Cerca

Terza Categoria

Calcio champagne del Rebaudengo, Gabriele Turletti e Fatty da applausi: battuta l'Aviglianese

I padroni di casa, seppur decimati per le assenze di quattro titolari, disputano una prima frazione di gioco impeccabile. Nonostante l'eurogol dell'arancionero Ventura la capolista manca il pari

Calcio champagne del Rebaudengo, Gabriele Turletti e Fatty da applausi: battuta la capolista Aviglianese

La doppia magia di Gabriele Turletti regala una vittoria pesantissima al suo Rebaudengo

È tutto riaperto. Il Rebaudengo piega la capolista Aviglianese per 2-1 nel super big match di giornata e accorcia a 4 lunghezze dalla formazione di Bonino. L'attesa per la partita era enorme, a maggior ragione dopo la spinosa partita d'andata che, visti i tafferugli finali, ha lasciato qualche strascico. Gli ospiti, reduci da due goleade, mancano l'allungo proprio a favore dei padroni di casa, che adesso attaccano ufficialmente la leadership degli aviglianesi.

La formazione di Marco Turletti vede l'assenza di ben quattro titolari: il capitano Messa al centro del reparto difensivo, i centrali di centrocampo Faruk e Dumbuia e la prima punta Greco. Ma nonostante le defezioni odierne approccia il match con determinazione, intensità, pressing offensivo e proponendo un calcio di qualità eccelsa. Nell'arco della prima frazione di gioco, la formazione di casa riesce a portarsi sul 2-0 grazie alla doppietta del capitano Turletti. La ripresa vede il Rebaudengo calare dal punto di vista del ritmo e dell'intensità, di contro l'Aviglianese prende campo e riesce ad accorciare le distanze verso il quarto d'ora con Ventura, autore di un gol capolavoro di tacco. Gli ospiti nell'arco della seconda frazione di gioco hanno due nitide occasioni da rete non sfruttate dai subentrati Piazza e Cigna. I padroni di casa vincono lo scontro diretto al vertice e si portano a quattro lunghezze dalla capolista con una partita in meno.

Rebaudengo superlativo. Primo squillo degli ospiti appena dopo il fischio d'inizio, con Alessandro che prova la conclusione di destro a incrocio sul secondo palo che viene deviata in calcio d'angolo. Il fuoco di paglia iniziale della formazione di Bonino viene però subito spento dai padroni di casa, che cominciano a imporre il proprio ritmo forsennato alla partita. Sul seguente capovolgimento di fronte, Turletti scatta sulla destra e si incunea in area di rigore ma Polichetti esegue una diagonale perfetta e riesce a contrastare l'attaccante. Poco dopo, dagli sviluppi di un calcio d'angolo dalla destra, Aboubakar crossa al centro con Fatty che stacca di testa ma non inquadra lo specchio della porta. Al 7' minuto il Rebaudengo sfiora il vantaggio con Turletti, su assist di Fatty, che però sbaglia a calciare a giro di destro non trovando la porta. L'azione seguente, La Rocca si supera due volte sulle conclusioni ravvicinate di Turletti e Fatty. I padroni di casa sono molto propositivi in fase offensiva e cercano spesso la verticalizzazione e la profondità sulle fasce sfruttando la velocità di Isibor e Fatty su ambedue le corsie. Al 22' Fatty fa un lancio di quaranta metri sulla corsia mancina che trova Turletti, il quale controlla e calcia a giro, ma la sua conclusione viene deviata di mano in area di rigore. Il direttore giudica il tocco di mano involontario lasciando proseguire l'azione, un episodio dubbio che ha trovato in disaccordo i giocatori del Rebaudengo. I padroni di casa ci provano anche su punizione, ma il tiro ad effetto di Turletti non coglie di sorpresa La Rocca che para in presa sicura. L'Aviglianese prova a reagire con Smeriglio che si incunea in area di rigore ma viene intercettato da Sordello al momento della conclusione. La formazione casalinga gioca un calcio offensivo e spumeggiante sfiorando nuovamente la rete del vantaggio con Isibor, servito perfettamente sulla corsa da Aboubakar, che si invola sulla destra e calcia col medesimo piede ma La Rocca ha un riflesso felino e sventa in angolo. Al 37' Sibaby calcia a giro di mancino, Bolettieri colpisce di mano in area e il direttore di gara indica il dischetto. Turletti trasforma dagli undici metri e porta in vantaggio il Rebaudengo. Poco dopo aver causato il rigore, Bolettieri si riscatta salvando in scivolata il tiro-cross di Sibaby dalla sinistra che avrebbe trovato sulla corsia opposta il compagno di squadra pronto a calciare in porta. Al 43' su uno spiovente in area di rigore, Turletti raddoppia calciando di destro al volo non molto forte ma spiazzando l'estremo difensore avversario. Allo scadere della prima frazione di gioco, Isibor, su assist di Fatty dalla sinistra, sfiora il tris ma calcia altissimo di destro.

Reazione Aviglianese. Le battute iniziali della seconda frazione di gioco vede ambedue le formazioni studiarsi, con molto gioco a centrocampo e poche verticalizzazioni. Bonino, allenatore dell'Aviglianese prova a invertire la tenenza del match sostituendo ben tre giocatori e inserendo altrettante forze fresche. Al 6' Agudah imbuca per Turletti che accelera sull'out mancino e viene stoppato all'ultimo da Cena con un intervento chirurgico in chiusura. Sul successivo capovolgimento di fronte, gli ospiti vanno vicini ad accorciare le distanze con Carretta che calcia di sinistro dai venti di metri e sfiora il sette alla sinistra del portiere avversario. Al 12', sugli sviluppi di un calcio angolo dalla destra, Carretta che trova in area Ventura che ti tacco di destro al volo accorcia le distanze con un gesto tecnico stratosferico. Nonostante la partita si sia riaperta dal punto di vista del punteggio, il Rebaudengo non riesce a giocare con la medesima intensità e ritmo della prima frazione di gioco e l'Aviglianese prende campo. Al 25', Ventura si porta al limite dell'area di rigore e serve Piazza sulla destra, il quale stoppa e calcia di destro appena sopra la traversa. Successivamente, Smeriglio ci prova dalla distanza ma la conclusione è centrale e non impensierisce Barbieri. La partita si riaccende: il Rebaudengo sfiora il tris con Fatty che sulla sinistra fa tutto bene ma sbaglia il tiro a tu per tu con l'estremo difensore calciando a lato. Gli ospiti si ripropongono in fase offensiva con Piazza che, però, viene stoppato da un monumentale Keita, chirurgico nell'intervento in tackle. Al 36' il Rebaudengo rimane in dieci a causa dell'espulsione diretta di Sibaby che, in preda a un momento di nervosismo, spinge a terra Zerbini. La formazione in trasferta sfiora il pari con Cigna che con lo specchio della porta davanti a se calcia clamorosamente fuori. Allo scadere, anche gli ospiti rimangono in dieci per l'espulsione diretta di Carretta per proteste verso il direttore di gara.

IL TABELLINO

REBAUDENGO-AVIGLIANESE 2-1
RETI: 37' rig. Turletti G. (R), 43' Turletti G. (R), 12' st Ventura (A).
REBAUDENGO (4-3-3): Barbieri 6.5, Sordello 7, Sanou 7, Sibaby 6.5, Keita Douda 7.5, Agudah Promise 7.5 (16' st Camara 6.5), Isibor 7.5 (23' st Koura 6.5), Aboubakar 7.5, Muntala 7, Turletti G. 8.5, Fatty 8. A disp. Montone, Piras, Carletti. All. Turletti 7.5. Dir. Messa - Delli Falcone.
AVIGLIANESE (4-3-3): La Rocca 6.5, Alessandro 6 (1' st Cena 6.5), Zerbini 5.5, Smeriglio 6, Polichetti 6, Bolettieri 6.5, Pellitteri 6 (35' st Cigna 5.5), Limone 5.5 (1' st Carretta 6.5), El Bdine 6 (19' st Piazza 6), Ventura 7, Talarico 6 (1' st Piacenza 6). A disp. Soudqi, Marino, D'Ambrosio, Martino M.. All. Bonino 6.5. Dir. Bolettieri.
ARBITRO: Fuoco di Torino 5.5.
AMMONITI: 9' Aboubakar (R), 18' Agudah Promise (R), 46' Fatty (R), 22' st Carretta (A), 39' st Camara Mohamed (R), 47' st Zerbini (A).
ESPULSI: 36' st Sibaby (R), 53' st Carretta (A).

LE PAGELLE

REBAUDENGO
Barbieri 6.5
Non viene impiegato soventemente nell'arco dei novanta minuti, la motivazione è duplice: nella prima frazione di gioco i suoi compagni di squadra dominano il match sotto ogni punto di vista e gli ospiti non calciano mai in porta, cosa che invece avviene nella ripresa ma l'imprecisione dei giocatori di Bonino non lo costringono agli straordinari.
Sordello 7 Disputa una partita molto accorta come centrale nella retroguardia difensiva dei padroni di casa. E' puntuale negli interventi, molto forte nello spalla a spalla e raramente si fa trova fuori posizione o colto di sorpresa dalle ripartenze degli ospiti nella seconda frazione di gioco.
Sanou 7 Sulla corsia mancina mostra la sua intelligenza tattica gestendo con rigore ambedue le fasi. Quando può affondare attacca la profondità dando sostegno alla manovra offensiva, vicerversa da una mano in fase di copertura quando la formazione ospite attacca gli spazi sfruttando la fasce.
Sibaby 6.5 E' autore di una prova tenace e qualitativa che però compromette lui stesso nel finale con un'espulsione dovuta a un momento di nervosismo nel quale spinge a terra Zerbini. Mezzo punto in meno per il rosso rimediato, sino a quel momento era stato impeccabile nel suo ruolo.
Keita Douda 7.5 La sua partita è stata contraddistinta da leadership, tempismo, precisione e qualità tecnica. Il centrale difensivo è stato uno dei migliori in campo e ha rappresentato un muro invalicabile per il reparto offensivo avversario. Nella ripresa alza ulteriormente l'asticella.
Agudah 7.5 Abbandona il terreno di gioco dopo un quarto d'ora dall'inizio della ripresa, l'allenatore ha forse voluto evitare una seconda ammonizione dopo quella rimediata nel primo tempo. Tuttavia disputa sessanta minuti di qualità e quantità sulla mediana.
16' Camara 6.5 Subentra col medesimo spirito del compagno sostituito non facendolo rimpiangere, impresa non da poco considerando la prestazione di chi ha sostituito.
Isibor 7.5 A metà della seconda frazione di gioco lascia il rettangolo verde, un sospiro di sollievo per l'Aviglianese dato che sulla corsia di destra le sue accelerazioni hanno rappresentato più di un grattacapo. Nel primo tempo fondamentalmente è incontenibile e in più di una circostanza è dal suo lato del campo che arrivano le maggiori insidie per gli avversari.
23' Koura 6.5 Porta una ventata di aria fresca su quella fascia sostituendo il camp stremato. Comunque sia mostra il suo atletismo e la sua tecnica con qualche progressione verso l'area di rigore avversaria.
Aboubakar 7.5 Si pone come faro al centro della linea di centrocampo della formazione di casa. Svolge il suo ruolo a 360° gradi: deciso nei contrasti, fa da collegamento tra i reparti e spesso verticalizza cercando la profondità e accelerando il gioco sulle corsie laterali.
Munatala 7 Agisce come regista offensivo del Rabaudengo facendo spalla a spalla con i difensori avversari, andando incontro ai centrocampisti per aiutare in fase di non possesso e smistando i palloni verso le fasce. Tanto lavoro sporco e dedizione, apre gli spazi quando i padroni di casa attaccano.
Turletti 8.5 La sua prova è superlativa, da giocatore, a tratti, di categoria superiore. Nella prima frazione di gioco da l'idea di poter vincerla da solo per quanto sia consistente nel coniugare le sue abilità tecniche col suo dinamismo sul fronte offensivo. In sei minuti realizza la doppietta che spiana la strada al successo del Rebaudengo, nella ripresa cala leggermente ma si rende prezioso in ripiego.
Fatty 8 Rappresenta costantemente una spina nel fianco nella difesa dell'Aviglianese: dinamico, veloce, tecnico. Tre aggettivi che descrivono perfettamente la sua prestazione nell'arco dei cento minuti. Gli manca solamente la gioia del gol, ma se continuerà con queste performance timbrerà regolarmente il cartellino.
All. Marco Turletti 7.5

AVIGLIANESE
La Rocca 6.5 Nel primo tempo salva il risultato da un passivo peggiore con due parate straordinarie sulle conclusioni ravvicinate di Turletti e Fatty.
Alessandro 6 Abbandona il terreno di gioco al termine della prima frazione di gioco, sulla sua fascia di competenza non riesce a trovare la profondità in fase di spinta dato che è costretto a prestare maggiore attenzione in copertura per le frequenti ripartenze degli avversari.
1' st Cena 6.5 Entra nelle battute iniziali della seconda metà del match calandosi subito nella partita e disputando una buona prova in ambedue le fasi.
Zerbini 5.5 Sulla corsia mancina soffre la velocità degli esterni offensivi facendosi trovare spesso in balia della loro velocità nelle progressioni. Nel finale rimedia un ammonizione evitabile, dovuta forse a un momento di nervosismo.
Smeriglio 6 Nell'arco dei primi quarantacinque minuti viene di fatto sovrastato dal centrocampo avversario, subendo in più di un'occasione. Nella seconda frazione di gioco cresce e disputa una seconda metà di gara sufficiente, seppur complessivamente non brilli.
Polichetti 6 Al centro della difesa barcolla ma non molla. Va in difficoltà quando l'attacco del Rebaudengo predilige il dinamismo con il trio offensivo che scambia sovente le posizioni non offrendo punti di riferimento.
Bolettieri 6.5 Causa il rigore che apre la marcature a vantaggio della formazione di casa anche se va detto che il suo tocco è involontario e non aumenta il volume del corpo. Comunque sia si riscatta dopo pochi minuti intervendo in modo perfetto in scivolata su un tiro-cross di Sisaby che era diretto verso un compagno libero in area piccola.
Pellitteri 6 Agisce come centrocampista di interdizione, abbassandosi come mediano per impostare dal basso l'azione e cercando di dare una mano al reparto difensivo. Lascia il campo a un quarto d'ora dal termine.
35' st Cigna 5.5 L'occasione migliore per l'Aviglianese di ristabilire la parità capita sui suoi piedi, ma da posizione favorevole all'interno dell'area di rigore con un tiro totalmente scoordinato.
Limone 5.5 Successivamente a un primo tempo decisamente sottotono, in fase di impostazione sbaglia spesso la scelta del passaggio, viene sostituito all'intervallo.
1' st Carretta 6.5 Entra con grande decisione e attitudine mentale, prima serve l'assist a Ventura per il momentaneo 1-2 e allo scadere si fa espellere per proteste nei confronti del direttore di gara.
El Bdine 6 E' quello che soffre maggiormente il dominio tattico e tecnico del Rebaudengo nella prima frazione di gioco dove di fatto non viene mai servito a dovere. Nella ripresa riesce a mostrarsi di più in avanti ma viene sostituito dopo il quarto d'ora.
19' st Piazza 6 Il suo ingresso porta dinamismo sul fronte offensivo dell'Aviglianese e sfiora il gol con una conclusione di destro al limite dell'area di rigore che sorvola la traversa ma che poteva calciare meglio data la posizione favorevole.
Ventura 7 E' il bomber della sua squadra e il capocannoniere del girone e anche oggi, seppur le difficoltà avute dall'Aviglianese, ha siglato la rete numero 21 dell'annata con un colpo di tacco al volo di livello assoluto.
Talarico 6 Nel corso dei primi quarantacinque minuti non lo si vede mai, tanto da venire sostituito all'intervallo.
1' st Piacenza 6 Subentra al compagno sostituito senza smuovere qualcosa o incidere nell'arco della seconda frazione di gioco.
All. Bonino 6.5

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400