Cerca

Terza Categoria

Crocetta-Sant'Ignazio: Vittoria pirotecnica del Crocetta, decisivi i calci piazzati di Queiroz

In via Roveda finisce 5-4 per i padroni di casa, trascinati dalle punizioni di Queiroz e dall'inaspettato Salazar. Agli ospiti non bastano i 4 gol di un sontuoso Scomparin.

Crocetta, Vinicius Queiroz

Vinicius Queiroz incanta con una doppietta da favola e regala i primi tre punti in campionato al Crocetta

La decima giornata del campionato di terza categoria torinese girone B ci regala un match sorprendentemente accesso e divertente; in campo s'affrontano le ultime due forze del girone in uno scontro diretto importante per l'orgoglio di entrambe, ancora bloccate a zero punti in classifica.

Il crocetta può finalmente esultare. Il tecnico di casa Sheptim Tereziu per l'occasione si affida ad un classico 4-4-2 tatticamente impeccabile e pericoloso sulle fasce: tra i pali si sistema D'Alessandro, Faletra terzino destro, Salazar terzino sinistro, Brunetto e capitan Bermudes difensori centrali; in mediana partono titolari Armitano e Queiroz, mentre i due esterni alti sono Barbatano a destra e Laconi a sinistra; in attacco spazio alla coppia composta da Sabbarese e Di Luca. I padroni di casa non partano benissimo e dopo una manciata di minuti si ritrovano sotto. La reazione è immediata e porta la firma di Queiroz, bravissimo a sfruttare una dormita della difesa avversaria: il centrocampista con il numero 8 s'incarica di un calcio piazzato dal limite dell'area e senza chiedere la distanza calcia prima del fischio del direttore di gara cogliendo tutti impreparati. L'inerzia ora è tutta dalla parte del Crocetta che, prima di andare al riposo, trova il meritato vantaggio grazie ad una splendida conclusione da pochi metri fuori area di Salazar che si insacca all'angolino basso. Nella ripresa succede praticamente di tutto. Al 5' del secondo tempo è ancora Queiroz a mettersi in mostra: altro calcio piazzato, questa volta dalla trequarti, e destro violento che piega le mani di un non perfetto Pallavidino. Un quarto d'ora più tardi lo specialista dei calci da fermo mette dentro un traversone tagliatissimo su cui Armitano svetta più in alto di tutti per fare la sponda all'accorrente Salazar, lesto a ribadire nuovamente in rete per la doppietta personale. Sembra finita, ma nel giro di 3' Scomparin centra il bersaglio grosso due volte regalandoci un finale di gara palpitante. A riportare i padroni di casa sul doppio vantaggio ci pensa bomber Di Luca che da vero rapace d'area si avventa su un pallone rilanciato in profondità dalla difesa, lo nasconde ai difensori e dal limite dell'area piccola fredda il portiere con un destro preciso sul palo più lontano. Il Sant'Ignazio ha orgoglio da vendere e, ancora grazie ad un infallibile Scomparin, rientra nuovamente in partita quando mancano 10'. Il finale è vietato ai deboli di cuore, con gli ospiti riversati nella metà campo Gialloblù alla ricerca del pari. Al triplice fischio del direttore Untilli di Collegno può festeggiare il Crocetta per la sua prima vittoria stagionale, ottenuta meritatamente al termine di una partita tanto folle quanto divertente.

Al Sant'Ignazio non basta tanto cuore. I Gialloverdi di Sandro Dall'Agnol scendono in campo con un 3-5-2 finalizzato a dare ampiezza alla manovra e far risaltare le qualità di Scomparin in attacco: l'estremo difensore è Pallavidino, difeso dalla linea a tre composta da Squarcio, capitan Giuffrida e Giordano; larghi sulle fasce ci sono Capello a destra e Campini a sinistra, mentre i tre in mezzo al campo sono Musso, Martone e Monosi; in attacco Gentile a supporto di Scomparin. L'approccio alla gara degli ospiti è feroce: passano meno di 5' è Scomparin porta avanti i suoi con un bel colpo di testa da dentro l'area su invito perfetto di Squarcio dalla sinistra. Dopo il gol però il Sant'Ignazio abbassa troppo il baricentro e per tutta la fase centrale della partita patisce le avanzate dei padroni di casa, soffrendo soprattutto nella zona centrale del campo. I Gialloverdi rientrano clamorosamente in partita nel finale quando sotto 4-1 si aggrappano al loro giovane bomber Scomparin che prima sfonda la rete con un missile al volo dal limite dell'area e poi spiazza lucidamente D'alessandro dal dischetto. Ad un quarto d'ora dal termine la partita è nuovamente in bilico ma, sebbene l'inerzia psicologica sia girata a favore degli ospiti, Di Luca riporta il Crocetta avanti di due, gelando Dall'Agnol e i suoi ragazzi. Prima della conclusione di questo match pazzesco Scomparin fa in tempo a siglare la quarta rete personale, ancora dal dischetto. Risultato questo che non può che lasciare del rammarico per i Gialloverdi, colpevoli di aver avuto un crollo nella fase centrale del match a cui non sono riusciti a rimediare fino in fondo.

IL TABELLINO

CROCETTA-SANT'IGNAZIO 5-4

RETI (0-1, 4-1, 4-3, 5-3, 5-4): 5' Scomparin (S), 15' Queiroz (C), 24' Salazar Espinosa Amaru (C), 5' st Queiroz (C), 20' st Salazar Espinosa Amaru (C), 27' st Scomparin (S), 30' st rig. Scomparin (S), 35' st Di Luca (C), 36' st rig. Scomparin (S).

CROCETTA (4-4-2): D'Alessandro 6, Brunetto 6, Salazar Espinosa Amaru 7 (35' st Cristea George sv), Faletra 5.5, Bermudes 6.5, Armitano F. 6.6 (38' st Medzoe sv), Barbatano 5.5, Queiroz 7.5, Di Luca 7, Sabbarese G. 6, Laconi 6.5. A disp. Di Nanni, Marchione, Cabodi. All. Tereziu 6.5.

SANT'IGNAZIO (3-5-2): Pallavidino 5.5, Giuffrida 6, Squarcio 6.5, Capello 5.5, Musso 5.5 (24' st Giubergia 6), Giordano 6, Campini G. 5.5, Martone 5.5 (35' st Macorini sv), Scomparin 8, Monosi 6, Gentile 6. All. Dall'Agnol 6.

ARBITRO: Puntillo di Collegno 6.5.

AMMONITI: 30' st Bermudes (C). 

LE PAGELLE

CROCETTA

D'Alessandro 6 Incolpevole sul gol avversario, richiama bene i suoi nello loro posizione.
Brunetto 6 Qualche sbavatura in fase di marcatura ma comunque prestazione di grande concentrazione.
Bermudes 6.5 Coordina i movimenti del pacchetto difensivo di casa con l'esperienza di un veterano.
Salazar 7 Tante sovrapposizioni e soprattutto due bei gol decisivi ai fini del risultato. (35' st Cristea s.v.)
Faletra 5.5 Buona gamba ma tecnicamente sbaglia qualcosa di troppo.
Armitano 6.5 Combina molto bene qualità e quantità in mezzo al campo. (38' st Medzoe s.v.)
Queiroz 7.5 Trova due gol su calcio di punizione: nel primo è furbo ad anticipare tutti, nel secondo fortunato a trovare un maldestro portiere sulla sua strada.
Laconi 6.5 Tante accelerazione interessanti palla al piede; grande velocità e buon dribbling.
Barbatano 5.5 Nel primo tempo ha una gran palla gol per fare 3-1 ma si fa murare; per il resto non crea grandi pericoli ma si sacrifica bene per la squadra.
Di Nanni 6 Non ha grande mobilità ma ha sempre le idee chiare quando è in possesso di palla.
Di Luca 7 Spesso spalle alla porta, lavora bene di sponda per i compagni; nel finale trova anche la gioia personale con un gol da vero bomber d'area.
All. Tereziu 6.5 I suoi ragazzi sono bravi a sfruttare al meglio le palle inattive e limitare i rischi in fase difensiva per gran parte della gara.

SANT'IGNAZIO

Pallavidino 5.5 Sul terzo gol non è esente da colpe; per il resto qualche incertezza di troppo in uscita.
Giuffrida 6 Al centro della difesa prova a dirigere il reparto oltre che marcare Di Luca.
Squarcio 6.5 Ad inizio partita i suoi vanno avanti anche grazie ad un suo splendido assist; nella seconda parte della gara si limita a compiti difensivi.
Giordano 6 Tecnicamente non perfetto ma ruvido e spigoloso in marcatura.
Campini 5.5 Prova qualche spunto sulla corsia destra ma fatica a lasciare il segno sulla partita.
Martone 5.5 Non trova bene le misure e gli spazi in mezzo al campo per incidere come vorrebbe. (35' st Macorini s.v.)
Monosi 6 Davanti alla difesa prova a dare geometria e ordina ad una manovra troppo confusionaria.
Musso 5.5 Lotta bene nel primo tempo, poi s'innervosice e commette qualche fallo di troppo prima di essere sostituito.
24' st Giubergia 6 Entra bene e aiuta i suoi nel tentativo di rimonta dei minuti finali dando qualità alla manovra.
Capello 5.5 Largo a sinistra si limita a svolgere il suo compito in fase difensiva senza osare accompagnare l'azione in fase offensiva.
Gentile 6 Gioca tanti palloni sporchi e prova a combinare con il compagno di reparto Scomparin.
Scomparin 8 Segna quattro gol, fa reparto da solo e tiene in vita i suoi per tutta la partita.
All. Dall'Agnol 6 Bene l'approccio, bene la fase finale del match, peccato per quell'ora centrale in cui i suoi soccombono davanti ai calci piazzati di Queiroz e compagni.

Arbitro Untillo di Collegno 6.5 Polso rigido, personalità e due chiamate giuste per i rigori degli ospiti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400