Cerca

Cisanese Under 14, Mario Passador e i video-allenamenti: «Per alleggerire i pomeriggi dei ragazzi e tenerli in forma»

Cisanese 2006
In questo periodo difficile e complicato per la presenza di questo virus che non permette di calcare i campi in erba od in sintetico, c’è un allenatore che con il suo staff ha organizzato per tutto questo periodo di quarantena dei video-allenamenti, in genere due volte alla settimana, per tenere in forma il gruppo. Si tratta di Mario Passador, allenatore della Cisanese Under 14, società alle porte della bergamasca. Passador è un giovane allenatore con patentino UEFA ed è anche un docente di Matematica e Fisica nelle scuole secondarie. Ha con sé già molte stagioni da allenatore, contraddistinte da molti risultati positivi, soprattutto nelle categorie regionali fra Giovanissimi ed Allievi. « Ho scelto di iniziare fin da subito ad organizzare questi video-allenamenti perché sapevo che in quella zona particolarmente colpita c’era bisogno di alleggerire, per quello che si può, i pomeriggi dei miei ragazzi. In pieno accordo con il mio vice abbiamo fin da subito coinvolto i nostri ragazzi, che si sono sempre contraddistinti per voglia e grinta anche durante la rimanente parte dell’anno sportivo. Quest’anno abbiamo fatto ottimi risultati, riuscendo a vincere anche contro squadre blasonate della provincia bergamasca, e avevamo ben cominciato il girone di ritorno. Il gruppo ha raggiunto un buon livello corale ed i nostri giovanissimi si sono dimostrati sempre pronti ad ogni sfida che gli abbiamo assegnato». L’allenamento viene svolto sulla piattaforma Google Gsuite utilizzando l’applicativo Meet (già utilizzato per le video-lezioni scolastiche), nel quale tutti i ragazzi sono coinvolti perché dotati di videocamera e microfono. Fissando l’immagine sul quadratino dell'allenatore vengono guidati nell’esecuzione degli esercizi, molti dei quali preparati interpellando un preparatore atletico. Sono esercizi di rinforzo e mantenimento del tono muscolare. Nella parte finale l'allenatore chiama uno ad uno i ragazzi e loro parlano di ciò che fanno durante le loro giornate, espongono i loro dubbi e perplessità sul momento che stanno attraversando. Passador in passato ha condotto squadre giovanili di società come la Colicoderviese ed il NibionnOggiono, fra le altre, ed in particolare con due squadre di queste realtà ha raggiunto importanti traguardi: « Essendo un professore sono praticamente sempre a contatto coi ragazzi e sono riuscito a instaurare un rapporto personale che prescinde da qualsiasi dinamica esterna al gruppo: io dico sempre che è fondamentale riuscire a guardare negli occhi i propri ragazzi e cercare di intuire quali sono i loro dubbi e le loro perplessità. Bisogna instaurare un senso di fiducia fra mister e allievo, a volte questo non è scontato. Mi presento al campo un po’ prima e mi metto a preparare l’allenamento; i miei ragazzi sanno che possono venire e parlarmi di qualsiasi cosa: da prof (a volte si sbagliano e mi chiamano così) non posso esimermi da ricordare l’importanza dell’istruzione perché è la parte più importante per il loro futuro». Tra le altre esperienze nel palmares, mister Passador può vantare anche la partecipazione agli Juventus Summer Camp: « Un’esperienza importante che mi ha permesso di introdurre metodi di lavoro pratici e pragmatici all’interno delle realtà dove alleno durante la stagione. I ritmi durante queste settimane estive sono serrati e l’organizzazione degli allenamenti è fondamentale: ogni allenamento deve avere un obiettivo, seguire una logica in base all’età dei ragazzini, essere divertente ed allenante allo stesso tempo. In queste squadre professionistiche è fondamentale essere professionali e quest’ultima caratteristica, a mio parere, va portata anche durante l’anno nelle realtà dove alleniamo, tutto ciò affinché si capisca con quale spirito e voglia si compie la mission di allenare, trasmettendo fiducia e ottenendone in cambio». Una delle particolarità e punti cardine del suo staff è l’organizzazione di ritiri e momenti di condivisione, come l’ultimo, durante le vacanze invernali, in montagna: « Scrissi qualche anno fa un piccolo branetto intitolato “Un mister in pigiama” e venne subito pubblicato da molti siti e social dedicati agli allenatori. Per me è fondamentale far capire che anche il mister, seppur considerato un super eroe dai propri ragazzi, è una persona ed in quanto tale veste comunemente un pigiama prima di andare a dormire. Lo stupore dei propri ragazzi, il modo di aiutarli, accudirli, organizzare i momenti con loro, è l’arma vincente per chiedere ancora più impegno, riuscire ad ottenere più credito da parte loro. Non è facile andare controcorrente, lo so bene io che ho iniziato ad allenare a 16 anni mentre ancora giocavo, ho un passato da portiere, ma è fondamentale metterci tutto l’impegno necessario per fare bene e con umiltà la propria parte nell’educazione e crescita dei ragazzi». Fra i ragazzi allenati da Passador negli anni passati ci sono diversi giocatori che oggi militano in campionati giovanili professionistici ed anche in prime squadre a livello dilettantistico. Il motto di mister Passador è: “Crederci sempre, mollare mai!”. [caption id="attachment_212941" align="aligncenter" width="900"] Cisanese Under 14 Cisanese Under 14[/caption]

SPRINT-SOLIDALE – 3 MESI GRATIS


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo  store digitale. Abbiamo attivato la sezione  PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400