Cerca

Acos Treviglio-AFG Azzano Torneo Ciatto: doppietta di Tomsic e Colombo, la decide Palazzi nell'incredibile finale

Acos Treviglio Azzano Torneo Ciatto-Inizio
Partita ricca di emozioni quella tra Acos Treviglio e Azzano, con gli ospiti che riescono a vincere negli ultimi istanti di gara con un episodio molto controverso. Dopo una conduzione di gara non proprio impeccabile, Maulà convalida un gol in netto fuorigioco dopo non aver visto un gol solare pochi istanti prima. Furibonde le proteste dell’Acos che accerchiano l’arbitro, tant’è che poi il direttore di gara decide di annullare il gol, scatenando nuove ire ma questa volta da parte degli ospiti che si sentono defraudati del risultato, salvo poi prendere una terza decisione: quella di ritornare sui suoi passi, anche se in maniera poco convinta. Alla fine è 3-2 per l'Azzano Fiorente Grassobbio, che accede quindi ai quarti di finale. Botta e risposta. Tornando alle cose di campo: inizia forte l'Acos Treviglio e alla prima azione d’attacco trova la via del gol con Tomsic che viene dimenticato completamente dalla difesa e tutto solo davanti a Caglioni riesce ad insaccare. L'Azzano, dopo un approccio iniziale imperfetto, riesce a prendere le misure ed entra in partita guidato dalla rapidità di Colombo che, imbucato da Teani, entra in area ma viene contrastato regolarmente da Alloni. Il direttore di gara però non è dello stesso avviso e indica il dischetto. È lo stesso Colombo ad incaricarsi della battuta e dagli undici metri non sbaglia. Dopo qualche minuto di confusione dei suoi ragazzi, Ortori riesce a trovare una buona risposta ancora con Tomsic che sfrutta un cross dalla sinistra e al volo cerca la porta, ma la sfera colpisce la traversa ed ritorna in gioco. A nulla porta l’inserimento di Faggiano che di testa prova a chiudere il tap-in, ma trova le mani di Caglioni che blocca sicuro. Gli uomini di Fracassetti però hanno un'altra ghiotta occasione con Vigano che supera in velocità De Capitani, entra in area, salta secco Randello che lo abbatte, ma Maulà decide questa volta di non intervenire. Siamo negli ultimi istanti di gara e sono gli ospiti ad avere la palla del possibile vantaggio: Colombo sfila alle spalle dei difensori e davanti a Randello prova a battere a rete, ma il pallone centra la traversa. Finale tragicomico. L’Acos rientra bene in campo e al 5’ trova la via del gol: Bresciani serve Albano che entra in area e crossa in mezzo per Tomsic che da sfugge dalla marcatura di Marchesi e da due passi non sbaglia. La reazione dei padroni degli ospiti non si fa attendere e arriva con Colombo che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, taglia benissimo sul secondo palo ed è tutto libero di controllare e impattare a rete. Prova a caricare i propri giocatori Ortori e i risultati si intravedono con l’ingresso di Romano che parte in contropiede, si porta a tu per tu davanti a Caglioni ma il colpisce malissimo la sfera e il pallone termina sul fondo. Al 33’ è ancora lo stesso Romano a tentare la conclusione dal limite dell’area con un destro radente che sibila a fil di palo. Siamo nel pieno recupero, Vigano si immola verso la porta ma viene trattenuto da De Capitani e il direttore di gara lo manda sotto la doccia anzitempo, forse una delle poche decisioni giuste della sua conduzione. Punizione di Teani che colpisce la traversa, entra in porta ma poi rientra in area: il più classico dei gol fantasma non visto dal direttore di gara. Il pallone torna disponibile a Palazzi che in posizione irregolare riesce a insaccare. Proteste furiose nel finale, arbitro in totale confusione che chiede consigli ai guardalinee (membri delle due squadre), ma la partita finisce su questo gol, facendo esultare i ragazzi di Fracassetti. [caption id="attachment_282336" align="aligncenter" width="900"] Acos Treviglio Azzano Torneo Ciatto-Azzano Festeggiamenti tra i ragazzi dell'Azzano.[/caption]

IL TABELLINO

ACOS TREVIGLIO-AZZANO 2-3 RETI (1-0, 1-1, 2-1, 2-3): 1' Tomsic (AcT), 12' rig. Colombo (AFG), 5' st Tomsic (AT), 9' st Colombo (AFG), 37' st Palazzi (AFG). ACOS TREVIGLIO (4-2-3-1): Randello 6.5, De Capitani 6, Vescovi 6.5, Palaj 6.5, Alloni 6, Pala 6.5, Bresciani 6.5, Albano 6, Tomsic 7, Faggiano 6 (11' st Romano 6), Meloni Cenati 6 (27' Asperti 6.5). A disp. Chionna, Cucuzza, Pavesi, Cavalli, Cortesi, Khouma. All. Ortori 6. Dir. Gritti. AFG AZZANO (4-3-3): Caglioni S. 6.5 (11' st Noris 6.5), Ghitti 6, Bonassoli 7, Caglioni M. 6.5, Marchesi 6, Venturini 6, Teani 6.5, Barachetti 6 (11' st Palazzi 7), Viganò 7, Colombo 7, Brembilla 6 (25' st Giugnetti 6). A disp. Morena, Bamba, Sidibe. All. Fracassetti 6.5. Dir. Pedruzzi - Preda. ARBITRO: Maullà di Bergamo 4. ESPULSO: 37' st De Capitani (AT). AMMONITO: Venturini (AFG). [caption id="attachment_282333" align="aligncenter" width="1400"] Acos Treviglio Azzano Torneo Ciatto-Acos L'Acos Treviglio di Ortori[/caption]

LE PAGELLE

ACOS TREVIGLIO Randello 6.5 Compie alcuni interventi importanti, bravo a guidare il reparto difensivo De Capitani 6 Un pochino fuori giri, soffre la velocità di Vigano. Lascia i suoi in dieci nel finale. Vescovi 6.5 Spinge bene sulla corsia di sinistra, con grande intensità e atletismo. Palaj 6.5 Bravo ad amministrare la sfera e a cambiare gioco da una parte all’altra con qualità. Alloni 6 Qualche errore di troppo in marcatura, anche se il fallo da rigore è inesistente. Pala 6.5 Il migliore del pacchetto arretrato: non perde ma la calma ed è sempre lucido negli interventi. Bresciani 6.5 Non fa grandissime cose, ma è sempre preciso nei passaggi e dà qualche buono strappo in attacco a tagliare la difesa. Albano 6 Recupera tanti palloni in mezzo al campo lottando come un leone. Tomsic 7 Bravissimo a far salire la squadra e a finalizzare a rete le occasioni avute. Apre gli spazi per i propri compagni. Faggiano 6 Buoni movimenti nel primo tempo che impensieriscono la difesa ospite, nella ripresa cala. 11’ st Romano 6.5 Entra bene in partita dando buoni strappi e creando pericoli. Si mangia però un gol fatto. Meloni 6 Parte bene, ma poi è costretto ad uscire prima del tempo. 27' Asperti 6.5 Qualche buon guizzo che crea grattacapi alla difesa dell’Azzano. All. Ortori 6 Ha ragione ad essere amareggiato per il risultato, i suoi fanno la partita che devono senza grossi errori. Acos Treviglio Azzano Torneo Ciatto-Tomsic AZZANO Caglioni S. 6.5 Non commette grossi errori sul gol preso. Sempre lesto a riprendere la posizione. (11’ st Noris 6.5). Ghitti 6 Un po’ in affatto a destra, dove tende a chiudere con un po’ di ritardo. Bonassoli 7 Una furia sulla sua corsia: fa terra bruciata con una progressione devastante. Uno dei migliori in campo. Caglioni M. 6.5 Bravissimo a gestire il possesso in mezzo al campo, dando qualità ad ogni giocata. Marchesi 6 Partita largamente sufficiente, ma si lascia sfilare Tomsic da dietro le spalle sul gol del momentaneo 2-2. Venturini 6 Diverse imprecisioni dietro che avrebbero potuto costare caro. Migliora nel finale. Teani 6.5 Punizione magistrale in porta non vista dal direttore di gara. Sarebbe stato il giusto premio per la sua prestazione. Barachetti 6 Poco nel vivo dell’azione, si limita a contendere palloni in mezzo al campo. 11’ st Palazzi 7 Anche se un po’ in offside, si fa trovare pronto per timbrare il cartellino e a decidere la gara. Vigano 7 Intraprendente ed esuberante: col le sue accelerazioni spacca in due la difesa di Ortori. Colombo 7 Tanta qualità là davanti dove trova una doppietta decisiva ai fini del risultato. Bravo ad aprire gli spazi per i propri compagni. Brembilla 6 Qualche buona sgroppata, apprezzabile il lavoro in copertura. (25’ st Giugnetti 6). All. Fracassetti 6.5 I suoi ragazzi trovano un’importante vittoria. L’ingresso di Palazzi è stato provvidenziale. ARBITRO Maullà di Bergamo 4 È in totale balia degli eventi: tutto ciò che succede dopo il gol del 3-2 è assurdo. Acos Treviglio Azzano Torneo Ciatto-Colombo

L’INTERVISTA

È di poche parole Ortori, molto amareggiato e arrabbiato per il finale di gara che ha assistito e si limita a fare i complimenti ai propri ragazzi ed essere felice che abbiano potuto ricominciare a giocare. Di tutt’altro umore invece Fracassetti che è entusiasta del risultato finale e della prova dei suoi: «Sapevamo che sarebbe stata una partita molto tosta: affrontavamo una squadra molto fisica ed è stata una vera battaglia. Il risultato penso sia meritato, i miei ragazzi hanno dato tutto e, nonostante siamo andati sotto, siamo stati bravi a reagire. Con l’andare della partita è salito in cattedra il nervosismo, generato dalla conduzione di gara: ha sbagliato tanto, sia contro di noi sia contro di loro e i ragazzi poi ne risentono. Il gol subito? Non è stato un problema di approccio, ma di distanze: non siamo abituati a giocare su un campo così grande e non abbiamo preso le misure presto. Poi abbiamo tenuto le giuste distanze a siamo stati bravissimi a reagire e a trovare il gol su un rigore generoso. Peccato che dopo non ce ne hanno dato uno che poteva starci e anche il loro raddoppio era in fuorigioco. Insomma, l’arbitro non ha fatto una gran partita e forse la colpa è anche nostra che con il nostro agitarci in panchina, oppure l’agitarsi delle persone in tribuna, lo abbiamo destabilizzato».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400