Cerca

Terza Categoria

Colombia Turin-Cambiano: Patrimia protagonista, tris esterno dei grigioverdi

La formazione di Valletta trionfa in trasferta e si porta in testa alla classifica con un Patrimia straripante. I padroni di casa calano nella ripresa, le parate di Diaz Londono evitano un passivo peggiore

Lorenzo Patrimia

Lorenzo Patrimia, attaccante del Cambiano, il migliore in campo

La partita tra la prima e la seconda in classifica, sino a quel momento a pari punti, si preannunciava entusiasmante è così è stato. L'avviodel match è stato molto intenso dal punto di vista del ritmo da parte di ambedue le squadre, con frequenti capovolgimenti di fronte, a testimonianza di come non ci sia stato un vero padrone del gioco sino a quando non è salito in cattedra Patrimia. La prima punta del Cambiano è straripante: prima gli viene annullato un gol per presunto fuorigioco, poi sigla la rete che apre le marcature con un gran destro dalla distanza e in seguito gli viene nuovamente annullato un gol sempre per offside molto dubbio. Il Colombia Turin, comunque, non demorde e trova il pareggio col rigore procurato e realizzato da Garcia Gavilan. Successivamente, i padroni di casa sfiorano in due occasioni la rete del vantaggio. Silva de Aguilar scarta difensori centrali ed estremo difensore avversario ma da posizione molto defilata dalla destra calcia a lato. Poco dopo, Santi Rojas colpisce il palo da posizione impossibile. La ripresa vede il Cambiano più propositivo in fase offensiva e con maggior cattiveria nei contrasti. Dopo cinque minuti, Regazzo trova il raddoppio per gli ospiti con una conclusione a colpo sicuro davanti alla porta dopo l'errore di Patrimia. Il Colombia Turin non riesce a creare molte occasioni da rete, rendendosi raramente pericoloso nell'area avversaria. A metà secondo tempo, Briatore firma il tris del Cambiano con una conclusione di destro da fuori area. Nel finale, i padroni di casa non riescono a trovare un varco per accorciare quanto meno le distante e il match si conclude col successo esterno per 3-1 per la formazione del Vallettache si porta in testa alla classifica.

Ritmo alto, tanta azione in campo
. L'inizio del match non delude le aspettative della vigilia. Al calcio d'inizio, Silva de Aguilar prova a sorprendere l'estremo difensore avversario con un tiro da centrocampo che finisce in calcio d'angolo. Sugli sviluppi del medesimo dalla sinistra, Santi Rojas calcia dal limite dell'area di rigore non trovando, però, lo specchio della porta. Sempre il numero undici della formazione di casa verticalizza per Nunez Velasco, il quale non arpiona il pallone da posizione favorevole. L'azione seguente, agli ospiti viene annullato un gol a Patrimia per fuorigioco, una scelta molto dubbia da parte del direttore di gara. La prima punta del Cambiano è comunque molto ispirata e per un soffio non arriva sul cross di Regazzo verso l'area piccola. Il centravanti grigioverde è una minaccia costante per la retroguardia del Colombia Turin, provando anche l'azione personale sulla sinistra ma trovando Diaz Londono pronto a uscire con tempismo sventando la minaccia. La formazione ospite è quella più pericolsa quando si riversa nella metà campo avversaria, prima con De Palo a provarci dai venticinque metri e poi con l'attaccante esterno destro che per poco non arriva sul cross rasoterra del numero nove. Dopo svariati tentativi, Patrimia trova la rete del ventaggio per il Cambiano con un gran tiro di destro rasoterra che battezza l'angolino sinistro basso dopo una leggera deviazione del portiere del Colombia Turin. I padroni di casa reagiscono con Silva de Aguilar che si districa bene tra i difensori in area trovando però un reattivo Simone Volpe, autore di gran parata da tiro ravvicinato. Poco dopo la mezz'ora, Tozzato stende in area Garcia Gavilan, con conseguente ammonizione, che lo stesso centrocampista che realizza dal dischetto portando il risultato in parità. Un minuto dopo, a Patrimia viene nuovamente annullato un gol per un presunto offside su assist dalla sinistra di Servello. La partita è molto intensa, con la formazione di casa che prova a portarsi in vantaggio prima con un tiro di esterno destro di Tinjaca Gonzalez e poi con Silva de Aguilar che scarta difensori centrali e portiere del Cambiano, ma da posizione molto defilata sulla destra non trova la porta. Nei minuti finali della prima frazione di gioco ambedue le squadre si rendono minacciose nelle rispettive aree di rigore: Santi Rojas colpisce il palo esterno da posizione impossibile sull'out di sinistra, mentre De Palo prova a piazzarla all'angolo basso ma il portiere colombiano devia in angolo.

Più Cambiano che Colombia Turin
. L'avvio della riprese, vede la formazione di Valletta più propositiva nel prendere in mano il pallino del gioco cercando di trovare nuovamente la rete del vantaggio. Dopo pochi secondi, Servello si rende pericoloso con una conclusione dalla distanza che Diaz Londono para senza intoppi. Al quinto minuto Patrimia si invola verso la porta, una continua spiana nel fianco per lo retorguardia difensiva del Colombia Turin nell'arco dei novanta minuti del match, ma a tu per tu per tu col portiere mastica il tiro e involantariamente fornisce l'assist a Regazzo che calcia a mezza altezza firmando la rete del raddoppio per il Cambiano. Gli ospiti proseguono nel pressing offensivo per cercare di chiudere il match, mostrandosi determinati nei contrasti e più abili nel verticalizzare con i centrocampisti. Il subentrato Alessio Volpe prova a segnare su punizione, ma Diaz Londono è bravo a deviare in calcio d'angolo. Sul seguente ribaltamento di fronte, Garcia Gavilan verticalizza per Nunez Velasco ma Simone Volpe legge bene l'azione e anticipa in uscita l'attaccante colombiano. Pochi minuti dopo, il centravanti del Cambiano cerca la doppietta personale con una conclusione dai venticinque metri ma trova nuovamente reattivo l'estremo difensore avversario nel deviare in angolo. La formazione di casa, nonostante una ripresa non allo stesso livello dei primi quarantacinque minuti, prova a pareggiare con Nunez Velasco Harold che calcia da posizione favorevole in area di rigore, ma il cui tiro viene deviato in rimessa laterale. Il Cambiano, a questo punto, alza il pressing. Costanzo e De Palo calciano a colpo sicuro nel lasso di pochi secondi, ma ambedue le conclusioni vengono parate da Diaz Londono, che fa gli straordinari per peggiorare il passivo della sua squadra. Al ventiquattresimo, però, gli ospiti trovano il tris con Briatore che dalla sinistra calcia rasoterra di destro battendo l'estremo difensore avversario, all'angolino basso alla sua destra che, in questa circostanza, non può fare nulla. Il Colombia Turin tenta di accorciare le distante con Gomez Castano, il cui tiro su punizione si ferma appena sopra l'incrocio. Poco dopo, Silva de Aguilar si libera bene in area e con una conclusione in acrobazia impensierisce Simone Volpe, con quest'ultimo che, però, si fa trovare pronto e para in presa sicura. Nelle battute conclusive, i padroni di casa provano in più di un'occasione a trovare gli attaccanti con lanci lunghi, in particolar modo Llerena Altamirano cross per Nunez Velasco che di testa non riesce ad angolare la conclusione. Il Cambiano, invece, cerca il poker con Alessio Volpe, ma il suo tiro dai trenta metri non trova la porta. Allo scadere, Guia Gameros viene espulso lasciando in dieci il Colombia Turin. Dopo cinque minuti di recupero, il triplice fischio sancisce il successo esterno per 3-1 del Cambiano.

IL TABELLINO

COLOMBIA TURIN-CAMBIANO 1-3
RETI (0-1, 1-1, 1-3): 19' Patrimia (Ca), 31' rig. Garcia Gavilan Emmanuel (Co), 5' st Regazzo (Ca), 24' st Briatore (Ca).
COLOMBIA TURIN (3-5-2): Diaz Londono 7, Guia Gameros 5.5, Llerena Altamirano 5.5, Frascà 5.5 (24' st Medina Quispe 5.5), Jurado Velasquez Diego 6, Gomez 6 (30' st Nunez Velasco R. sv), Santi Rojas  6.5, Juan Felipe 6, Garcia Gavilan 6.5, Nunez Velasco H. 6, Silva de Aguilar 6. A disp. Naranjo G., Janio Yojan, Naranjo Barrera, Perdomo Acosta, Nunez Velasco R.. All. Naranjo Garcia Manuel 6. Dir. Aldana Jorge.
CAMBIANO (4-2-3-1): Volpe 6.5, Mantovani 6.5, Valle 7, Tozzato 7, Briatore 7, Tozzoli 6.5 (12' st Volpe 6.5), Servello 6.5, Regazzo 7 (40' st Sarzotti sv), De Palo 7 (27' st Giovinazzo sv), Costanzo 7.5 (42' st Odino sv), Patrimia 8 (48' st Schimmenti sv). A disp. Fasolato, Lombardi, Meloni. All. Valletta 7. Dir. Patrimia.
ARBITRO: Chiodo di Torino 5.
AMMONITI: 6' Jurado Velasquez Diego (Co), 26' Cesar Augusto (Co), 30' Tozzato (Ca), 43' Silva de Aguilar Jesus (Co), 16' st Frascà (Co), 49' st Schimmenti (Ca).
ESPULSI: 46' st Cesar Augusto (Co).

LE PAGELLE

COLOMBIA TURIN
Diaz Londono 7: l'estremo difensore salva la sua squadra da un risultato peggiore nel secondo tempo con alcune parate di assoluto livelo.
Guia Gameros 5.5: Soffre, così come tutto il reparto difensivo, le ripartenze e le azioni in velocità degli ospiti. Nel finale viene espulso per doppia ammonizione.
Llerena Altamirano 5.5: Sovente gli avversari riescono a trovare maggiori spazi nella sua zona, tanta grinta ma tatticamente non è perfetto dal punto di vista del posizionamento.
Frascà 5.5: Viene sosituito dopo un quarto d'ora dall'inizio del secondo tempo dopo una partita difficile nella retroguardia.
24' st Medina Quispe: Subentra circa a metà della ripresa ma non si distingue per qualche spunto segno di nota.
Santi Rojas 6.5: Sulla fascia sinistra è protagonista di alcune azioni personali degne di nota, provando a rendersi pericolso più volte. Sfortunato nel colpire il legno da posizione impossobile.
Garcia Gavilan 6.5: Si procura e trasforma dagli undici metri il rigore del momentaneo pareggio, l'unico acuto in una partita nella quale è stato comunque uno dei migliori dei suoi.
Gomez Castano 6: Cerca di dettare i tempi di gioco e di verticalizzare per i suoi compagni. Dopo un buon primo tempo, nella ripresa si esclissa e viene sostituito. (30' st Nunez Velasco R. sv)
Tinjaca Gonzalez 6: Non tira mai indietro la gamba nei contrasti, ma quasi mai riesce a trovare l'imbucata per gli attaccanti.
Jurado Velasquez 6: Viene subito ammonito in avvio del match, ma nonostante questo prova a lottare a centrocampo ma di rado gioca verticalmente.
Nunez Velasco 6: Si vede maggiormente nell'ultima mezz'ora nella quale prova a spizzare di testa, senza successo, i lanci lunghi dalla difesa.
Silva de Aguilar 6: Gli spazi sono pochi e spesso viene raddoppiato. Nel finale del primo tempo sfiora la rete da posizione molto defilato dopo aver scartato difensori e portiere.

CAMBIANO
Volpe S. 6.5: Compie una parata straordinaria nella prima frazione che evita la rete del vantaggio da parte dei padroni di casa.
Mantovani 6.5: Il capitano si va valere sulla fascia destra, eseguendo ambedue le fasi senza mai farsi trovare impreparato.
Briatore 7: Gran partita la sua, chiude bene gli spazi sul suo lato del campo e sigla terza rete degli ospiti a sugellare un'ottima prova personale con un tiro di destro da fuori area.
Valle 7: Nella retroguardia dei grigioverdi, in coppia col suo compagno di reparto, è quasi insuperabile nell'arco dei novanta minuti.
Tozzato 7: Vale quanto detto per l'altro centrale, infatti gli attaccanti avversari hanno avuto vita dura con loro oggi.
Servello 6.5: A centrocampo è di fondamentale importanza nel'interdizione, cresce nella ripresa.
Tozzoli 6.5: Non si nota per particolar spunti, ma è molto ordinato nell'impostazione del gioco tanto da non sbagliare neanche un passaggio.
12' st Volpe A. 6.5: Subentra in avvio della ripresa ed entra in campo con la giusta mentalità non facendo rimpiangere il compagno sostituito.
Regazzo 7: Le sue discese sul suo lato del campo sono sempre una minaccia. Segna la rete del vantaggio nella ripresa dopo aver seguito tutta l'azione in seguito a una corsa di sessanta metri. (40' st Sarzotti sv)
De Palo 7: Fa da anello di congiuzione tra centrocampo e attacco eseguendo perfettamente il ruolo. (27' st Giovinazzo sv)
Costanzo 7.5: Particolarmente ispirato sin dalle prime battute, prova sovente la giocata sulla trequarti mandando in confusione la retroguardia avversaria con i suoi dribbling. (42' st Odino sv)
Patrimia 8: E' il migliore in campo del match. Nel primo tempo poteva vincere la partita da solo, oltre al gran gol con un destro fuori area che apre le marcature, gliene vengono annullati altri due per fuorigioco molto dubbio. Nella ripresa gli manca solo la doppietta personale. (48' st Schimmenti sv)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400