Cerca

Orceana Under 14, Andrea Cadei: «L'aspetto più importante del calcio è il rispetto per l'avversario»

Antonio Cadei, allenatore Under Orceana

Antonio Cadei, allenatore Under 14 Orceana

Anche se gli Under 14 dell'Orceana hanno potuto giocatore solamente una partita si sono fin da subito dimostrati all'altezza delle aspettative riuscendo a vincere 12-0 contro l'Accademia Rudianese. L'allenatore Andrea Cadei aveva notato una notevole differenza con l'avversario ma nonostante ciò era consapevole che dal punto di vista del gioco c'era ancora tanto da fare e chiedeva quindi ai suoi maggior sacrificio. Da quanto allena gli Under 14 dell'Orceana? «Questo è il primo anno che sono in questa società e quindi è la prima volta che alleno gli Under 14. Ho allenato tantissime squadre tra cui il Pompiano». Prima di essere un allenatore è sceso in campo anche in veste di calciatore? Ora invece di che cosa si occupa? «Sisi, ho sempre giocato a calcio fin da piccolo in moltissime squadre come il Travagliato e il Pompiano ma ad un certo punto ho dovuto smettere a causa di problemi alle ginocchia. Ora invece faccio il magazziniere». Quale sistema di gioco preferisce e che cosa vuole insegnare ai suoi ragazzi? «Nella prima partita ho utilizzato il modulo 4-2-3-1. Ho visto che è un modulo che ha portato i suoi frutti quindi se non ci fosse stato questo stop avrei continuato ad utilizzarlo. Inoltre è fondamentale il non voler buttare via nessuna palla ma al contrario giocarla fino alla fine. La prima cosa che insegno ai miei ragazzi è il rispetto per l'avversario. Per me è importante che si divertano: il calcio è anche questo». Quali erano e quali sono le sue aspettative per questo campionato?  «Ho avuto la fortuna di avere una buona squadra quindi speravo di poter giocare un buon campionato riuscendo magari a vincerlo». Quale partita ricorda con più piacere e quale invece vorrebbe rigiocare? «Essendo per me il primo anno in questa società e avendo giocato solamente una partita con questa squadra non posso dire che la migliore partita riguardi né gli Under 14 né l'Orceana. Ricordo con piacere la partita degli esordienti del Pompiano, di cui ero allenatore, contro il Travagliato. I miei ragazzi erano tecnicamente inferiori rispetto agli avversari ma nonostante ciò siamo riusciti a vincere: questa è stata una delle maggiori soddisfazioni che ho avuto come allenatore. Vorrei poter rigiocare la prima partita di questo campionato a causa dei troppi errori fatti ma i ragazzi sono stati comunque bravi e il risultato è stato ottimo». Parliamo un po' della sua squadra «Ho un'ottima squadra con forti potenzialità. Tra i miei ragazzi spiccano Ballerini Luca, difensore e capitano della squadra; Bignetti Filippo, centrocampista e autore di tre goal nella prima e unica partita giocata;  Marco Castelli, attaccante e autore di quattro goal nella partita contro l'Accademia Rudianese». Che cosa pensa di questo ennesimo stop? «Penso che sia stato troppo affrettato, si poteva aspettare ancora un pò prima di annunciare questo nuovo stop. Ci sono state date delle direttive che abbiamo seguito ed era quindi giusto continuare a giocare. Spero di poter tornare in campo a inizio primavera riuscendo così a giocare almeno i mesi di marzo, aprile e maggio».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400