Cerca

Alcione-Atalanta Under 14: Romieri apre e Curci la chiude, poker di lusso per gli orange

romierialcione
Un sorprendente Alcione s'impone contro i classe 2008 dell'Atalanta (sotto età) grazie ai gol di Romieri, Bulgari, Curto e Curci. Fin dal calcio d'inizio sembra non esserci storia, con i padroni di casa che passano in vantaggio dopo un solo minuto grazie al tiro potente di Romieri su uno schema di calcio d'angolo. La partita sembra poi chiusa alla fine della prima frazione quando, nell'istante precedente al rientro negli spogliatoi, Bulgari insacca nell'angolino un destro diagonale. La ripresa è sempre orange e viene inaugurata da un gol di Curto, fortunato a ritrovarsi il pallone in una mischia. A nulla serve la tenue reazione degli ospiti che riescono a trovare il gol nella ripresa grazie a un inserimento di Vecchio ma subiscono poi la rete del definitivo ko di Curci. L'Atalanta, schiacciata per tutta la partita nella propria metà campo, può però permettersi un risultato simile in amichevole, considerando anche le differenze di fisicità dovute alla diversa età. Partenza con il botto. Si affrontano due squadre che giocano due competizioni totalmente diverse in un'amichevole interessante e avvincente. Fin dal calcio d'inizio non mancano i colpi di scena e la squadra guidata da Calderoli parte in quarta. Al 2' è già 1-0 grazie a un ingegnoso schema su calcio d'angolo studiato meticolosamente in allenamento. Sul cross in mezzo, infatti, un geniale velo di Bulgari lascia rimbalzare il pallone sui piedi di Romieri che con un destro imprendibile sigla il vantaggio. Gli ospiti subiscono lo shock e non riescono a reagire nonostante il pressing insistente contro un Alcione padrone del gioco. Gli Orange sono bravissimi a uscire con passaggi e triangolazioni e nel corso della prima frazione rischiano più volte di raddoppiare, prima con Curto, poi con Gruppi. Una doppia occasione capita anche sui piedi di Halilaj, prima ingannato da un rimpallo su una ribattuta, poi stregato dal portiere avversario dopo una cavalcata sulla fascia destra. Il gol, però, e nell'aria e sembra inevitabile. Arriva in extremis, proprio prima del doppio fischio dell'arbitro. Al 35' Bulgari si trova in buona posizione e trova un tiro diagonale che sfiora il palo alla destra del portiere e sigla il 2-0. L'arbitro fischia la fine e l'Alcione va a riposare con grande consapevolezza dei propri mezzi. Alcione straripante. La ripresa sembra promettere un altro copione e anche i nerazzurri entrano in campo con un altro spirito. Tutto ciò viene però vanificato da una mischia confusionaria da cui ne esce vincente proprio Angelo Curto. Il numero 18 dell'Alcione si avventa al 5' su un pallone conteso e con cinismo allarga il risultato. La partita, però, non è ancora in tasca, come dimostra cinque minuti più tardi il gol di Vecchio innescato da un compagno in una posizione a dir poco dubbia. Nonostante la segnalazione dell'assistente, infatti, l'arbitro opta per il gol e la partita è potenzialmente riaperta. Gli orange però non si fanno mettere i piedi in testa e continuano a imporsi conducendo il gioco. Un nome diventa l'incubo dell'Atalanta, quello di Nicolò Curci: prima pericoloso con un destro che esce di poco fuori, poi autore del gol che chiude i conti (30'). I bergamaschi escono nello sconforto ma spesso la loro tecnica è stata sovrastata dallo strapotere fisico degli avversari, più alti perché più grandi. L'Alcione, invece, al di là di ogni considerazione, può essere soddisfatto di aver vinto con maturità una partita che poteva risultare molto più difficile.

IL TABELLINO

ALCIONE-ATALANTA 4-1 RETI: 2' Romieri (Al), 35' Bulgari (Al), 5' st Curto A. (Al), 10' st Vecchio (At), 30' st Curci (Al). ALCIONE (4-3-3): Trevisani 6.5, Manaj 6.5, Romieri 8, Curto W. 6.5, Halilaj 6.5 (1' st Toto 6.5), Invernizzi 6.5 (1' st De Dona 6), Frigerio 7 (1' st Dino 6.5), Gruppi 6.5 (1' st Di Biccari 6.5), Bulgari 7.5 (10' st Maggi 6.5), Curci 7.5, Curto A. 7.5 (10' st Ragona 6.5). A disp. Toto, Moroni, Ragona, Dino, Maggi, Di Biccari, De Dona, Curto. All. Calderoli 7. ARBITRO: Aprea di Lodi 6.

LE PAGELLE

ALCIONE Trevisani 6.5 Non è impegnato particolarmente durante il corso di tutta la partita. Sul gol rimane stupito dalla posizione dell'attaccante ed esce senza riuscire a deviare il pallonetto vincente. Prestazione comunque convincente. Manaj 6.5 Un muro difensivo. Alcuni interventi sono notevoli e non lascia passare gli attaccanti avversari oggi completamente annullati. Una grande prestazione da vero leader difensivo.  Romieri 8 Instancabile e decisivo. Lotta su ogni pallone, fa a spallate a centrocampo e ne esce quasi sempre vincitore. Prova spesso il tiro dalla distanza, si rende pericoloso in ogni modo possibile. Ciliegina sulla torta il gol che condanna gli avversari. Oggi senza dubbio il migliore in campo.  Curto W. 6.5 Nonostante il pressing asfissiante nella prima parte di gara non si lascia intimorire ed esce a testa alta senza mai commettere particolari sbavature. Una prova di carattere che dà sicurezza al suo allenatore e più in generale a tutta la squadra. Halilaj 6.5 Ingaggia un difficile duello con il numero 10 avversario, recupera tantissimi palloni a centrocampo e lotta come un gladiatore. Si ritrova spesso occasioni d'oro sui piedi ma non riesce a sfruttarle, prima su una ribattuta, poi su un lancio sulla fascia. La fortuna oggi non è dalla sua parte ma deve imparare a essere più concreto sotto porta.  1' st Toto 6.5 Entra bene in partita, si posiziona sulla fascia e non lascia alcuno spiraglio per le avanzate avversarie. Ottimo in fase difensiva, spinge anche molto con aggressività. Una prova più che sufficiente.  Invernizzi 6.5 Molto bravo a lanciarsi verso la porta in alcune occasioni e a seminare gli avversari in velocità. Purtroppo per lui, però, quando cerca il tiro non riesce a essere decisivo. Pecca un po' di imprecisione sotto porta ma la sua prestazione positiva adombra anche questo difetto.  1' st De Dona 6 Entra in campo per aumentare il peso offensivo della squadra ma non riesce a incidere direttamente. Prestazione comunque positiva caratterizzata da molta corsa e pressing.  Frigerio 7 Quando decide di salire non ce n'è per nessuno. Semina il panico tra gli avversari grazie alla sua velocità e agli ottimi palloni messi in mezzo. Se a questo si aggiunge anche una grande prestazione difensiva si ottiene un giocatore praticamente completo. Grandissima prova di talento e altruismo.  1' st Dino 6.5 Lotta a centrocampo non permettendo agli avversari di ripartire. Entra con la giusta cattiveria e aggressività necessaria a vincere la partita. Il cambio che tutti gli allenatori vorrebbero avere come asso nella manica.  Gruppi 6.5 Un giocatore che ha già una grande fisicità, pericoloso sotto porta e difficilmente contenibile. Poteva fare meglio su una conclusione arrivata in seguito a un errore improvviso del difensore, ma è giustificato dall'imprevedibilità dell'azione.  1' st Di Biccari 6.5 Entra bene in partita, cerca di essere pericoloso in ogni modo, pressa tantissimo gli avversari e lotta su ogni palla. Un giocatore dalla grinta invidiabile.  Bulgari 7.5 Prima stupisce tutti con un velo geniale sullo schema da calcio d'angolo che porta al gol di Romieri, poi decide di metterci la firma personale con un gol di rara bellezza. Cinico e micidiale sotto porta.  10' st Maggi 6.5 Entra a centrocampo e guida la sua squadra in un secondo tempo perfetto. Dai suoi piedi partono moltissime delle azioni orange, un tassello importante della squadra.  Curci 7.5 Pressa sempre e ovunque. Non lascia pace ai difensori e neanche al portiere. Dopo una prova di grandissimo sacrificio viene ricompensato con il gol. Una gara da incorniciare per il numero 11.  Curto A. 7.5  Approfitta di una mischia e ci mette il suo zampino, rapido e cinico. Un giocatore che dà tutto a centrocampo grazie alla sua forza fisica ma che esplode di gioia dopo aver trovato anche il gol. La vera e propria guida di questa squadra.  10' st Ragona 6.5 Bravissimo a contenere il numero 10 avversario che non riesce a sfondare. Mette anche degli interessanti cross in mezzo che impensieriscono la difesa avversaria. Una buona prova in entrambe le fasi. All. Calderoli 7 La sua squadra domina fin dal calcio d'inizio. Chiarissimo il grande stato di forma così come la qualità di questo gruppo. Il duro lavoro in allenamento viene sempre ricompensato, come dimostra il primo gol studiato e ristudiato in settimana. ARBITRO Federico Aprea 6 Concede un gol dubbio nonostante la segnalazione di fuorigioco effettuata dal guardalinee e non considerata. A parte l'episodio però amministra la gara con ordine senza mai perderne il controllo. 

LE INTERVISTE

L'allenatore vittorioso Beniamino Calderoli si mostra pienamente soddisfatto dei suoi ragazzi: « Dopo un anno di stop stiamo giocando tanto. Stiamo lavorando il più possibile in allenamento e stiamo provando a stare in campo il più possibile. Questo è un gruppo forte che ha meritato la vittoria nonostante non potesse contare su alcuni giocatori infortunati. Stiamo molto bene fisicamente e di questo sono felicissimo».
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400