Gianluca Polistina, allenatore del Milan
Gianluca Polistina, allenatore del Milan

Finale Scudetto al primo anno. Un risultato non da poco per Gianluca Polistina, che nella sua prima stagione in rossonera centro il miglior risultato stagionale del vivaio diretto da Mario Beretta. La Primavera è addirittura retrocessa, Under 17 e Under 16 sono state eliminate ai quarti, lui è arrivato fino in fondo. Non che i 2002 e i 2003 abbiano fatto male, tutt’altro, visto che il Milan – a differenza di Inter e Atalanta – è riuscito a portare tutte e tre le formazioni giovanili alle fasi finali: la squadra di Polistina però ha fatto qualcosa di più, arrivando alla finalissima con le pesantissime assenze nel momento cruciale dell’anno di capitan Marrone e della stellina Gabriele Alesi.

Certo, il rammarico rimane: perché contro la Roma il Milan se l’è giocata alla grande, e nel primo tempo ha anche creato le occasioni migliori. Poi quei cinque minuti di black-out nella ripresa che hanno compromesso tutto: «C’è tanto amaro in bocca – il commento di Polistinapurtroppo gli episodi sono stati decisivi: nel primo tempo abbiamo creato diverse occasioni ma non abbiamo segnato, nella ripresa loro hanno trovato due gol e hanno vinto. Quei cinque minuti di sbandamento ci sono costati cari, il secondo gol l’abbiamo subito con la linea difensiva un po’ troppo fuori, è andata così».

ASCOLTA L’INTERVISTA A POLISTINA (MILAN)


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.