Cerca

Branded Content

Il giro del mondo con Mundialito: si parte con SmartGoal Academy

L'accademia offre allenamenti tecnici individuali e di gruppo e quest'estate inizierà un percorso alla scoperta delle tecniche delle migliori scuole calcio del mondo

SmartGoal Academy

Momenti di condivisione durante le sessioni di allenamento collettivo alla SmartGoal Academy

Perfezionamento calcistico. Migliorare i giovani atleti sotto ogni punto di vista possibile, nello specifico basandosi su quattro grandi pilastri e accompagnarli nella loro crescita personale. È questo l'obiettivo di SmartGoal Academy, progetto che vuole portare e trasmettere una nuova consapevolezza nel mondo del calcio. 

L'ACCADEMIA

SmartGoal Academy nasce nove anni fa da un'intuizione di Andrea Golia, fondatore del progetto ed ex-allenatore del Settore Giovanile in Italia e in Europa; grazie al suo bagaglio di esperienze è riuscito a definire il metodo sul quale è imperniata tutta l'attività dell'accademia. La visione di Golia è stata poi condivisa con e da Stefano Saporito, direttore del marketing e della comunicazione. «Io e Andrea eravamo compagni al liceo», ha spiegato Saporito: «Lui ha messo su il progetto nove anni fa, e tra un consiglio e l'altro mi ha convinto a partecipare in maniera attiva».

Il resto del team è formato da altri giovani membri ed è in continua espansione per cercare di riuscire ad aggiungere sempre nuove voci e nuovi professionisti al servizio dei sempre più numerosi ragazzi che scelgono di affidarsi alla SmartGoal Academy. Sulle personalità che rendono viva l'accademia, Saporito ha sottolineato come siano tutte individualità che hanno scelto di concentrarsi «al 100% sul progetto. Lo facciamo tutti di lavoro. Ci mettiamo passione, ma non è una passione nel senso di hobby. No, siamo tutti focalizzati sul percorso e crediamo tanto in quello che facciamo»

E se è vero che il panorama dei competitor nell’ambito degli allenamenti individuali di calcio è sempre più affollato, è anche vero che l'Academy non si limita più ai "semplici" allenamenti tecnici individuale e/o di gruppo. Com'è facile in questi casi, il progetto ha subito una naturale evoluzione e adesso quello che si fa è soprattutto perfezionamento calcistico: «Siamo andati oltre. Lavoriamo ovviamente sulla tecnica ma non solo, dato che la costruzione di un calciatore moderno passa anche attraverso altri fattori di successo. E soprattutto lo facciamo con percorsi cuciti su misura in base alle caratteristiche di ciascun atleta. È importantissimo, perché così portiamo realmente e concretamente gli atleti a migliorare e riorganizzare le qualità che già hanno».

IL METODO

E per far sì che questi atleti sentano di fare dei passi concreti in avanti, la SmartGoal Academy ha sviluppato un metodo di lavoro, uniforme su tutti i livelli e che si divide in quattro punti.

Si parte, appunto, con un lavoro sulla tecnica calcistica, per rinforzare le basi utili a sostenere tutto il lavoro che verrà fatto in seguito. C'è poi il potenziamento tattico, individuale e collettivo: ai ragazzi viene spiegato come leggere le situazioni tattiche in campo per prendere la decisione giusta in una frazione di secondo e dare così il proprio contributo per spiccare singolarmente e con tutta la squadra. Non meno importante è poi il perfezionamento motorio, perché «il corpo deve essere educato a ciascun dettaglio dei movimenti che sta per andare a compiere e deve riuscire a sopportare determinati ritmi e determinati carichi. Bisogna avere la giusta postura nella corsa e la corretta attitudine per prevenire rischi fisici e massimizzare la propria performance». Infine, il quarto pilastro del metodo prevede una grande attenzione per la gestione delle emozioni e degli aspetti psicoattitudinali degli atleti: l'obiettivo è quello di riuscire a far gestire le varie sensazioni - spesso dovute all'andamento della partita - che si provano durante l'attività sportiva.

IL CAMP ESTIVO

Il piatto forte dell'Academy, però, arriverà in estate. Il 13 giugno, infatti, partirà il Mundialito Summer Camp, un «camp estivo di calcio che è un vero e proprio giro del mondo lungo cinque settimane in cui in ognuna andremo ad analizzare un paese e il suo campionato, con tutte le peculiarità e punti di forza». Le nazioni prescelte sono Brasile, Spagna, Argentina, Inghilterra e Olanda. In questo momento sui profili social del progetto si stanno rivelando gradualmente i vari programmi divisi per settimana: si è partiti, ad esempio, con il campionato verdeoro.

Clicca sull'immagine per raggiungere la pagina del camp e ottenere tutte le informazioni importanti

Ciò che SmartGoal Academy vuol fare con questo progetto, però, non si limita al divertimento o a momenti calcistici diversi: «Vogliamo fare anche formazione su un calcio storico, importante per l'eredità di questo sport. Partiremo con dei video, in cui mostreremo ai nostri ragazzi dei flash di quei campionati e poi ci applicheremo anche sul gergo tecnico: verranno usati termini specifici. Il tutti-contro-tutti diventa il jogo de malabarismo, per dirne una».

Il progetto è sicuramente ambizioso, ma l'accademia sta ricevendo ottime risposte in termini di adesioni, già dalla settimana del lancio del loro summer camp, con le prime due settimane di camp già praticamente esaurite. «Qualsiasi iniziativa che mettiamo in campo deve sempre rispondere alla nostra mission: vogliamo fare qualcosa che sia importante per i ragazzi e che permetta loro di fare dei passi avanti sia come calciatori che come persone, crescendo e alimentando una sana cultura sportiva» ha spiegato Saporito.

Non solo allenamenti e camp estivi, perché SmartGoal Academy dedica sé stessa anche all'organizzazione di veri e propri eventi che vadano oltre «la semplice partitella o il torneo che inizia e finisce in un giorno. Ciò che ci piace fare - perché è questo che facciamo, qualcosa che ci piace - è dare vita a momenti che possano essere anche familiari. Ci stiamo organizzando per allestire una sorta di Luna Park del calcio, in cui attorno al rettangolo gravitino tutta una serie di servizi che sono in realtà vere e proprie attrazioni, come giochi e quiz, tutto a tema calcistico, ovviamente. In questo modo l'atleta e la sua famiglia possono vivere lo sport realmente come condivisione di momenti felici e con la voglia di stare insieme».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400