Cerca

Nuvolera Under 14, Davide Lavezzo: «Per me il calcio è divertimento e per far divertire la mia squadra devo divertirmi io per primo»

Nuvolera Under 14

Nuvolera Under 14

Il Covid sembra, almeno per il momento, averci fermato. Nonostante ciò ognuno di noi, nel rispetto delle misure antivirus, cerca di portare nella sua quotidianità ormai radicalmente cambiata piccoli pezzi di quella vita che vivevamo prima di questo virus. Ma c'è chi sente più di tutti il peso della situazione: gli operatori sanitari e i medici. Uno di loro è allenatore degli Under 14 della Nuvolera Davide Lavezzo che a proposito di questa situazione afferma: « Il Corona Virus esiste e per questo motivo bisogna cercare di adottare tutte le misure necessarie affinché si eviti il contagio. Per quanto riguarda il calcio secondo me sarà molto difficile ricominciare a giocare. Spero almeno di poter riniziare con gli allenamenti». Quindi si prospetta una stagione calcistica con ben poche partita. E gli Under 14 della Nuvolera non potevano ricevere notizia peggiore poiché proprio a causa di questo ennesimo stop non hanno potuto giocare nemmeno un partita. Nonostante ciò nei pochi mesi in cui sono stati permessi gli allenamenti Lavezzo ha cercato almeno di impostare un lavoro che spera di poter riprendere al più presto: « Prima di quest'anno questa squadra in questa società non esisteva. Quindi uno dei miei obiettivi era quello di creare un gruppo che avesse un unico pensiero». E questo pensiero si traduce nei valori e nei principi che questo allenatore cerca di insegnare alla sua squadra: « Per me è molto importante il rispetto delle regole. I miei ragazzi devono capire che rispettare una regola non deve essere un obbligo ma nel caso in cui questa venga infranta ci sarà una conseguenza. In più tengo molto all'educazione e alla coerenza». Sotto il punto di vista tecnico e di gioco invece afferma: « Mi piace cercare di creare un gioco che si sposi con la qualità del gruppo a disposizione. Per quanto riguarda il modulo non ne ho uno predefinito né preferito. Solitamente lascio molto liberi i miei ragazzi nel rispetto ovviamente dei ruoli che gli vengono assegnati». Quindi in una partita degli Under 14 della Nuvolento possiamo trovare in difesa Giovanni Baresi, Matteo Tonni, Marco Bulgheri, Gabriele Tonni, Ian Paterlini, Samuele Dondelli; al centrocampo troviamo Gabriele Fiume, Giacomo Guatta, Alessandro Paiano, Riccardo Trainini, Mattia Fusi, Boris Romeo; in zona attacco abbiamo Gabriele Vuolo e Kevin Lazzaroni; e infine a difendere la porta ci pensano Cristian Filippini, Marco Dalfiume e Simone Picazzi. Si tratta quindi di un squadra numerosa che però, a detta dell'allenatore, deve ancor tanto lavorare: « I miei giocatori hanno delle carenze tecniche ma in compenso sono molto svegli e disponibili. In più sono l'uno diverso dall'altro e questo per me è un punto di forza». Infatti questa ultima affermazione deriva da un'esperienza che ha profondamente segnato Lavezzo: « Il primo anno che ho iniziato ad allenatore è stato per me fondamentale in quanto ho capito che non tutti i ragazzi sono uguali ma soprattutto che ognuno di loro ha i suoi tempi». E si sa che la diversità, soprattutto nel calcio, può solo che arricchire e far crescere.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400