L'Under 15 della Juve marcia spedita
Marcia senza incertezze per la Juve

Si siede anche la Juventus di Giovanni Valenti al tavolo del secondo turno play-off. Un traguardo desiderato, cercato con insistenza e conquistato con sudore e sacrificio contro un ottimo Empoli. 1-0 all’Ale&Ricky di Vinovo nel segno di Filippo Nobile, che marchia a fuoco il passaggio del turno dando un grosso dispiacere al suo passato. Il copione del match vede subito un Empoli vivace e pimpante in area avversaria. Dopo pochi minuti, gli azzurri spaventano il pubblico di casa: due occasioni pericolose sventate dai riflessi di Scaglia. Indossato il mantello, il numero uno bianconero prima vola per neutralizzare la conclusione di Baggiani, poi fa buona guardia respingendo il destro di Cappelli. L’Empoli si aggrappa all’estro del suo ‘diez’, Riccardo Fini: lampi di classe esibiti in vetrina, con una traversa colpita e un piazzato terminato di poco alto a far correre un brivido alla squadra bianconera. La Juventus si affaccia in avanti allo scadere del primo tempo, quando Valdesi da posizione defilata prova la conclusione diretta in porta smanacciata in qualche modo da Fantoni. I padroni di casa rientrano in campo con un altro spirito nella ripresa, e dopo 3’ diventa realtà il sorpasso bianconero: Hasa riscrive le leggi della balistica, calibrando una punizione millimetrica a premiare l’inserimento di Nobile. Zampata da vero rapace e 1-0 Juve. Lo svantaggio, però, non sembra intimorire l’Empoli, che deve fare ancora una volta i conti con Scaglia. Panicucci e Maressa a colpo sicuro ruggiscono in cerca del pareggio, ma niente da fare: il numero uno è insuperabile. Gli azzurri di Nicola Magera colgono il secondo legno di giornata con Bucchioni, la Juventus sfiora il raddoppio con il neo-entrato Marangoni. Queste le ultime emozioni di una sfida giocata a viso aperto: un playoff che incorona la Juve con un Empoli che esce a testa alta. I bianconeri, adesso, se la vedranno con la Spal nel secondo turno play-off.

Juventus-Empoli 1-0
RETI: 3′ st Nobile (J).
JUVENTUS (4-3-3): Scaglia 8, Piras 6 (19′ st Marangoni 6.5), Blesio 6.5, Pellitteri 6.5, Nobile 7.5, Antolini 7, Hasa 7, Valdesi 6.5, Turco 6.5 (35′ st Ghiardelli sv), Doratiotto 6, Galante 6 (7′ st Condello 6). A disp. Daffara, Dellavalle, Elefante, Morleo, Ledonne, Orlando. All. Valenti 7.5.
EMPOLI (4-5-1): Fantoni Gian 6.5, Barsi 7, Renzi 6.5 (30′ st Manfredini sv), Baggiani 7, Macchi 6.5, Guarino 6.5, Cappelli 6 (11′ st Ignacchiti 6), Maressa 6, Panicucci 6.5, Fini 7.5, Bucchioni 7 (25′ st Falsini sv). A disp. Fontanelli, Lazzeri, Maute, Indragoli, Marianucci, Corsi. All. Magera 7.
ARBITRO: Lingamoorthy di Genova  6.5.
AMMONITI: 16′ st Pellitteri (J), 34′ st Doratiotto (J).

PAGELLE JUVENTUS
Scaglia 8 La Juve ha il suo supereroe. Sembra un tiro al bersaglio a tratti, ma resta in piedi ed erige un vero muro invalicabile per gli avversari.
Piras 6 Ingaggia un duello complicato con Fini. 19′ st Marangoni 6.5 Un guizzo nel finale poteva regalare il 2-0. Buon impatto sull’incontro.
Blesio 6.5 Con eleganza nelle due fasi. Attacca e difende senza alcuno sforzo.
Pellitteri 6.5 Ordinato, preciso. Alza la testa e dà il via alla manovra.
Nobile 7.5 Si toglie la soddisfazione di siglare il più classico dei gol dell’ex.
Antolini 7 Solido. Se la Juve può vantare la miglior difesa, lui ha grandi meriti.
Hasa 7 L’emblema di questa Juve. Corre, attacca, difende e si sacrifica. Elemento indispensabile.
Valdesi 6.5 Lampo sotto porta nel primo tempo. Arretra nella ripresa aiutando in copertura.
Turco 6.5 Gladiatore nel reparto avanzato.
Doratiotto 6 Personalità palla al piede.
Galante 6 L’urlo di gioia strozzato in gola dal fuorigioco. 7′ st Condello 6 Tanto movimento.
All. Valenti 7.5 Tanti rischi corsi nell’arco della partita, contro un Empoli mai domo. Una squadra capace di soffrire, capace di stringere i denti nelle difficoltà e staccare il pass con sacrificio al turno successivo. Serviva una Juve matura, una dimostrazione della crescita intrapresa da inizio stagione. Attese soddisfatte nel migliore dei modi.