Cerca

Tornei

Torneo Annovazzi, decidono subito i calci di rigore: Orlando e Salvaneschi fanno cantare Soresini

Il Sarnico, avanti di due gol, prima si fa rimontare e poi la perde dal dischetto

Torneo Annovazzi, decidono subito i calci di rigore: Orlando e Salvaneschi fanno cantare Soresini

A sinistra Orlando, mezzala di talento dell'Accademia Pavese, e Salvaneschi, portiere biancorosso e divenuto eroe in via Cazzaniga

Meglio di Milan-Liverpool del 25 maggio 2005. La serata inaugurale del Torneo Annovazzi manda in paradiso l'Accademia Pavese, costringendo l'Uesse Sarnico a leccarsi le ferite: dopo essere andati a riposo forti di un doppio vantaggio grazie ai sigilli di uno straordinario Cuccu, i bergamaschi prima si fanno rimontare da Orlando e Mariani, poi vedono infrangersi i propri sogni di gloria ai calci di rigore. Ai sedicesimi di finale - in programma giovedì 24 febbraio alle ore 19:45 contro il Como - ci vanno dunque i pavesi, trascinati da un Orlando in serata di grazia ma soprattutto da Salvaneschi e Vitellaro: il primo ipnotizza Stefani in occasione del terzo rigore, il secondo non fallisce il match point e porta Soresini a giocarsi un big match di lusso per strappare un pass per gli ottavi di finale e continuare a sognare.

La formazione titolare dell'Accademia Pavese di Matteo Soresini

DOUBLE

Ad alzare il sipario della 41ª edizione ci ha dunque pensato la sfida tra due dei più blasonati Centri di Formazione dell'Inter. Da una parte l'Uesse Sarnico di Cattaneo, dall'altra l'Accademia Pavese di Soresini: i bergamaschi hanno rubato ai nerazzurri di Simone Inzaghi l'identità di gioco e la capacità di trasformare in oro qualsiasi azione manovrata; i pavesi la mentalità vincente e la pericolosità sugli sviluppi delle palle inattive. La copia più fedele della squadra campione d'Italia in carica è quella del Sarnico: smaltita la paura per un tiro velenoso di Zanaria sull'angolo calciato da Berettini, prontamente deviato da un attento Pessagno, i bergamaschi si portano sul 2-0 in appena venti minuti grazie ad una straordinaria doppietta di Cuccu, il fantasista e numero dieci di casa. Il gol che sblocca la partita arriva già al 5': il lancio di Baffelli a scavalcare la retroguardia pavese è pane per i denti di Cucci, che di fronte ad Angileri non si fa ipnotizza e insacca in diagonale. Per il raddoppio bisogna aspettare il 20', quando lo stesso numero dieci si mette in proprio all'altezza dei sedici metri, se la sposta sul mancino e batte Angileri per la seconda volta.

L'undici titolare scelto da Cattaneo, tecnico dell'Under 14 Regionale dell'Uesse Sarnico

RIMONTA

Passare l'intervallo sotto di due gol appare una punizione fin troppo severa per l'Accademia Pavese, a cui va il merito per aver tenuto il controllo del gioco per gran parte della prima mezz'ora. Opera del tris di centrocampisti Guzzo-Orlando-Franchini ma soprattutto di Gessa, vertice alto nel rombo schierato da Soresini: il numero undici biancorosso vanta un'ottima abilità tra le linee, insinuandosi con costanza tra Cadei e De Matteis, coppia di mediani nel 4-2-3-1 blues. Quel che manca è però la precisione, visto che i tentativi poco precisi di Orlando di testa (12') e Zanaria (28') danno solamente l'illusione del gol. Quest'ultimo arriva però dopo appena tre minuti della ripresa, e a fare la differenza sono le tanto osannate palle inattive: il calcio d'angolo battuto da Vitellaro - arrivato a seguito di un bel tentativo di Orlando, deviato con precisione da Pessagno - trova lo stesso Orlando, che da posizione ravvicinata riapre la partita e la svolta completamente. Il bel destro a giro di Franchini - parato prontamente dallo stesso Pessagno - è il preludio (5'), quello di Mariani da fuori area completa invece la rimonta (22'). Nel mezzo un predominio pressoché totale dei ragazzi di Soresini, forti di almeno cinque innesti capaci di fare la differenza e di creare non pochi grattacapi al Sarnico. Le contromosse di Cattaneo attutiscono il colpo, portando dunque la sfida ai calci di rigore. Dopo il mancino di Neccia che si spegne a lato e la parata decisiva di Salvaneschi, il sigillo decisivo è di Vitellaro che manda così in paradiso l'Accademia Pavese, costringendo il Sarnico a leccarsi le ferite per un'eliminazione arrivata dopo essere andati a riposo avanti di due gol.

CLICCA PER LE FORMAZIONI DETTAGLIATE E IL RESOCONTO

UESSE SARNICO-ACCADEMIA PAVESE 2-2 (1-4 D.C.R.)
RETI: 
5' Cuccu (U), 21' Cuccu (U), 3' st Orlando (A), 22' st Mariani (A).

SEQUENZA RIGORI

  • Magnifico (Accademia Pavese): gol
  • Neccia (Sarnico): out
  • Franchini (Accademia Pavese): gol
  • Scalvini (Sarnico): gol
  • Orlando (Accademia Pavese): gol
  • Stefani (Sarnico): parato
  • Vitellaro (Accademia Pavese): gol
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400