Cerca

Terza Categoria

Alberto Farinella è eterno, La Serra ora fa sul serio

Il bomber classe '87 è a quota 15 reti stagionali ed è attualmente il capocannoniere del girone d'Ivrea: continua la caccia al Valchiusella per la squadra di Ardissone

Alberto Farinella è eterno, La Serra ora fa sul serio

Il classe '87 Alberto Farinella, a quota 15 reti con la maglia de La Serra, non intende fermarsi

Se La Serra ha terminato il girone d'andata del girone d'Ivrea a quota 24 punti e a meno tre dalla capolista Valchiusella, molti dei meriti sono sicuramente di Alberto Farinella. Attaccante classe 1987, originario del piccolo comune di Settimo Rottaro (a pochi chilometri da Azeglio, provincia di Torino), Farinella ha finora messo a referto 15 gol, esattamente il 50% delle reti realizzate in queste prime 11 partite dalla compagine azzurro-granata. Ormai accasatosi alla formazione eporediese dalla scorsa stagione, Alberto è reduce da una carriera di grande prestigio, ma molto sfortunata: dopo la trafila nel settore giovanile nazionale della Biellese, "El Diez" è stato per alcune stagioni protagonista assoluto in Eccellenza, firmando una ventina di gol in poche partite. Poi la Dea bendata gli ha voltato le spalle: troppi infortuni nel giro di pochi anni lo hanno costretto a riprendere dalla Promozione a Cavaglià, e poi a mettere in primo piano la carriera lavorativa, scendendo in Seconda Categoria e provando a continuare a stupire sulle rive del lago di Viverone con la maglia dell'Azeglio. Una grande storia d'amore con la società durata ben sette anni, con la storica promozione in Prima Categoria all'esordio e le seguenti stagioni vissute all'insegna dei gol, con anche la vittoria della scarpa d'oro grazie a 24 reti segnate in 27 match disputati (attuale record del bomber).

La festa per la vittoria del campionato di Seconda Categoria con l'Azeglio

La scorsa stagione poi, la chiamata de La Serra: «Il progetto prevedeva l'ascesa fino alla Promozione in pochi anni e ciò mi ha stimolato molto nella scelta. E' stato creato un bel gruppo, mix tra giovani di buone prospettive e giocatori d'esperienza, tra cui anche ex compagni dell'Azeglio; tuttavia, abbiamo dovuto fronteggiare numerosi infortuni nel corso di questi primi mesi e parecchie defezioni. La fortuna nostra in questo momento è poter disporre di uno staff molto serio, dal Mister Alex Ardissone (ex giocatore e tecnico molto preparato), al preparatore dei portieri, fino al grandissimo Team Manager Matteo Fadda, che si occupa anche dei social network con molta professionalità. Adesso aspettiamo un paio di nuovi innesti per gennaio e poi proveremo assolutamente a vincere il campionato». Fondamentale, come detto, l'apporto alla causa del numero 10: punta di diamante del 4-2-3-1 della squadra di Ardissone, la maggior parte delle marcature sono avvenute su azione corale, sintomo di una grande organizzazione del collettivo di Albiano e soprattutto della fiducia che la squadra nutre verso il proprio top-player. Altre reti sono invece state il risultato delle indiscusse qualità tecnico-atletiche del classe '87: su tutte, il gol del 3-2 nel finale contro l'Aosta con una meravigliosa rovesciata di sinistro (piede debole) e un sontuoso cucchiaio alla Totti da fuori area contro il Quincitava, simbolo dell'estro e dell'esperienza di un grande giocatore. Tra l'altro, in questa prima parte di stagione sette gol sono stati realizzati di sinistro, novità in casa Farinella, ora sempre più in scia delle 200 reti in carriera, un traguardo raggiunto da davvero pochi eletti nel calcio piemontese. «Adesso spero innanzitutto di salire di categoria, a livello individuale ciò che conta sarà rimanere in forma e prevenire da infortuni che mi hanno sempre limitato. In questo periodo di pausa ne approfitterò per esempio per recuperare da uno strappo, su cui per altro ho giocato sopra per parecchie partite facendo un piccolo sacrificio», ha raccontato Farinella, più focalizzato dunque sulla conquista del titolo piuttosto che sui record personali. Un giocatore che in ogni caso continuerà a rappresentare un riferimento per la categoria e che se manterrà tale condizione fisica continuerà a regalare gioie in casa La Serra.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400