Cerca

FIFA Sprint eSport Piemonte: intervista a Fabio Accastelli, unico pluricampione

Fabio Accastelli
La 7ª e ultima edizione del nostro torneo di Fifa si è chiusa con il botto: il trofeo è andato nuovamente a Fabio Accastelli, centrocampista dell'unser 16 del Garino, che bissa il successo di due settimane fa e chiude da unico pluricampione del torneo. Ciao Fabio! L’altra volta hai detto che il sorteggio ti aveva aiutato. Come ti sei trovato invece con l’Inghilterra? È sicuramente una buona squadra, non la più forte ma diciamo che poteva andarmi decisamente peggio. L'unica vera pecca della squadra è stata Maguire, che è veramente troppo lento. Chi ti ha messo più in difficoltà in questa edizione? Matteo Kanani in finale con la sua Olanda senza dubbio. A fine primo tempo eravamo 1-0 per lui, poi per fortuna mi sono ripreso sono riuscito a ribaltare tutto nel secondo tempo. Ma il risultato è fin troppo pesante, con i suoi difensori mi ha messo in seria difficoltà. Qual è il giocatore con cui hai avuto più facilità a mettere in atto le tue abilità in fase di skill? Sterling e Sancho sono i migliori da quel punto di vista. Se devo scegliere uno vado con Sancho: a livello di dribbling ha pochi eguali in Europa. C’é qualche giocatore “buggato” nell’Inghilterra? Sicuramente Sterling e Sancho, ma anche Joe Gomez è un muro, nonostante come statistiche non sia tra i migliori. Trovi che i giocatori considerati “buggati” siano un bene o un male per il gioco? Secondo me non è una cosa positiva per chi gioca a Fifa. Quando te li trovi contro è veramente fastidioso. C’è un giocatore inglese che ammiri particolarmente, anche del passato? Da centrocampista non posso che fare i nomi di Gerrard e Lampard: impossibile non pensare a loro. Sapevano afre perfettamente le due fasi e sono stati d’esempio sia a livello sportivo che a livello umano.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400