Cerca

Sassuolo-Inter Primavera 1: Bonfanti punge e Satriano scatta, Mattioli nel finale salva i neroverdi

|Sassuolo-Inter Primavera 1: l'ingresso in campo|Sassuolo-Inter Primavera 1: la formazione di Bigica|Sassuolo-Inter Primavera 1: la formazione di Madonna
Una partita che sembrava persa, poi che sembrava vinta, e che finisce in parità. Tre sfumature di un'Inter che alla fine deve accontentarsi di un giusto 3-3 sul campo del Sassuolo, in un match quasi "fastidioso" viste le recenti fatiche con la Roma e il prossimo derby in programma nell'infrasettimanale contro il Milan. La squadra di Bigica rimedia a cinque minuti dalla fine con il bomber di riserva Mattioli, ma il primo tempo dei neroverdi era stato decisamente all'altezza. Quella di Madonna si mangia le mani per aver buttato via i tre punti quando sembravano ormai presi, ma torna a casa con una prestazione di carattere e avendo disputato un secondo tempo arrembante, soprattutto per l'ingresso di Satriano e del tridente titolare. La partita cambia padrone di volta in volta: nel primo tempo Ripamonti e Samele rendono inutile il gol di Bonfanti (2-1), nel secondo Satriano firma aggancio e sorpasso (2-3), poi Mattioli rimette le cose a posto segnando il definitivo 3-3. Turn-over obbligato. Armando Madonna ha la necessità di far rifiatare alcuni elementi, visto che la sfida con la Roma è ancora fresca e che mercoledì c'è il derby. Turnover ragionato in difesa (fuori Persyn e Andrea Moretti, dentro Lorenzo Moretti e Sottini) e a centrocampo (Wieser al posto di Sangalli), turnover totale invece in attacco con Mirarchi che fa rifiatare Oristanio e la coppia Bonfanti-Akhalaia che prende il posto del tandem uruguaiano Satriano-Fonseca. Emiliano Bigica, nonostante il brutto pareggio rimediato con l'Ascoli, si affida ai titolarissimi confermando Flamingo nel cuore della difesa al fianco di Piccinini e il nuovo acquisto Samele al centro dell'attacco: ormai perni insostituibili anche i due ex Renate, il terzino sinistro Davide Manarelli e l'attaccante esterno Martino Ripamonti. Che i neroverdi giochino con più sicurezza è evidente fin da subito, al contrario ai nerazzurri serve qualche minuto per metabolizzare le intese e prendere le misure ai movimenti del centrocampo avversario. Quando succede, però, il Sassuolo è già passato in vantaggio: angolo dalla sinistra di Artioli, colpo di testa di Ripamonti che brucia la marcatura di Casadei e incorna alle spalle di Stankovic (12'). A questo punto inizia un'altra partita, con i ragazzi di Madonna che prendono piano piano possesso del gioco e facendosi sempre più vivi dalle parti di Vitale: prima con un mancino di Bonfanti che il portiere blocca (24'), poi con una conclusione alta di Squizzato da buona posizione (26'). Il pareggio è maturo e arriva al 27': errore in uscita del Sassuolo con Marginean che riceve da Vitale e sbaglia il passaggio per Flamingo, Wieser anticipa il difensore olandese e appoggia per Bonfanti che stavolta non perdona. L'inerzia del match pare dover scivolare dalla parte interista, e invece il padroni di casa sfruttano un altro calcio piazzato per riportarsi subito in vantaggio: altro angolo di Artioli (stavolta da destra), Stankovic respinge il colpo di testa di Ripamonti ma nulla può sul tap-in vincente di Luigi Samele che firma il 2-1 (31'). Fuochi d'artificio. Il secondo tempo è uno spettacolo. Magari non per i puristi, ma le emozioni si susseguono una dietro l'altra e l'inerzia della partita cambia più volte proprietario. L'avvio è tutto dell'Inter: Madonna cala l'asso Satriano (al posto di uno spento Akhalaia) e l'attaccante svolta dopo appena due minuti. Manarelli trattiene Casadei in piena area, per Collu è rigore (fallo forse lieve ma penalty che ci sta) e l'attaccante uruguaiano dagli undici metri spiazza Vitale e pareggia. Al quarto d'ora, dopo una grande parata di Vitale su Bonfanti, entrano anche Oristanio e Fonseca e l'Inter cresce ulteriormente. Al Sassuolo per stare in partita serve ancora un intervento di Vitale, che respinge di piede su Oristanio (24'), ma subito dopo capitola: splendida punizione dalla destra di Squizzato telecomandata sulla testa di Satriano, torsione vincente e palla all'incrocio dei pali per il sorpasso nerazzurro (25' st). Il match sembra indirizzato, ma con un colpo di coda (leggasi i cambi di Bigica) il Sassuolo la riprende con due subentrati a cinque minuti dalla fine: sugli sviluppi di un calcio d'angolo la palla arriva a sinistra, Pieragnolo la rimette bassa in mezzo e Mattioli indovina la girata alle spalle di Stankovic. Finisce 3-3, e alla fine è giusto così.

IL TABELLINO

SASSUOLO-INTER 3-3RETI (1-0, 1-1, 2-1, 2-3, 3-3): 12' Ripamonti (S), 27' Bonfanti (I), 31' Samele (S), 2' st rig. Satriano (I), 25' st Satriano (I), 40' st Mattioli (S).SASSUOLO (4-3-3): Vitale 6, Saccani 6, Manarelli 5.5 (35' st Pieragnolo 6.5), Flamingo 6, Marginean 5 (35' st Karamoko sv), Piccinini 6, Aucelli 6 (35' st Mattioli 7), Artioli 6.5, Samele 6.5 (24' st Chiemerie 6), Manara 6, Ripamonti 7 (15' st Florentine 5.5). A disp. Zacchi, Fiore Uni, Noor, Pinelli, Cannavaro, Abubakar, Arcopinto. All. Bigica 6.5.INTER (4-3-1-2): Stankovic 6, Moretti L. 6, Vezzoni 5.5, Kinkoue 6, Sottini 6, Squizzato 6.5, Wieser 7 (22' st Fabbian 6), Casadei 6 (32' st Sangalli sv), Bonfanti 7 (15' st Fonseca 5.5), Mirarchi 5.5 (15' st Oristanio 6), Akhalaia 5 (1' st Satriano 7.5). A disp. Rovida, Tonoli, Moretti A., Dimarco, Peschetola, Calligaris. All. Madonna 6.ARBITRO: Collu di Cagliari 6.COLLABORATORI: Lenza di Firenze e Garzelli di Livorno.AMMONITI: Manarelli e Pieragnolo (S), Kinkoue (I).[caption id="attachment_261392" align="aligncenter" width="900"] Sassuolo-Inter Primavera 1: l'ingresso in campo Sassuolo-Inter Primavera 1: l'ingresso in campo[/caption]

LE PAGELLE

PAGELLE SASSUOLO Vitale 6 L'1-1 interista nasce da un suo disimpegno ma l'errore lo fa Marginean, sul rigore del 2-2 viene spiazzato e può fare poco. Si guadagna la pagnotta con due belle parate su Bonfanti e Oristanio, mentre il colpo di testa di Satriano è imparabile. Saccani 6 Altra prova convincente per il terzino destro, che si conferma uno degli elementi più interessanti della categoria in quel ruolo. Quando Mirarchi si allarga dalla sua parte trova pochi spazi, in più costringe Vezzoni a stare sulla difensiva: se parte in progressione, fermarlo diventa complicato. Mezzo punto in meno perché nel secondo tempo si normalizza e regala anche una palla gol ad Oristanio sulla quale rimedia Vitale. Manarelli 5.5 La prima parte di gara è positiva, copre bene la sua zona e si propone anche in avanti con continuità. Poi però commette l'errore che riporta in gara l'Inter trattenendo ingenuamente Casadei: rigore forse generoso, ma il braccio ce lo mette. 35' st Pieragnolo 6.5 Giusto il tempo di regalare a Mattioli l'assist per il 3-3: sconfitta evitata grazie a una sua giocata. Flamingo 6 Primo tempo in controllo, anche se a volte qualche sbavatura rischia di condannarlo. Non ha grosse colpe sui gol subiti: sull'1-1 si fa anticipare da Wieser, ma l'errore è del compagno che gli dà una palla davvero complicata. Marginean 5 Stranamente la nota stonata di un Sassuolo che gira bene. Lui che di solito è il direttore dell'orchestra, stavolta si dimentica la bacchetta negli spogliatoi. Oltre a toccare pochi palloni, commette l'errore in disimpegno che porta al gol di Bonfanti. Invisibile anche nella ripresa. (35' st Karamoko sv). Piccinini 6 Come Flamingo, centralmente tutto sommato la retroguardia regge bene. Il gol di Bonfanti arriva da un errore individuale, la doppietta di Satriano nasce da un rigore e da un calcio di punizione: poteva fare ben poco. Aucelli 6 Sbriga il lavoro sporco a centrocampo, pulendo palloni e consegnandoli sapientemente nei piedi dei compagni. Magari mai appariscente, ma la sua presenza comunque si fa sentire. 35 ' st Mattioli 7 Fondamentale nell'assalto finale: ci mette muscoli, centimetri ma soprattutto il piede sinistro girando in rete il gol del definitivo 3-3. Artioli 6.5 Prezioso lavoro di raccordo da mezz'ala, ma soprattutto letale quando c'è da andare a battere gli angoli: da due sue traiettorie perfette nascono i due gol neroverdi del primo tempo. Samele 6.5 Primo gol con la maglia del Sassuolo per la nuova punta classe 2002 pescata dal Monopoli. Anche se poi non riesce a combinare chissà cosa, la zampata del 2-1 è da centravanti purissimo. (24' st Chiemerie 6). Manara 6 Luci e ombre. Quando si accende brilla di luce propria, ma troppo spesso finisce per nascondersi senza riuscire a incidere. Comunque riesce a supportare Samele e a tenere impegnato Moretti. Ripamonti 7 Impatto decisivo sul match: firma il vantaggio con un bel colpo di testa, poi provoca il secondo gol costringendo Stankovic alla respinta corta inzuccando bene un altro corner di Artioli. Non solo pericolosità sui calci piazzati però, ma anche buone giocate per i compagni: in particolare, bello un assist per Manara che però manda poi alto di testa. (15' st Florentine 5.5). All. Bigica 6.5 Buon approccio alla gara, che però sembra scivolare via quando Madonna cala gli assi dalla panchina. La riprende con gli ultimi cambi: Pieragnolo e Mattioli confezionano il pareggio.[caption id="attachment_261440" align="aligncenter" width="900"] Sassuolo-Inter Primavera 1: la formazione di Bigica Sassuolo-Inter Primavera 1: la formazione di Bigica[/caption] PAGELLE INTER Stankovic 6 La respinta corta che Samele tramuta in gol non è un errore ma il massimo che poteva fare sul colpo di testa ravvicinato di Ripamonti. Rinvia il momento del 3-3 sfoderando una grande parata bassa su Manara prima di capitolare incolpevolmente sulla girata di Mattioli. Moretti L. 6 Attenzione e muscolarità sulla destra, tant'è che Ripamonti incide praticamente solo sui calci piazzati. Forse sale poco e si preoccupa troppo di Manarelli, ma le dinamiche della partita non consentivano grosse sgroppate. Vezzoni 5.5 Timido nel primo tempo, non dà supporto al centrocampo perché costretto a stare attento alle sovrapposizioni di Saccani che quando strappa fa malissimo. Si riprende parzialmente con un ottimo inizio di secondo tempo nel quale mette in mezzo palloni interessanti. Kinkoue 6 Si fa bruciare da Samele sul gol del 2-1, ma non è un errore vero e proprio. Nella ripresa sbroglia alcune matasse, ma si deve arrendere anche lui alla zampata di Mattioli. Sottini 6 Con le buone e con le cattive su Samele, che però in qualche modo riesce a trovare lo spazio per incidere. Diverse cose positive al centro di una difesa che però subisce tre reti: troppe. Squizzato 6.5 Prova a prendersi la squadra sulla spalle cercando di organizzare un giropalla efficace, e qualche cosa riesce a produrre anche se la squadra non gli gira intorno nel migliore dei modi. Ci prova dalla distanza, ma senza troppa fortuna. Il suo destro sarà comunque decisivo: la punizione pennellata sulla testa di Satriano per il gol del 3-2 è un piccolo capolavoro balistico. Wieser 7 La squadra ci mette un po' a carburare, lui invece è in palla fin da subito. Aziona Bonfanti e Squizzato nelle prime due occasioni dell'Inter, poi è bravissimo a intuire le intenzioni di Marginean andando a intercettare il passaggio e servendo a Bonfanti l'assist dell'1-1. Grande apporto al centrocampo nerazzurro. (23' st Fabbian 6). Casadei 6 Inizio così così (è lui il più vicino a Ripamonti sull'1-0 del Sassuolo), poi piano piano riesce a carburare e a dare il suo contributo. Aucelli e Artioli danno fastidio, ma riesce comunque a ritagliarsi metri di campo importanti. Non certo la sua miglior versione, ma il saldo è sufficiente anche perché si prende il rigore del 3-2. (32' st Sangalli sv). Bonfanti 7 Lavora bene nel reparto offensivo: il primo vero tiro dell'Inter verso la porta avversaria è suo, e dopo le prove generali non sbaglia quando deve insaccare il gol del momentaneo pareggio. Pungente al punto giusto, sfrutta l'occasione che gli concede Madonna. (15' st Fonseca 5.5). Mirarchi 5.5 La voglia c'è, il dinamismo pure, a mancare però è un po' di concretezza. Lavora tra le linee senza riuscire mai a trovare una giocata vincente, ma almeno ha il merito di non far giocare Marginean in fase di costruzione di gioco. (15' st Oristanio 6). Akhalaia 5 Dei tre davanti è quello che combina meno, in tutto il primo tempo riesce a produrre solamente un tiro sull'esterno della rete. Non ha la possibilità di rifarsi nella ripresa visto che Madonna lo lascia negli spogliatoi. 1' st Satriano 7.5 Spacca la partita in meno di 120 secondi. Segna con freddezza il rigore del 2-2 e firma il momentaneo sorpasso con un colpo di testa perfetto: torsione e palla all'incrocio dei pali. Dopo il gol decisivo alla Roma, un'altra ottima prova: tirato a lucido per il derby. All. Madonna 6 Cambia ben 6 titolari rispetto al match contro De Rossi senior e la differenza si vede, almeno inizialmente. Poi però la squadra ingrana e fa la sua partita: con l'artiglieria pesante la ribalta nella ripresa, il gol di Mattioli è una mezza beffa. Ma il pareggio è giusto.[caption id="attachment_261442" align="aligncenter" width="900"] Sassuolo-Inter Primavera 1: la formazione di Madonna Sassuolo-Inter Primavera 1: la formazione di Madonna[/caption]
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400