Cerca

Genoa-Torino Primavera 1: Vianni comincia a prenderci gusto e lancia i granata fuori dalla zona playout

Genoa-Torino Primavera 1: Vianni comincia a prenderci gusto e lancia i granata fuori dalla zona playout
Vianni entra e Vianni la decide. L'uomo copertina per questa straordinaria vittoria è sicuramente lui, l'ex Napoli, che proietta i granata in zone ben più rassicuranti di classifica. Ma se i ragazzi di Cottafava possono tornare da Genova con il sorriso sulle labbra è merito di una grande prova corale, che ha però messo in luce alcuni singoli che più di altri sono stati fondamentali per i tre punti. Uno fra tutto Gyimah. Il talentino classe 2003 brilla nuovamente, alla seconda da titolare, e il merito è anche di Cottafava che in un momento complicato come quello di poche settimane fa ha saputo dare al più giovane le giuste responsabilità. Poi Celesia, autore forse della miglior prova da inizio stagione, su tutti i palloni e su tutti i contrasti. Marcello Cottafava sa bene che questo dev'essere un punto di partenza e non d'arrivo, ma due vittorie consecutive contro avversarie dirette alla salvezza sono una bella partenza.Torino che si presenta con la consueta difesa a tre, dopo l'esperimento della retroguardia a quattro con l'Ascoli. Risponde il Genoa con modulo quasi speculare, con l'unica differenza che i rossoblù schierano l'unico Besaggio a sostegno di Kallon e Estrella avanzati, mentre gli ospiti si affidano a Gyimah singola punta, con Continella e Oviszach a orbitargli attorno.Le prime battute vedono un Torino che prova insistentemente a comandare il possesso palla, ma i granata subiscono molto il pressing dei padroni di casa, e finiscono spesso con il perdere il pallone, anche in zone di campo pericolose. Uno dei più attivi in questa fase è il capitano Jean Freddi Greco, sempre pronto a servire o essere servito, ma il baricentro alto dei genoani ne limita l'azione offensiva. Tanti errori e poche azioni davvero pericolose, con la difesa granata, soprattutto Ferigra e Celesia, che sventa tutti i possibili pericoli. La prima vera palla gol è per il Toro: al 37esimo Continella recupera un pallone sulla trequarti avversaria e serve Oviszach in area; l'attaccante friulano trova lo spazio per calciare ma il tiro a giro non è dei migliori e Tononi è attento nella parata. Ad un minuto dal recupero del primo tempo anche il Genoa si affaccia seriamente dalle parti di Sava: Kallon riceve palla al limite dell'area, duetta in triangolo con Estrella e calcia a botta sicura, ma la palla si infrange sul palo, strozzando l'urlo in gola all'attaccante del Grifone. Il Genoa chiude in attacco ma si va negli spogliatoi con il punteggio ancora bloccato.Passano pochi minuti dal rientro e il Torino perde Ferigra, autore fino a quel momento di una buona prova difensiva. Al suo posto Todisco. Pochi minuti più tardi è il Genoa che è costretto a sostituire uno dei suoi. Si ferma infatti Marcandelli e entra Parodi a ricomporre la linea a tre. Inizio di secondo tempo che regala poche emozioni, con Celesia che non sbaglia una chiusura e impedisce lo sviluppo di ogni trama offensiva e Gyimah che corre a perdifiato prendendo botte a destra e a manca per far rifiatare i suoi. Per i rossoblù il più pericoloso è Boli che tra corse palla al piede e cross al veleno tiene in apprensione Sava e gli altri. Cottafava allora fa la sua mossa e inserisce Vianni per un Oviszach sempre meno coinvolto davanti, oltre che sostituire Tesio con Kryeziu per dare in fisicità in mezzo. Da poco passata la mezz'ora i padroni di casa vanno vicinissimi al vantaggio: Serpe raccoglie dopo un mischione in area di rigore e conclude in porta ma il solito Celesia ci mette una pezza sulla linea di porta, salvando palla e risultato. L'azione carica ancora di più il Torino, che si riversa in avanti, senza però grandi successi. Al 40esimo l'episodio decisivo: il Genoa conquista una punizione in attacco, ma Celesia respinge il calcio piazzato; scatta il contrpiede granata, con Gyimah che è lucido a servire Vianni sulla corsa; l'ex Napoli salta Parodi con un tunnel e batte Tononi per l'1-0. Esplode la gioia dei ragazzi di Cottafava che ora devono limitarsi solo a difendere. I rossoblù si buttano in avanti a testa bassa. Con insistenza provano a trovare spiragli nelle maglie granata e al novantesimo Della Pietra, entrato al posto di Estrella, spizza una punizione tesa, senza però inquadrare lo specchio. Le emozioni però non sono finite perché in pieno recupero, sempre su punizione, i padroni di casa sfiorano il pareggio: Sava esce male sulla palla alta e Cenci ha la porta sguarnita davanti a sé, ma calcia incredibilmente alto. Pericolo scampato con tanta fortuna dai ragazzi di Cottafava e tre punti finalmente a referto.Con questa vittoria il Torino scavalca in un colpo solo Cagliari, Fiorentina e proprio il Grifone, uscendo dalle zone caldissime. Il pericolo, ovviamente, non è scampato, ma questa gara dimostra, ancora una volta, che con i giusti accorgimenti e la giusta mentalità i granata possono davvero dare fastidio a tutti. Il prossimo impegno, altrettanto importante, vede la squadra di Cottafava impegnata contro la Fiorentina, altra diretta concorrente alla salvezza. Due vittorie consecutive sono il carburante giusto per affrontare i toscani al meglio. IL TABELLINO GENOA-TORINO 0-1 RETI: 40' st Vianni (T). GENOA (3-4-1-2): Tononi 6, Boli 7 (45' st De Angelis sv), Boci 5.5, Marcandalli 6 (11' st Parodi 5.5), Gjini 6, Serpe 6.5, Eyango 6.5 (29' st Cenci 5), Sadiku 5.5, Estrella 6.5 (29' st Della Pietra 6), Besaggio 6, Kallon 6. A disp. Della Pina, Zaccone, Chiricallo, Konig, Turchet, Maglione, Corci, Conti. All. Chiappino 6. TORINO (3-4-2-1): Sava 6, Ferigra 6.5 (6' st Todisco 6), Celesia 7.5, Tesio 6.5 (24' st Kryeziu 5.5), Aceto 6 (1' st Spina 6), Greco 6 (41' st Larotonda sv), Foschi 6, Karamoko 6, Gyimah 7.5, Continella 6.5, Oviszach 6 (24' st Vianni 7). A disp. Girelli, Spina, Portanova, Todisco, Kryeziu, Larotonda, Fimognari, Vianni, Cancello, Favale, Fiorenza, Lovaglio. All. Cottafava 7. AMMONITI: 2' Kallon (G), 50' st Gyimah (T). ARBITRO: Ricci di Firenze 6.5 Pochi cartellini in una partita tesa ma corretta. PAGELLE GENOA All. Chiappino 6.5 Nel primo tempo prova con il giro palla a scardinare la retroguardia granata, mentre nella ripresa sono più episodiche le occasioni create. Genoa sfortunato nel complesso, con un palo, un salvataggio sulla linea e un'occasione clamorosamente sprecata da Cenci. Tononi 6 Si fa trovare pronto su un tiro ravvicinato di Oviszach, poi più nulla fino al gol lampo di Vianni, su cui non può nulla. Boli 7 Molto attivo sulla destra, vero pericolo con i suoi cross e le sue discese. Sempre attivo sia in attacco che in difesa, con chiusure attente su Greco e compagni. 45' st De Angelis sv Boci 5.5 Manca la sua spinta dall'altra parte per creare imprevedibilità all'avanzata genoana. Dietro regge come può, ma i trequartisti del Torino non sono clienti facili. Marcandalli 6 Regge la posizione, guidando la difesa. Esce per infortunio, e la sua assenza potrebbe rivelarsi un futuro problema. 11' st Parodi 5.5 Vianni lo supera senza troppa difficoltà in occasione del gol. Poco mobile. Gjini 6 Difensore completo, bravo sia di testa che di piede. Soffre un po' Gyimah, che per la verità crea problemi a tutto il reparto. Serpe 6.5 Sempre al posto giusto al momento giusto. E' lui che sventa le principali sferzate degli ospiti, mettendo sempre il corpo tra l'attaccante e la porta. Cliente scomodo. Eyango 6.5 Colpo sfumato del Torino l'anno scorso, dà filo da torcere al centrocampo granata con i suoi inserimenti e con il suo fisico. Motore. 29' st Cenci 5 Errore che costa carissimo ai suoi, davanti alla porta sguarnita. Sadiku 5.5 Un po' fuori dalla manovra rossoblù, che a dirla tutta non fa molto per coinvolgerlo. Rimedia in parte correndo molto. Estrella 6.5 Sempre attivo a creare pericoli grazie alla sua mobilità in zona gol. Capace anche di fungere da raccordo tra trequarti e attacco, l'occasione del palo di Kallon parte da lui. 29' st Della Pietra 6 Bravo ad arrivare a spizzare una punizione al centro, non trovando però la porta. Besaggio 6 Partita dalle due facce. Nel primo tempo più propositivo, con anche un paio di conclusioni da fuori, senza successo. Poi quasi sparisce dal campo. Kallon 6 Subito ammonito per simulazione, ha la sua occasione per il riscatto ma è sfortunato, colpendo soltanto il palo dopo una bella azione con Estrella. PAGELLE TORINO All. Cottafava 7 Due di fila e i granata cominciano a farci l'abitudine. Gara perlopiù attendista, decisa però da un suo cambio, con Vianni che ha nel suo punto forte proprio i rapidi contropiedi e la corsa. Ora serve continuità di risultati, con il peggio che pare passato. Sava 6 Rischia tantissimo quando su un'uscita alta nei minuti di recupero va a farfalle ma Cenci lo grazia. Per il resto è la solita garanzia in mezzo ai pali. Ferigra 6.5 Sfortunato, si fa male molto presto. Prima dell'infortunio stava disputando una grande gara, molto attenta su Estrella e Kallon. 6' st Todisco 6 Sa quello che deve fare e lo fa con precisione. Sta diventando sempre più una sicurezza. Celesia 7.5 Partita sublime del centrale granata. Chiude su tutto e tutti e non disdegna ripartenze e lanci lunghi che più di una volta mettono in difficoltà la retroguardia genoana. Se il fortino regge per tutta la partita il merito è soprattutto suo. Tesio 6.5 Pochi lampi ma fondamentali per far respirare i suoi. Bravo a lanciare sulla corsa i suoi compagni, che però non capitalizzano. 24' st Kryeziu 5.5 Sottotono, poco incisivo in quello che sa fare meglio: disturbare il possesso avversario. Anche in impostazione non riesce a rimediare. Aceto 6 Spesso si trova contro Estrella, non un cliente facile, ma regge quanto può senza andare troppo sotto. 1' st Spina 6 Riparte bene palla al piede. Greco 6 La sua vocazione al sacrificio la conosciamo bene tutti, stavolta però non riesce ad unire la qualità con la solita quantità. Boli non gli lascia tregua e allora è costretto molto sulla difensiva. 41' st Larotonda sv Foschi 6 Poco in avanti, ma quando lo fa va vicino alla gioia. Bravo e attento sui cross avversari. Karamoko 6 Gioca novanta minuti per la prima volta in stagione, ma sembra non reggere fisicamente fino alla fine. Porta comunque in dote il suo solito fisico e una presenza ingombrante a centrocampo, che disturba gli avversari. Gyimah 7.5 Apporto fondamentale alla causa del ragazzino. Corre e combatte come un leone in ogni zona del campo, e i tantissimi falli subiti lo dimostrano. Non ha problemi a tornare in difesa e a farsi poi trovare subito pronto in area avversaria. Ciliegina sulla torta, l'assist per il gol di Vianni è suo. Continella 6.5 Poco preciso ma molto attivo e presente in attacco, dove corre e spazia per dare soluzioni ai centrocampisti. Manca solo il gol. Oviszach 6 Non tira benissimo da distanza ravvicinata e Tononi può intervenire. Poi poco altro in zona gol, anche se si dimostra sempre una valida opzione di passaggio tra le linee. 24' st Vianni 7 L'uomo della provvidenza. Ora il Torino può sorridere grazie ad un suo gol, che proietta i granata fuori dai playout. Inserito adeguatamente nel sistema di Cottafava potrebbe risultare devastante.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400