Cerca

Under 13

Milan-Barcellona, a Dubai una finale da mille e una notte

Rusu, Grilli e Avogadro i protagonisti rossoneri all'Intercontinental Cup; il sogno si infrange contro i blaugrana

Pietro Avogadro

Pietro Avogadro, capocannonere del Milan Under 13, durante la premiazione (da instagram)

Si è conclusa l'avventura dei rossoneri Under 13 all'Intercontinental Cup di Dubai. La squadra di Lorenzo Mondini era atterrata negli Emirati Arabi Uniti giovedì 17 marzo in vista del torneo, che prevedeva la presenza di squadre locali ed europee del calibro di PSV Eindhoven, RC Celta, Porto e Barcellona.

GOL E CONFERME

Tre squadre locali nel girone del Milan: Fursan Hispania, Ajman Club e Al Wahda. La qualità dei rossoneri si fa vedere già nella prima sfida, vinta 11-0 contro l'Ajman Club con tripletta di Avogadro e quattro reti di Rusu. Stessa storia nella gara con l'Al Wahda, qui i gol segnati sono 16, Avogadro ne fa quattro, tripletta invece per Rusu e Grilli. Con 27 reti segnate e nessuna subita, i rossoneri si preparano a cuor leggero all'ultima sfida del girone contro il Fursan Hispania, pareggiata 1-1 con rete di Grilli nei primissimi minuti. Primi nel loro girone, i rossoneri classe 2009 passano ai quarti, dove la spuntano sull'Al Fateh ai calci di rigore (vinti 3-0), dopo il pareggio per 1-1 nei tempi regolamentari con rete di Avogadro, che con i suoi 12 gol in 9 presenze in campionato dimostra di saper trovare la via del gol in ogni dove. I rossoneri volano così in semifinale, dove ad attenderli c'è la formazione del Porto per quella che è una sfida di prestigio; Rusu ne segna altri due e decide il risultato di 2-1 sui portoghesi.

SOGNO INFRANTO IN FINALE

Dopo la qualificazione in finale, l'ultima gara è prevista per la sera stessa, una sfida tra i vivai di due delle squadre più blasonate e titolate del mondo. Riuscirà la squadra di Grilli, Pisati e Avogadro a tenere testa ai blaugrana classe 2009? Niente da fare, la formazione catalana dilaga con 5 reti contro l'unica del Milan – firmata Grilli nel secondo tempo – e va a prendersi il primo premio. Un argento comunque prestigioso per i rossoneri, che hanno dimostrato la loro qualità e quella dei settori giovanili italiani in generale. Al ritorno da Dubai, la formazione di Mondini si prepara a due recuperi, col Renate sabato 2 aprile e col Seregno il 9, scontri decisivi per il primo posto in campionato, per i rossoneri reduci da quella che rimane un'esperienza straordinaria e fondamentale per il loro avvenire calcistico.

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DELLA FINALE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400