24 Settembre 2020 - 09:57:30
sprint-logo

Youth League, Juventus-Real Madrid: Tongya e il rosso illudo, Blancos avanti di qualità

Le più lette

Sedriano-Magenta Promozione: Paoluzzi e Pellegata regalano il passaggio del turno a Bestetti

Il Sedriano con Paoluzzi e Pellegata passa aritmeticamente il primo turno di Coppa Italia. Se nel primo tempo le...

Brianza Olginatese – Cisanese Under 19: Passoni vince con maturità, Colleoni soddisfatto a metà

Vince e convince la Cisanese di Passoni che espugna il campo di Olginate per 2-0, nella seconda giornata del...

Regionali Lombardia, ufficiale la rinuncia dell’Offanenghese: ripescate Bulgaro in Under 17 e Sestese in Under 15

È ufficiale: l'Offanenghese ritira la propria iscrizione dai campionati regionali. Dopo la notizia arrivata ieri sera, la quale ha...

Si conclude l’esperienza in Youth League della Juventus di Lamberto Zauli. Il gol di Tongya e la superiorità numerica nel primo tempo avevano illuso i bianconeri, recuperati di qualità dal Real Madrid di Raul.

Partenza super dei bianconeri che dopo due minuti passa avanti. Tongya ruba palla a Gutierrez, entra in area dalla destra, supera Chust con un doppio passo e finalizza sul palo lontano di Fuidias. Insiste ancora la Juve con Ramon che all’8′ rischia l’autogol sugli sviluppi di angolo con la palla che termina fuori di pochissimo. Al minuto undici colpo di scena a Nyon: Jordi, a fallo già fischiato, tira un calcione al pallone a pochi centimetri dalla testa di Ntenda. Si accende una rissa, l’arbitro opta subito per l’espulsione e il terzino francese si riprende dopo qualche minuto. I ragazzi di Zauli trovano il raddoppio con Sekulov ma l’arbitro annulla. Infatti la rovesciata in area di Dragusin, di fatto assist per la rete dell’italo-macedone, è stata considerata “gioco pericoloso”. Quando la gara sembrava in discesa, si sveglia il Real Madrid con un uno-due fulminante: al 30′ Arribas sfida Dragusin uno contro uno prima di incrociare e pareggiare i conti mentre al 32′ Latasa serve Morante, abilissimo a pescare Gonzalez sulla linea del fuorigioco che davanti a Siano rimane freddo. In 120 secondi il Real la ribalta. Juve in affanno, Real che prova ad approfittarne con Latasa che in area tira di potenza ma Siano è abile a mettere in angolo.

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

Nella ripresa la Juventus prova a spingere per trovare subito il gol, ma a segnare sono i Blancos: minuto 12, Latasa tiene botta su Gozzi e infila Siano calando il tris del Real. La strada si complica ulteriormente con gli spagnoli di Raul abili a chiudere gli spazi nonostante qualche sporadica e timida occasione bianconera, in particolar modo grazie a Chibozo e Miretti. I due ex Under 17 di Francesco Pedone si mettono in mostra cominciando a respirare l’aria di Primavera. Al 34′ Siano è protagonista di una bella parata su Rodriguez, entrato nel secondo tempo. Miretti ci prova due volte nel giro di tre minuti ma prima Fuidias con un volo plastico e poi una provvidenziale deviazione della difesa evitano il possibile gol del 2-3. Finisce, così come per i grandi, agli ottavi di finale la campagna europea della Juventus.

IL TABELLINO DI JUVENTUS-REAL MADRID

Juventus-Real Madrid 1-3

RETI (1-0, 1-3): 3′ Tongya (JUV), 30′ Arribas (RMA), 32′ Gonzalez (RMA), 12′ st Latasa (RMA)

JUVENTUS (4-3-3): Siano; Leo, Dragusin, Gozzi, Ntenda (21′ st Leone); Tongya, Fagioli (13′ st Barrenechea), Ranocchia (13′ st Miretti); Sekulov (13′ st Chibozo), Petrelli, Portanova. A disposizione: Garofani, Riccio, Lamanna. Allenatore Zauli.

REAL MADRID (4-1-4-1): Fuidias; Santos, Ramon, Chust, Gutierrez; Blanco; Jordi, Arribas (29′ st Rodriguez Delgado), Morante (29′ st Sintes), Gonzalez (45′ st Aranda); Latasa (19′ st Park). A disposizione: Lopez Andugar, Carrillo, Gonzalez Carmona. Allenatore Raul. 29

AMMONITI: 5′ Latasa (RMA), 9′ Leo (JUV), 31′ Gozzi (JUV), 18′ st Gonzalez (RMA), 35′ st Chust (RMA), 36′ st Tongya (JUV), 37′ st Blanco (RMA)

ESPULSI: 11′ Jordi (RMA).

LE PAGELLE DI JUVENTUS-REAL MADRID

JUVENTUS

Siano 6 Leggermente colpevole sul terzo gol, ma comunque bravo su Rodriguez anche se a risultato acquisito

Leo 6 Spinge e crossa parecchio, prova a rendersi pericoloso anche se raccogliendo poche gioie

Dragusin 5.5 Partita non da lui. Portato a spasso da Arribas nel primo gol e qualche errore di troppo nel corso della partita

Gozzi 5.5 Stesso discorso di Dragusin, ci si aspettava una prestazione all’altezza della situazione. Troppo fragile sul gol di Latasa

Ntenda 6.5 Uno dei migliori. Bravo a sfondare e creare chance da gol, grande prestanza fisica (21′ st Leone 6 Si fa vedere in avanti e mantiene equilibrio)

Tongya 6,5 Pronti, via e gran gol del giovane trequartista. Sempre nel vivo del gioco anche se verso la fine pecca di lucidità

Fagioli 5 Una delle pochissime prestazioni insufficienti per il regista della Primavera e dell’Under 23. Inevitabile la sostituzione (13′ st Barrenechea 6 Compie meno errori di Fagioli, offre più fisicità)

Ranocchia 6 Dai suoi piedi nascono la maggior parte delle occasioni, principalmente da piazzato. (13′ st Miretti 6.5 Dimostra le sue grandi qualità, va vicino due volte al gol)

Sekulov 5.5 Si vede (giustamente) annullare il gol del momentaneo 2-0. Si vede poco, ma ci prova (13′ st Chibozo 6.5 Scappa via di continuo, una mina vagante. Prestazione più che positiva)

Petrelli 5 Pablo Ramon lo tiene a bada, si fa fatica a ricordare una sua conclusone

Portanova 5 Doveva aggiungere esperienza e qualità, in realtà si vede pochissimo e mai pericolosamente

REAL MADRID

Fuidias 6.5 Attento sui cross e sulle conclusioni avversarie, incolpevole sul gol subito

Santos 6 Ordinato sulla fascia di competenza, bravo a murare la maggior parte dei cross

Ramon 7 Annulla fisicamente Petrelli, ottime chiusure e grande lavoro difensivo

Chust 6.5 Si fa saltare da Tongya dopo due minuti. Per il resto molto vigile

Gutierrez 5.5 Errore sanguinoso sull’1-0, si riprende solo in parte

Blanco 7.5 Prestazione monumentale, recupera tantissimi palloni e si conquista altrettanti falli. Metronomo del centrocampo, MVP di giornata

Jordi 4 Gesto da condannare, reazione senza senso. Ha rischiato di rovinare il lavoro e i sacrifici dei compagni, ha finito che rovinare solamente se stesso.

Arribas 7 Gran gol del pareggio, da lì in poi rimonta Blancos. Veloce e sgusciante (29′ st Rodriguez Delgado sv)

Morante 7 L’assist sul 2-1 è da antologia. Spicca per continuità e qualità (29′ st Sintes sv)

Gonzalez 7 Freddo davanti a Siano nell’azione del vantaggio, qualità e quantità per Raul (45′ st Aranda sv)

Latasa 7 Era uno dei maggiori pericoli ad inizio gara e il gol del 3-1 lo dimostra. Implacabile (19′ st Park 6 Qualche iniziativa nella ripresa)

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli