Cerca

San Remigio, Sandro Piras: «Al via un torneo in commemorazione dei ragazzi mancati nel nostro quartiere»

Piras
Un torneo in memoria dei ragazzi mancati nel quartiere di Mirafiori Sud, nella periferia di Torino. Questo è lo scopo de "Gli angeli del quartiere", competizione che prenderà il via nella giornata di lunedì 7 giugno, alle ore 20:30, sul campo della San Remigio, squadra militante in Terza Categoria, e che si svolgerà tutta la settimana. Tra gli organizzatori del torneo vi sono Antonio Parinello, Christian Naqli, Christian Garruba e Andrea Marotta, storica bandiera della società di via Rismondo. Quest'ultimo spiega che «quest'evento è molto sentito da me e da tutto il quartiere non tanto per la vittoria finale della competizione ma, sopratutto, per ricordare i ragazzi che ci hanno lasciato: loro erano e sono tuttora come dei fratelli per tutti noi. Vogliamo inoltre far sì che le loro famiglie non siano mai lasciate sole e che questo torneo si trasformi in una grande festa in modo che possiamo ricordarli con il sorriso e la gioia. Un altro scopo di questa competizione è dimostrare che, nonostante viviamo in un contesto non dei migliori, esistono comunque dei valori e dei principi estremamente positivi nella nostra comunità».


Gli organizzatori del torneo.

Il torneo sarà composto da sei squadre che si sfideranno in due gironi, ognuno dei quali composto da tre compagini. La terza di ogni girone verrà eliminata mentre le quattro promosse si incroceranno nelle semifinali (che si disputerà sabato 12) e, infine, nella finale (che avverrà invece domenica 13). Al termine della competizione verranno distribuiti diversi premi (oltre, naturalmente, a quello per la squadra vincitrice) tra cui quelli per il miglior giocatore e per il miglior portiere.


I trofei de "Gli angeli del quartiere".


Trofeo per il miglior portiere.

L'evento si svolgerà sul campo della San Remigio, concesso con grande entusiasmo dal presidente Sandro Piras il quale afferma che «la causa del torneo è estremamente importante in quanto è bello poter ricordare le persone che non ci sono più: quando viene a mancare una persona, un pezzo della tua vita se ne va e non potrai mai più riviverlo. Tra i ragazzi che vogliamo ricordare, molti hanno giocato nella nostra società lasciando un ottimo ricordo di loro. Questa sarà la quinta edizione de "Gli angeli del quartiere" ed è una bella manifestazione non solo per il suo scopo commemorativo ma anche per il suo carattere ludico. Al torneo partecipano infatti molti ragazzi della zona oltre a diversi giocatori della Prima Squadra: si svolgerà tutto tra amici e non mancheranno gli sfottò, naturalmente fatti per scherzare, delle persone che verranno a vedere le partite. Mi auguro che ci sia molta allegria tra il pubblico e che si svolga tutto nel divertimento e nell'amicizia. Nonostante questo, ci sarà sicuramente molto agonismo all'interno della competizione perchè tutti vorranno vincere». Piras rivela anche che «domenica 13, prima della finale, ci sarà pure una partita tra due squadre femminili dove vedremo sicuramente dei bei gesti tecnici. Siamo contenti di contribuire allo sviluppo del calcio femminile, che è fortunatamente sempre più crescente in Italia». Il presidente della San Remigio ha poi voluto soffermarsi su un altro aspetto importante del torneo in quanto «questa competizione avrà anche il compito di ravvivare le attività del quartiere: noi siamo fondamentalmente l'unico punto di aggregazione del quartiere e, visto il periodo da cui stiamo venendo fuori, abbiamo messo ancora più volentieri a disposizione il nostro terreno di gioco». Commemorazione, amicizia, divertimento e ripartenza: ci sono tutti i presupposti affinché la quinta edizione de "Gli angeli del quartiere" sia un grande successo per il quartiere Mirafiori Sud, proprio come si augura Sandro Piras.


Il campo della San Remigio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400