Cerca

Terza Categoria

Sorpresa nell'uovo di Pasqua: squadra esclusa dal campionato, la capolista festeggia da casa

Con la squalifica della Colombia Turin, lo Sporting Club mantiene otto punti di vantaggio sullo Sporting Vittoria, ma con solo più due giornate da disputare: è promozione matematica

Sorpresa nell'uovo di Pasqua: squadra esclusa dal campionato, la capolista festeggia da casa

Vincere un campionato è sempre un'emozione unica. Farlo attraverso una sentenza del Comunicato Ufficiale forse non era né il sogno, né la minima aspettativa di Filippo Boccardo e della sua squadra, ma tale epilogo di fatto è ciò che il finale di stagione del Girone B ci ha riservato. L'ASD Sporting Club è la prima formazione a laurearsi campione della Terza Categoria piemontese. Un successo che arriva inaspettato per le modalità, ma che rispecchia ampiamente la qualità di un gruppo che ha dominato in lungo e in largo il proprio raggruppamento, senza mai perdere e centrando la promozione diretta come da obiettivo prefissato ad inizio anno.

ESCLUSIONE COLOMBIA TURIN

Tutto nasce dalla sentenza arrivata con l'ultimo Comunicato Ufficiale della delegazione di Torino rispetto alla situazione Colombia Turin. La squadra allenata da Manuel Naranjo Garcia, dopo aver disertato due settimane fa in occasione della partita contro il Cambiano, ha deciso di non presentarsi nuovamente per la sfida di domenica in programma a Madonna della Scala contro la Leo Chieri. Inevitabilmente, ai sensi dell'art.53/5 delle NOIF, la seconda rinuncia stagionale ha costretto la Federazione ad estromettere la squadra dal prosieguo del campionato, comminando per altro una dura ammenda di Euro 600,00 alla società. 

Colombia Turin

LE RICADUTE SUL CAMPIONATO

Come anticipato sul nostro giornale da lunedì in edicola, la non partecipazione alla gara contro la Leo aveva fatto presagire ad un totale decadimento dei risultati ottenuti nell'arco della stagione fin qui disputata dalla Colombia Turin e, come da regolamento, così è stato:

«si delibera di considerare che tutte le gare finora disputate (dalla Colombia Turin ndr) non hanno alcun valore per la classifica e di comunicare che le società che avrebbero dovuto gareggiare con la squadra della suddetta, osserveranno, pertanto, un turno di riposo»

Osservando la situazione corrente del campionato è dunque evidente del perché sia ormai matematica l'assegnazione del titolo all'ASD Sporting Club. A tre giornate dalla fine, la capolista si trova a +8 sullo Sporting Vittoria, con dunque una minima chance per la inseguitrice di riacchiappare la vetta: tuttavia, in queste ultime tre uscite stagionali entrambe le formazioni avrebbero dovuto sfidare la Colombia Turin e quindi, visto il turno di riposo che spetterà ad ambedue per l'esclusione del colombiani, diventerà impossibile intavolare un progetto di rimonta per l'attuale seconda in classifica. Inoltre, avendo entrambe le squadre vinto la partita d'andata contro la Colombia Turin, la revoca dei tre punti rappresenterà una pura formalità statistica che non inciderà sull'invariata distanza in classifica tra le due contendenti. Conseguenza è la vittoria del campionato per la società ASD Sporting Club con tre giornate d'anticipo e la promozione diretta della stessa in Seconda Categoria per la stagione 2022-2023.

ASD Sporting Club

LE REAZIONI

Il Ds dello Sporting Club, Davide Mollo, apprende dell'ufficialità con soddisfazione, ma lucidità, proiettandosi già al futuro: «Le premesse erano quelle di vincere assolutamente, poi ovviamente non è mai facile in qualsiasi categoria e al primo tentativo. Vogliamo finire imbattuti e magari Filippo Visconti capocannoniere non sarebbe male. Sicuramente il prossimo anno le difficoltà saranno maggiori e dovremmo rinnovare e ampliare la squadra. Sarebbe importante trovare qualche sponsor per non doverci autofinanziare anche la prossima stagione».

Malgrado l'improvvisa notizia è comunque positiva la risposta dello sconfitto, l'allenatore dello Sporting Vittoria Maurizio Juliano: «A due giornate dalla fine magari potevano lasciare la vittoria a tavolino, ma sicuramente hanno inciso i risultati negli scontri diretti. In piena emergenza abbiamo fatto molto di più di quello che ci si sarebbe aspettato, avendo una base passata conoscevo già i miei ragazzi e loro si sono adattati alla grande in ruoli e situazioni difficili. Bravi tutti comunque».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400