Cerca

Pro Sesto B-Milan Under 12 Femminile: Angelica Montaperto disegna calcio, Gaia Tomaselli dal sinistro magico, Francesca Palopoli goleador di classe

5
Giocate di qualità a ripetizione, gol di pregevole fattura e azioni degne del tiki-taka di Guardiola ai tempi del Barcellona: questo è il Milan di Ilaria Prati. Grande spirito di gruppo, ricerca spasmodica del gioco palla a terra fin dal portiere e lo spirito del "non mollare mai" nemmeno nelle situazioni più complicate: questa è la Pro Sesto di Sabrina Ettori. Le rossonere portano a casa tutti e tre i tempi grazie a un gioco corale scintillante e ad alcune individualità di cui sentiremo sicuramente parlare. Angelica Montaperto su tutte, centrocampista "alla Kakà": bravissima nell'uno contro uno, dotata di una gran visione di gioco e capace di fare sempre la scelta giusta sia quando c'è da assistere le compagne che quando c'è da calciare in porta (alla fine saranno ben cinque i suoi gol). Non solo Montaperto però, il Milan è una squadra completa in ogni reparto: in difesa, a rotazione, Sofia Pomati e Lisa Erba, Rebecca Rai e Ginevra Rabbolini; in mediana la forza offensiva sugli esterni di Celeste Maria Strecapede e Iris Di Falco (e la completezza di Miriam Atamo, spettacolare nell'abbinare la fase difensiva a quella offensiva) e in mezzo la fisicità e la qualità di Giada Peres e Giorgia Nicosia oltre al mancino terribile di Gaia Tomaselli; davanti la fame di segnare e i centimetri di Annais Stendardi e il senso del gol di Francesca Palopoli, una novella "Pippo Inzaghi"; tra i pali, infine, la sicurezza di Giulia Rai e Allegra Lopez Domenech, poco impegnate ma comunque sempre precise nel far partire l'azione da dietro. Anche la Pro Sesto, al netto di un risultato condizionato dalla differenza fisica e qualitativa ma anche anagrafica (in campo tre classe 2009 e due 2010 contro una squadra interamente composta da 2008), i motivi per sorridere ci sono: Federica Mazzarola, a centrocampo e poi in difesa, ha lottato fino alla fine; Martina Morabito ha salvato un paio di gol fatti; Cloe Sarno e Rebecca Costanzo non si sono mai tirate indietro così come Giada Testoni tra i pali, Anita Cruschera e Martina Dallera in difesa, Laura Vassalli e Adele Vecchi in attacco. Ma soprattutto Anna Masiero, vera e propria guida della squadra: un leader tecnico in campo (sue le azioni migliori) e un leader carismatico fuori, come dimostrato nel finale andando a consolare una ad una le compagne e strappando un sorriso a tutte quante. Se da una parte le giovani rossonere hanno dimostrato una preparazione di altissimo livello, le ragazze della Pro Sesto cresceranno: e sarà facile con un allenatore come Sabrina Ettori, giocatrice della prima squadra che ha appena centrato la doppia promozione dall'Eccellenza alla Serie B. Che gol! La partita si apre con una sfortunata autorete della Pro Sesto, con Testino che non riesce a intercettare il retropassaggio di Mazzarola. Poi due gol di Strecapede intervallate da una traversa di Stendardi e da un miracoloso salvataggio di Morabito sulla stessa Strecapede. Al 12' Montaperto inaugura la sua grande giornata con destro da fuori che finisce sotto l'incrocio: eurogol. Dopo una grande parata di Testino sempre su Montaperto, il Milan si scatena con Stendardi (gol su schema di calcio d'angolo), Montaperto, Di Falco (gran colpo di testa su assist di Pomati) e ancora Stendardi che chiude il primo tempo. Nella ripresa apre subito le danze Montaperto, poi il primo gol di Palopoli con un sinistro fulminante e il prelibato mancino di Tomaselli che fa tris. La Pro Sesto si difende con le unghie e con i denti, e per dieci minuti la porta di Testino rimane imbattuta: i gol ripartono con Palopoli e proseguono con Nicosia (prima firma in maglia rossonera e genitori fuori che pagano da bere), con una punizione spettacolare di Montaperto, che poi si ripete poco dopo prima di mandare in gol Atamo, che aveva colpito anche un palo. Il secondo tempo si chiude con un altro capolavoro di Palopoli: palla accarezzata con la suola e tocco sotto a superare il portiere. Il terzo tempo comincia come si era aperto il primo, con un autogol della Pro Sesto, e continua con il Milan che continua a trovare il gol con facilità: Peres si iscrive al tabellino con un tiro da fuori, poi Strecapede, Di Falco e Stendardi rimpinguano il punteggio. Di Falco si ripete con un fantastico sinistro da fuori, Pomati segna su azione d'angolo, poi altri due gol di Atamo prima di un finale nel quale si scatena Stendardi (altri tre gol in sequenza per il bomber). Per la Pro Sesto, da segnalare una bellissima azione Sarno-Masiero conclusa con un gran tiro di quest'ultima che termina però alto e una conclusione di Vecchi che sfiora l'incrocio dei pali. All'ultimo secondo, l'ultima firma è quella di Gaia Tomaselli.

IL TABELLINO

PRO SESTO B-MILAN 0-31 RETI (0-8, 0-9, 0-14): 6' aut. Mazzarola (P), 7' e 10' Strecapede (M), 12' Montaperto (M), 15' Stendardi (M), 17' Montaperto (M), 19' Di Falco (M), 20' Stendardi (M), 1' st Montaperto (M), 2' st Palopoli (M), 3' st Tomaselli (M), 13' st Palopoli (M), 15' st Nicosia (M), 17' st e 19' st Montaperto (M), 20' st Atamo (M), 21' st Palopoli (M), 1' tt aut. Testino (P), 3' tt Peres (M), 4' tt Strecapede (M), 5' tt Di Falco (M), 7' tt Stendardi (M), 8' tt Di Falco (M), 9' tt Stendardi (M), 11' tt Pomati (M), 13' tt e 14' tt Atamo (M), 16' tt, 17' tt e 18' tt Stendardi (M), 20' tt Tomaselli (M). PRO SESTO B: Testino, Cuschera, Morabito, Mazzarola, Masiero, Costanzo, Dallera, Sarno, Vassalli, Vecchi. All. Ettori. MILAN: Rai G., Erba, Atamo, Rai R., Pomati, Rabbolini, Stendardi, Tomaselli, Palopoli, Peres, Di Falco, Lopez Domenech, Montaperto, Nicosia, Strecapede. All. Prati. Dir. Pantano.

LE FOTO

[galleria link="file" ids="287256,287257,287258,287259,287260,287261"]

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY COMPLETA

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400