Cerca

Asti-Bsr Grugliasco Under 15, 47° Caduti di Superga: i lampi di Doro e Bo mandano avanti i galletti

Nuova immadsddgine
La prima cosa bella che si avverte arrivando al "Riconda" di corso Lombardia è il brulicare ed il vociare delle persone presenti sulla tribuna dell'impianto: finalmente si riapre al pubblico ed i risultati si vedono con la presenza delle famiglie, con gli incitamenti, le urla dei genitori ed il tifo per la propria squadra. Un nuovo inizio sportivo per tutti che si legge sul volto sorridente e raggiante del patron Paolo Pesce, che ci ha spiegato brevemente la sua felicità al riguardo (che verrà riportato alla fine di questo servizio). Da 47 anni il "Caduti di Superga" è indubbiamente per la categoria giovanissimi Under 15 uno degli appuntamenti più sentiti di ogni stagione. Il fatto che si giochi in periodo di t-shirt e canottiere al posto dei giacconi invernali del tempo di Natale non gli fa perdere quella caratteristica gioiosa e tecnica, con tante squadre che si affrontano a ridosso una dell'altra con tanti gol e tante emozioni. Una delle gare più interessanti della giornata del sabato è sicuramente il match tra l'Asti e il Bsr Grugliasco, che alla fine è risultata essere una gara molto combattuta ed equilibrata, risolta dai biancorossi astigiani in inferiorità numerica negli ultimi scampoli del secondo tempo. Scontro immediato. Che i ragazzi in campo vogliano fare bella figura lo si nota immediatamente dopo soli 52" quando Marroni per il Grugliasco, oggi in campo con una divisa vintage gialloverde,  brucia con il controllo di palla il suo dirimpettaio astigiano e spara un potente tiro di sinistro che esce fuori di un nulla. Dopo lo scampato pericolo, l'Asti passa poco dopo, al 3': calcio d'angolo dalla destra, il pallone giunge a centro area a Doro, bravo a deviare di piatto destro alle spalle di Passantino. Il piglio è buono da entrambe le parti, la partita è divertente ed equilibrata e le azioni si susseguono velocemente da una parte e dall'altra. Il Grugliasco è bravo a rendersi pericoloso soprattutto sui calci da fermo, come al minuto 8 quando una punizione a giro dal limite dell'area calciata da Ginosa sorvola di poco l'angolo alto alla destra del portiere biancorosso Ferlisi. D'altro canto i galletti del tecnico Errante giocano spesso con palla lunga verso gli avanti Magnani e Fakir, non sempre raggiunti con precisione. Proprio allo scadere del tempo il Grugliasco si riporta in parità: lancio lungo di Festa dalla trequarti direttamente in area dove Garro affonda il buon Marroni e per il direttore di gara non vi sono dubbi. E' calcio di rigore che viene trasformato con molta freddezza da capitan Gerlin che spiazza il numero uno biancorosso. Cartellino rosso e gol vittoria. Stenta inizialmente la ripresa a mantenere gli stessi ritmi della prima frazione di gioco. Le due squadre prendono piano piano con il passare dei minuti forza e vigore con azioni da una parte e dall'altra dove però manca la chiara occasione da rete. Quello che non manca invece è l'agonismo ed un pizzico di nervosismo che porta ad una quaterna di ammonizioni, tutte in un lasso di tempo contenuto. Tra questi cartellini gialli spicca quello dell'attaccante astigiano Fakir  che, già ammonito per un fallo di gioco nella prima frazione di gioco, ne becca un altro al 12' della ripresa per ostruzione e deve lasciare la propria squadra in dieci uomini. Il fatto di essere in inferiorità numerica non preoccupa più di tanto i ragazzi di Errante che, grazie anche alla girandola di sostituzioni e di forze fresche in campo, quattro minuti dopo trovano il grandissimo gol risolutivo che permette loro di vincere l'incontro e passare al turno successivo: dalla destra Manicone mette in mezzo un gran cross basso per il nuovo entrato Bo che trova il tempo di coordinarsi e di battere a rete con una spettacolare semirovesciata di destro che si infila sotto la traversa dell'incolpevole Passantino. Nel restante tempo il Grugliasco, con tanto cuore e veemenza tenta di trovare il pareggio senza però riuscire a raddrizzare la posta. In ogni caso dopo una partita cosi ci sono solo due parole per riassumere tutto: bentornato calcio!

IL TABELLINO

ASTI-BSR GRUGLIASCO 2-1 RETI (1-0, 1-1, 2-1): 3' Doro (A), 25' rig. Gerlin (G), 16'st  Bo (A) ASTI (3-5-2): Ferlisi 6, Degli Agli 6.5, Doro 7, Baralla 6, Garro 6 (6'st Wilczynski 7), Cattinelli 6.5, Lafleur 6.5 (12'st Bo 7), Del Monte 7 (8'st Manicone 6.5), Cia 6, Magnani 6.5 (17'st Vignale 6), Fakir 6. A disp: Di Dio, Brenchio, West. All. Errante 7. Dir. Brenchio. BSR GRUGLIASCO (3-5-2): Passantino 6.5, Festa 6.5, Arva 6 (12'st Bova 6), Gerlin 7, Tripodi 6 (19'st Meneghel 6), Del Franco 6.5, Malih 7 (18'st Tancredi 6), Ginosa 6.5 (2'st  D'Errico 6), Gencig 7 (12'st Di Francesco 6), Marroni 6.5, Gentile 6 (6'st Moncalvo 6). A disp: Cucinotto, Pistone. All: Gallone 6.5. Dir Tancredi. ARBITRO: Franco di Collegno 6 AMMONITI: 8' Garro (A), 12' Fakir (A), 10'st Arva (G), 12'st Fakir (A), 14'st Festa (G), 25'st Gerlin (G) ESPULSO: 12'st Fakir (A)

LE PAGELLE

ASTI Ferlisi 6 Poche occasioni per mettersi in mostra, nell'ordinaria amministrazione non pecca mai. Degli Agli 6.5 Giocatore all'olandese, difende ed attacca quando é il caso. Nelle giocate importanti ci mette sempre il becco. Doro 7 Gestisce in maniera perfetta la gara giocando con grande astuzia. Suo il gol del vantaggio e dietro è sinonimo di sicurezza. Baralla 6 Oltre ad  una grande visione di gioco, il giovane ha buon dinamismo, generoso in pressing sugli avversari. Garro 6 Guida il reparto senza difficoltà evidenti, commette il fallo da rigore ed in un paio di occasioni rischia il secondo giallo. 6'st Wilczynski 7 Entra e si propone subito bene e gioca con sicurezza rara. Cattinelli 6.5 Come per Garro, gioca nella difesa biancorossa senza particolari difficoltà, senza concedersi mezze sbavature. Ottimo centrale. Lafleur 6.5 Dimostra calma e sicurezza nel reparto, bravo nella costruzione del gioco, all'occorrenza spazza via palloni pericolosi. 12'st Bo 7 Già il gol di per se vale il prezzo del biglietto. Fornisce anche palloni interessanti per i suoi giocando sempre in maniera molto pulita Del Monte 7 Corre ovunque, rincorre tutti, va anche alla conclusione e dimostra una grande duttilità tattica. Illuminante. 8'st Manicone 6.5 Più che sufficiente il suo apporto nei minuti in cui sta in campo. Cia 6 Non si butta giù d’animo e continua a lottare con tutte le forze che ha contro i difensori avversari che gli concedono poco spazio. Magnani 6.5 Il capitano si dimostra insidioso fin dai primi minuti di gioco, gli manca però il guizzo vincente. 17'st Vignale 6 gioca pochi minuti ma e' sempre presente nelle azioni della propria squadra. Fakir 6 Qui la situazione e' particolare: senza dubbio il giocatore più spettacolare tra tutti quelli in campo; i palloni...le giocate...i lanci ....tutta roba sua. Peccato si faccia espellere per un'ingenuità All. Errante 7 Pesca dal suo cilindro i jolly che contribuiscono alla vittoria. BSR GRUGLIASCO Passantino 6.5 Attento sin dall'inizio della gara, dà sicurezza alla difesa. Incolpevole sui gol. Festa 6.5 Dietro è un mastino. Non si scompone mai e regala una prova difensiva ampiamente sufficiente. Arva 6 Se la cava, ma il suo compito non è mai dei più semplici. 12'st Bova 6 Un paio di buone chiusure sugli avanti biancorossi. Gerlin 7 Un treno inarrestabile, un vero capitano. Sempre puntuale a chiudere e sempre bravo a proporsi. Tripodi 6 Prova positiva del difensore grugliaschese. Prestazione solida e sufficiente. 19'st Meneghel 6 Non soffre grossi pericoli per i minuti in cui sta in campo. Del Franco 6.5  Qualità al servizio del centrocampo. Buona mole di lavoro sporco ma anche tanta personalità. Malih 7 Trascinatore generoso con tanta corsa e tanto cuore. 18'st Tancredi 6 Pensa alla sostanza e tutto sommato non sbaglia. Ginosa 6.5 Non si risparmia mai giocando sempre con grande ritmo e grande propensione alla sua attitudine offensiva. 2'st D'Errico 6 Partita sufficiente. Ha nei piedi e nella testa i giusti tempi della manovra. Gencig Si smarca sempre alla grande e funge anche da regista offensivo. Quando lascia il campo la squadra ne risente visibilmente. 12'st Di Francesco 6 Corre tanto arginando spesso le ripartenze avversarie. Sufficiente. Marroni 6.5 Molto agile in mezzo al campo, si propone più volte, distribuendo tanti "cioccolatini" ai compagni. Gentile 6 Combina bene con i compagni  creando qualche problema alla difesa astigiana. 6'st Moncalvo 6 Porta freschezza in avanti cercando di dare il suo apporto all'attacco gialloverde. All. Gallone 6 Sa che i suoi hanno dato tutto sul campo. Non ha più niente da chiedere. ARBITRO: Franco di Collegno 6. Nonostante i soliti rimproveri delle singole tifoserie dirige ottimamente il primo tempo. Si perde un po' nella seconda frazione quando va un po' in crisi nel gestire il crescente nervosismo. E' molto giovane ed i numeri li ha, si farà.

LE PAROLE DEL PATRON DEL LUCENTO PAOLO PESCE

«E' una soddisfazione davvero difficile da descrivere perchè dopo 47 anni perdere la consequenzialità del torneo sarebbe stata una cosa bruttissima. Non facciamo il torneo a Natale, questa volta lo facciamo a giugno, speriamo che sia l'inizio per tutti di un ritorno alla normalità. Io penso che tutte le persone che rappresentano la società devono ringraziare i propri collaboratori di aver tenuto vivo il sogno dei ragazzini di giocare a pallone. E' stata veramente dura, credetemi, da ottobre quando hanno chiuso tutto fino ad ora. Con queste parole voglio far capire quanta è la nostra soddisfazione a vedere il pubblico, tutta questa gente che è qui a fremere per questi ragazzi».      
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400