posizione. Impeccabile in fase difensiva. 28′ st Broso sv.
Giacchino 7 Rapidissimo palla al piede, s’intende alla perfezione con Fossati e Bamba. Trova la via del raddoppio con un colpo di testa micidiale. 28′ st Insolito 7 Ci vuole la sua punizione capolavoro per sigillare la vittoria rossoblù.
Fossati 7.5 Un gol e un assisti gli valgono il premio di migliore in campo. Fino a quando c’è lui i genoani sanno a chi dare il pallone. 16′ st Bilel 6 Prova con le sue accelerazioni ad approfittare degli spazi lasciati dalla retroguardia granata nel secondo tempo.
Bamba 7 Fa valere ogni centimetro della sua mole per dominare sui palloni aerei e permettere ai suoi compagni di guadagnare campo. L’intesa con Fossati e Giacchini è ottima. 16′ st Piccardo 6 Pochi palloni giocabili, spesso spalle alla porta. Guadagna un paio di falli che fanno rifiatare la squadra nei minuti finali.

LE FOTO DI TORINO – GENOA UNDER 18










Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli